Barcelona: fideuà o paella

Pochi ma spero utili consigli ed informazioni che io (walter) e viviana vorremmo darvi su una delle città più accoglienti e solari del mondo. Partiamo da reggio calabria con volo diretto per barcellona e arriviamo ad un orario che è notte per l'italia (00.30) ma in piena movida per la sorprendente città catalana. grazie ad utili consigli...
Scritto da: watri
barcelona: fideuà o paella
Partenza il: 21/08/2007
Ritorno il: 28/08/2007
Viaggiatori: in coppia
Spesa: 1000 €

Pochi ma spero utili consigli ed informazioni che io (walter) e viviana vorremmo darvi su una delle città più accoglienti e solari del mondo.

Partiamo da reggio calabria con volo diretto per barcellona e arriviamo ad un orario che è notte per l’italia (00.30) ma in piena movida per la sorprendente città catalana.

grazie ad utili consigli e appunti di viaggio dei precedenti tpc arriviamo organizzatissimi, pronti a non perdere nulla di quello che barna può offrirci. innanzitutto vi dico di stare molto attenti ai portafogli e alle borse mentre passeggerete per le ramblas o in metro, autobus… ci sono tantissimi scippatori, ecco, non molti di più di quanti ne potreste incontrare a roma o milano o in qualsiasi altra grande città super affollata, quindi occhio! Poi la vita a Barcellona comincia della 11.00 in poi. Prima di quest’ora troverete poca gente in giro (…A parte i turisti… ovviamente), in compenso si pranza verso le 14.30, si cena non prima delle 22.00 y despuès, scusate, e dopo inizia il divertimento! Un commento a parte merita l’acqua: i barcellonesi sono convinti che sia potabile, in realtà è abbastanza puzzolente. Noi l’abbiamo sempre comprata nei molti supermercati sparsi per la città (al piano -1 del CORTE INGLES, una specie di Harrods presente in ogni angolo della città, si trova un grande super mercato molto conveniente). Per regalini vari o souvenir noterete che in tutti quelli al centro di Barcellona sono gestiti da pakistani o indiani. Niente di male eh, solo che sono un “pochino” invadenti e “pressanti”.Insomma vorrebbero che compriate assolutamente qualcosa! senza ripetere quanto già scritto nei precedenti itinerari vi consigliamo di non perdere: nel BARRIO GOTICO: la CATTEDRALE DI S.EULALIA (€ 5,gratis dopo le 17.15, chiusa tra le 13.30 e le 16.00); il mercato della BOQUERIA; PLACA CATALUNYA importante anche perché si trovano gli uffici d’informazioni turistiche,a cui si accede dalle scale mobili che portano sotto la piazza , come se si andasse a prendere la metro; le RAMBLAS; nei pressi della SAGRADA FAMILIA SAGRADA FAMILIA, (€ 9 col ticket combinato che vi fa entrare anche alla CASA MUSEO GAUDì a PARC GUELL, assolutamente imperdibile); l’HOSPITAL DE LA SANTA CREU; la MANZANA DE LA DISCORDIA CASA BATLLò (€ 16.50); Casa Milà (€ 8) secondo me si può evitare se si entra a casa batllò. In questa via, sempre stando attenti a non inciampare o a non farvi mettere sotto da qualche bus, dovrete assolutamente camminare col naso all’insù! L’isolato della discordia è bellissimo, ed ogni palazzo che vi si affaccia è uno spettacolo.

Nei pressi di BARCELONETA Tutta BARCELONETA è molto caratteristica ed è piena di ristorantini, a quanto diceva la nostra prof. Di spagnolo, i più buoni della città. Noi ci siamo andati in un paio, e quello che vi consigliamo per assaggiare un’ottima Paella ed un’ottima Fideuà (altro piatto tipico catalano di cui si parla poco ma molto saporito…A patto che dopo non dobbiate baciare nessuno!)è LES 7 PORTES (l’indirizzo lo trovate in qualsiasi guida perché è molto conosciuto). Abbiamo speso 25 € a testa ed abbiamo mangiato alla grande! Per chi è avvezzo e determinati tipi di spiagge(come noi che venendo dal profondo sud di mare ce ne intendiamo…) quelle di barceloneta sono davvero brutte, e si vede che sono rifatte! ll MUSEO MARITIM (€ 6.50) si può tranquillamente evitare, soprattutto se avete visto quello di Amsterdam, di gran lunga più bello; MONUMENT A COLUM; AQUARIUM (€ 16) secondo me il prezzo del biglietto non giustifica quello che c’è dentro, a viviana è piaciuto da impazzire, fate voi, di sicuro il tunnel è veramente emozionante; MARE MAGNUM, centro commerciale abbastanza grande ma niente di eccezionale, CHIESA DI S. MARIA DEL MAR; il PARC DE LA CIUTADELLA, con la cascata, il lago, e la piazza centrale è molto bello, solo che conviene che ci andiate dopo le 18.00 perché prima tutte le fontane sono chiuse; qui vicino c’è anche un sensazionale MUSEO DELLA CIOCCOLATA( € 4, in carrer del comerc).

MONTJUIC Assolutamente da non perdere lo spettacolo di acqua, luci, e musica della FONT MAGICA (gio-dom h. 21-23.15, lo spettacolo dura 15 minuti e poi altri 15 di pausa); FUNDACIò JUAN MIRò (€ 7); TORRE DI CALATRAVA TIBIDABO Da non perdere una piccola scampagnata a TIBIDABO, la zona più alta di Barcellona da cui si può godere un magnifico panorama. Si può arrivare comodamente da PLACA CATLUNYA con un bus privato (il T1 o T2) alla modica cifra di € 2.40. È super-comodo. Qui si trova un grande Luna ParK proprio attaccato al TEMPLE DEL SAGRAT COR. Niente di eccezionale, chiaro, ma comunque molto divertente.

FIGUERES Città natale di Dalì, ospita un teatro-museo(€ 10) dedicato proprio lui. È assolutamente da non perdere, anche se capisco che non si tratta di una passeggiata, in quanto si trova a 150km da Barcellona. Ci potete arrivare, con il treno che è la migliore soluzione per chi non ha la possibilità, come noi, di andare con autobus privato. Non ci sono parole per descrivere ciò che vedrete in questo magnifico posto pensato e realizzato da quell’eccentrico geniaccio baffuto.

Che altro dire, portatevi un paio di scarpe molto comode perché per visitare Barcellona si cammina moltissimo; una felpa perché se siete “fortunati” come noi potreste trovare la pioggia ad accogliervi, il tempo, però, cambia molto repentinamente nell’arco della stessa giornata. A Barcellona si mangia veramente con pochi euro, magari non molto bene… non dimenticatevi di assaggiare tapas, sangria e naturalmente scegliete da che parte stare: fideuà o paella?



    Commenti

    Lascia un commento

    Barcellona: leggi gli altri diari di viaggio