Barcellona 26

Approfittare dell'offerta Ryanair da Lamezia e visitare una delle più suggestive città della Spagna in un paio di giorni...e alla fine vedere anche Girona!!
Scritto da: iennavito
barcellona 26
Partenza il: 04/05/2011
Ritorno il: 06/05/2011
Viaggiatori: 2
Spesa: 500 €

Grazie ancora una volta all’offerta Ryanair e al mitico Peter del Cts di Reggio Calabria riusciamo ancora una volta a prezzi contenutissimi ad inserire una città europea nel maggio 2011.Il volo a\r a 12 euro a persona e un hotel sulla Rambla 2 notti 180 euro la dice tutta su un’occasione da non perdere.Partenza da Lamezia e arrivo a Girona entro le 13.00, in un’ora e 15 siamo a Barcellona via bus (21 euro a persona a\r).Il bus ferma nei pressi di Arc de Triomf,a pochi passi dalla metro.Prendiamo un ticket da 10 corse e in un paio di fermate siamo a Liceu nel cuore della Rambla.Sistemazione in hotel e in pochi attimi già la prima vasca in Rambla.In scioltezza ci spariamo al Mercato della Boqueria per colmare un languore piuttosto naturale a quel’ora.I colori e i profumi della frutta ci indirizzano verso un mix di fragole, papaya e mango tagliati a pezzettoni e già sbucciati da passeggio, un frullato ai frutti di bosco e ahimè 5 cioccolatini pagati salatissimi…state lontani dalla prima bancarella di dolciumi entrando sulla destra, hanno scambiato i cioccolatini con diamanti!!!Ci dirigiamo poi verso la Ciutat Vella per visitare il centro storico del Barrio Gotico, la Catedrale e la Pla de Palau.E’ una zona che si visita a piedi e pullula di musei compreso quello di Picasso degno di menzione. Ci spostiamo via metro in Placa d’Espanya per verificare gli orari dello spettacolo della fontana magica.Ne approfittiamo per fare un giro nella Arena de Barcelona un centro commerciale che ricorda una antica Plaza de Toros, fare delle foto nella bellissima piazza da dove si possono vedere le due Torri di ingresso,il vialone dell’immensa Fiera e sullo sfondo la fontana magica e il Palazzo di Monjuic sede del museo nazionale d’arte de Catalunya.Lo spettacolo della fontana magica ci sarà l’indomani alle 21, per cui proseguiamo per Poble Espanyol, con uno sguardo al Caixa Forum e il Pavellò mies van de Rohe, palazzi costruiti da architetti modernisti usati come centri culturali o musei che accolgono le collezioni di vari artisti durante l’anno.La paella ci aspetta per cui rientriamo e ci prepariamo per la cena e una romantica passeggiata al porto che concluderà la giornata.Per quanto riguarda il cibo il pesce la fa da padrone e i prezzi sono accessibili, il resto l’abbiamo rovato piuttosto caro e le tapas sono una delusione per chi come noi italiani è abituato a ben altri anti…tapas!!!Cercate la paella che non vi sveni e la sangria meno annacquata!!Di notte state lontani dalla zona ovest della Rambla (quella opposta al Barrio Gotico), non è il massimo della sicurezza.Nel day 2 spazio al bus scoperto.Se avete poco tempo è la soluzione ideale per girare in lungo e in largo per Barcellona.Il biglietto costa 23 euro per un giorno (lo fanno anche per 2,3,4…),ci sono tre linee, rossa, blu e verde che si intersecano e coprono tutta la città, potete scendere e salire dove e quando volete e girare dalle 8.30 alle 21.00!!!Abbiamo scelto la compagnia Bus Turisctic(quella con il simbolo dell’occhio), vi danno le auricolari guida incluse e viaaa!!!Da Plaza de Catalunya alla Sagrata Familia, poi Park Guell e il Camp Nou con il museo del FC Barcellona.Con la linea blu ancora il quartiere Gracia, il Tibidabo e Palazzo Reale.Imperdibili il MACBA (museo d’arte contemporanea) e Casa Batllò.Per visitare questo gioiello di architettura modernista di Gaudì abbiamo usufruito dei vari sconti che il biglietto del bus ci dava, ma comunque abbiamo speso 16,50 euro.Solo per gli amanti dell’architettura e del design!!Cambiamo per la linea rossa e ci riposiamo un pò facendo a bordo quasi tutto il percorso fino ad arrivare alla teleferica de Munjuic con la quale andiamo su al castello omonimo godendoci il panorama mozzafiato di tutta barcellona.Dopo aver scattato un centinaio di foto ci concediamo un gelato al castello per poi riscendere e proseguire fino al Casinò.L’emozione al tavolo di Texas H’em è d’obbligo poi solo linea verde per un giro senza soste fino al Forum, zona congressuale…Si riprende la linea rossa al Port Olimpic e via verso Placa d’Espanya dove la degna conclusione della giornata sarà affidata all’acqua della fontana magica.Uno spettacolo di circa mezz’ora al quale abbiamo assistito assieme ad un migliaio di turisti incantati.In serata una birra al Temple Bar, non ho saputo resistere ad una Guinness che mi ha riportato nella amata Irlanda anche solo per un momento.Ho notato diversi pub irlandesi in zona Rambla.La mattina dopo il dilemma era : continuare a girare fino all’orario del volo di rientro (17.40) o azzardare qualcos’altro?Decidiamo di procurarci dei bocadillos e partire per Girona con largo anticipo.Una volta lì avremmo potuto visitare anche la cittadina distante solo 14 km dall’aereoporto. Decisione azzeccata poichè anche la piccola Girona ha offerto un paio d’ore di piacevole passeggio attraverso i ponti sul fiume Onar che la attraversa.Angela in questo caso ha preso in mano la situazione e ha organizzato un mini tour tra la Catedral, i fiori e i vicoli di Girona.Gelato gusto Madona(????) e via verso l’aereoporto per il rientro.

Alla prossima…Vito e Angy.

Guarda la gallery
barcellona-tp2na

Barcellona



    Commenti

    Lascia un commento

    Barcellona: leggi gli altri diari di viaggio

    Video Itinerari