Australia tragicomica sfisando la cabala

2001… new millennium…. Si vola in Australia! Racconto tragi-comico sfidando la cabala AGOSTO Venerdì 17 sfidando la sorte raggiungiamo l’aeroporto di Venezia ma già le prime avvisaglie di come sarà la vacanza si fanno sentire. Passiamo il controllo bagagli e la sottoscritta, abituata solo a voli charter, detiene, come dicono i...
 
Partenza il: 17/08/2001
Ritorno il: 09/09/2001
Viaggiatori: in coppia

2001… new millennium… Si vola in Australia! Racconto tragi-comico sfidando la cabala AGOSTO Venerdì 17 sfidando la sorte raggiungiamo l’aeroporto di Venezia ma già le prime avvisaglie di come sarà la vacanza si fanno sentire. Passiamo il controllo bagagli e la sottoscritta, abituata solo a voli charter, detiene, come dicono i poliziotti, un coltellino svizzero nello zaino -ALT… APRA LO ZAINO…OK LA MISURA E’ REGOLAMENTARE, PASSI PURE Finalmente al gate aspettiamo il volo della British A. Per Londra e da lì partirà la vera avventura. Chiamano il volo -MA DOV’E’ IL MARSUPIO CON I DOCUMENTI ED I SOLDI? Smarrito, nella confusione forse è rimasto al posto di polizia. Corro, lo trovo, ritorno, mi imbarco e sono le 17,00 non per essere superstiziosa ma … Già due intoppi.

17,40 decolliamo e alle 18,20 locali atterriamo a Gatwich.

Il terzo intoppo della giornata, ma questo lo sapevamo, è il dover prendere il bus per l’aeroporto di Heatrow e credetemi, come primo fai da te e senza parlare inglese (solo quello maccheronico) non è impresa facile.

Finalmente fila tutto liscio 22,50 ci stacchiamo da terra.

THAILANDIA Sabato 18 BANGKOK 15,50 (in Italia sono le 9,50 del mattino) atterriamo e piove. Un assistente ci consegna la mappa della città e ci indica dove si trova il nostro hotel, il Meridien. Sbaglia clamorosamente ma io a casa, con precisione maniacale, avevo già controllato nella piantina dove dovevamo andare. Ricordo sempre che parlo solo due parole di inglese quindi meglio essere già consapevoli di dove sono ubicati i luoghi che si vogliono visitare. Che traffico lungo la strada il nostro taxi si muove a fatica. Domenica 19 usciamo già alle 9,00 decisi a trovare un taxi che non sia quello dell’hotel forse sarà più semplice contrattare la corsa. Infatti ecco uno disposto a stare con noi tutto il giorno in giro per templi ad un costo irrisorio. Quello invece che si dimostra problematico è spiegare dove vogliamo andare, oltre a non parlare inglese, non sa neppure leggere i caratteri conosce solo quelli thaj Fortunatamente oltre al mio taccuino e penna sono munita anche di guida fotografica.

Ci rechiamo al Gran Palazzo ed il complesso del WAT PHRA KAEO dove si trova il buddha di smeraldo. Con una cinta muraria lunga quasi 2 Km. Tale costruzione costituiva una città nella città.

Il suono delle preghiere dei monaci buddisti rende tutto come ovattato ed una leggera brezza fa muovere i campanellini che circondano i tetti dei santuari; devo assolutamente riprendere questo suono-silenzio con il video e…Faccio cadere la telecamera. Si ammacca un po’, pare funzioni anche se con uno strano ronzio – MA POI A CASA SI VEDRA’ QUALCOSA? Usciamo e la prossima meta è WAT PHO il tempio più antico e più grande importante anche perché vi risiede il centro di medicina tradizionale e scuola di massaggi più rinomata.

Ma la principale attrazione è la cappella fatta erigere apposta per contenere la statua del Buddha sdraiato, una statua in gesso e mattoni dorati lunga 42 mt Attraversiamo il CHAO PHRAYA il turbolento fiume di colore marrone che riversa in mare le acque provenienti dal nord, dove i monsoni stanno portando piogge torrenziali e raggiungiamo una delle pietre miliari della storia della città, il WAT ARUN. Simboleggia la cosmologia indù-buddista il prang (torre) centrale è il mitico monte MERU. Una particolarità molto carina è che una gran parte della ceramica usata per decorare i vari prang fu donata dalla popolazione infatti si tratta di frammenti di piatti, tazze e bicchieri rotti. La salita è semplice ed una volta in cima la vista sulla città ed il fiume è fantastica. La discesa è più impegnativa gli scalini ricordano i gradoni delle piramidi Maya.

Dopo tanta cultura un salto al mercato tra frutta verdura e pesci secchi, le bancarelle cucinano lasciando nell’aria un profumo… -NO UNA PUZZA… Lasciamo il nostro simpatico autista per prendere un TUC TUC una sorta di motocarro che a velocità pazzesca fa lo slalom tra le auto incolonnate lungo le arterie cittadine.

Chiudo gli occhi e spero di arrivare integra.

La sera a cena raggiungiamo un centro commerciale dove c’è un’ampia scelta di locali ed è proprio la notte che la città si anima. ERAWAN è un piccolo tempio vicino al nostro hotel, invaso da persone che, con un piccolo obolo, fanno danzare di fronte alla statua di BRAHMA il dio elefante, delle bellissime ragazze con costumi tradizionali, come ringraziamento per la fortuna ottenuta.

Lunedì 20 alla mattina ci alziamo di buon ora cosi, una volta saldato il conto, abbiamo ancora a disposizione 6 ore prima della partenza verso l’aeroporto. Lasciamo le valige e ci rechiamo a piedi verso il WAT PATHUM WANARAM ricostruzione del crematorio della principessa madre. Dopo la cremazione nel 1996 i suoi resti vennero trasferiti qui con una solenne processione.

Il cielo è di un blu intenso ed i tetti colorati danno un contrasto ottimo per le foto. Naso all’insù per l’inquadratura, un passo di lato, un passo indietro, ancora uno…Splash…Dentro ad un canale di scolo fino alle ginocchia. Pianto per la maledizione che mi circonda, corsa in hotel dove a fatica (per la lingua) riesco a farmi dare una stanza. Doccia e spruzzata di germospray … -NON AVRO’ MICA CONTRATTO QUALCHE BATTERIO? cambio d’abiti ..

-LI BUTTO O NO? …Taxi …Aeroporto. Sono esausta e la vera vacanza deve ancora iniziare! Ore 17,20 – ANCORA 17? OH NO! Decolliamo per Melbourne.

Che casino, l’aereo arriva da Roma carico di Italiani che tra una partita a carte, risate e bevute non ci lasciano riposare.

-IL PEGGIORE DI LORO? Quello che per tutto il tempo, in prima fila, tiene i piedi appoggiati sullo schermo rendendo quasi impossibile la vista del film Martedì 21 AUSTRALIA STATO DEL VICTORIA 04,45 -MELBOURNE SIAMO DA TE! -ALLORA DOV’E’ IL CORRISPONDENTE CHE CI DEVE CONSEGNARE TUTTI I VOUCHER SIA AEREI CHE ALBERGHIERI? 05.00 iniziamo a preoccuparci 05,30 non si vede e mi reco al banco informazioni per farlo chiamare al microfono (dovesse essere in giro a cercarci) 06,00 arrivano i parenti australiani, (lo zio di Robi) con un giro di telefonate, improponibili per me, contattiamo l’agenzia.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Australia
    Diari di viaggio
    luna di miele tra australia e polinesia francese!

    Luna di Miele tra Australia e Polinesia Francese!

    Il 2019 è stato l’anno che ci ha visto convolare a nozze e come meta della nostra luna di miele abbiamo scelto un mondo lontano dove...

    Diari di viaggio
    e all'improvviso... australia

    E all’improvviso… Australia

    E all'improvviso… Australia, una meta che non mi aspettavo, nemmeno presa in considerazione, prezzi e lunghezza del volo… e la mia...

    Diari di viaggio
    overland italia australia: navigazione e arrivo!

    Overland Italia Australia: navigazione e arrivo!

    Buon anno! Sono arrivato in Australia, ci sono riuscito! Ecco l'ultimo aggiornamento del viaggio partendo da dove ci eravamo lasciati. Ero...

    Diari di viaggio
    cartoline dal down under

    Cartoline dal Down Under

    L’Australia è famosa nel mondo per le sue meraviglie naturali: barriera corallina, foreste pluviali lussureggianti, i deserti...

    Diari di viaggio
    australia 2019

    Australia 2019

    Ancora Australia, e per noi questa è la sesta volta… Si parte il 09 Agosto con Emirates, scalo a Dubai, cambio di aeromobile e poi altre...

    Diari di viaggio
    overland italia australia: sulle sponde del baikal

    Overland Italia Australia: sulle sponde del Baikal

    Proseguendo il mio diario, il giorno dopo l’arrivo burrascoso a Irkutsk, lo splendore del lago Baikal mi ha ampiamente ripagato delle...

    Diari di viaggio
    overland italia australia: verso vladivostock

    Overland Italia Australia: verso Vladivostock

    Passato il Km 2102 della Transiberiana, sono entrato geograficamente in Siberia. Nei due giorni di stop a Novosibirsk, oltre a visitare la...

    Diari di viaggio
    overland italia australia: l'arrivo a mosca!

    Overland Italia Australia: l’arrivo a Mosca!

    Ci sono riuscito, cinquantuno ore e sei treni dopo la partenza da Sesto Calende, ho raggiunto Mosca. Ho lasciato il mondo latino, quello...

    Diari di viaggio
    western australia: in trailfinder camper da perth a darwin via gibb river road

    Western Australia: in trailfinder camper da Perth a Darwin via Gibb River Road

    di Marina e Andrea Siamo una coppia di Milano a cui piace viaggiare alla scoperta, dove possibile, di Paesi o zone poco turistiche. A volte...

    Diari di viaggio
    viaggio nella ventosa australia

    Viaggio nella ventosa Australia

    Quest’anno mio marito aveva le idee ben chiare su dove andare in vacanza. Nonostante avessimo solo 16 giorni a fine agosto non c’è...