Australia, outback 4×4

In un Paese bruciato dal sole... abbiamo visitato per la prima volta il deserto australiano nel 2008 pianificando tappe, percorsi e rifornimenti in un anno. Ma la terra rossa ci ha fatto innamorare di questo Paese ai confini del mondo
 
Partenza il: 31/07/2008
Ritorno il: 29/08/2008
Viaggiatori: 2
Spesa: 3000 €

Dopo aver organizzato e sognato questo primo viaggio in Australia per un anno, finalmente lo abbiamo fatto e mettiamo a disposizione di tutti la nostra esperienza per far si che possa essere utile e da spunto per chi vuole affrontare un viaggio avventura in solitaria nel deserto Australiano.

Il viaggio è durato circa un mese. Voli e mezzi di trasporto sono stati prenotati dall’Italia in autonomia via internet. Mappe cartacee acquistate via internet ma per lo più il percorso è stato pianificato a computer e messe le tracce su un navigatore GPS.

1/2 AGOSTO: PERTH a COOLGARDIE

Km.520 c.a asfalto

Caravan park, 99 Beyly Street, 22 dollari

Arriviamo a Perth dopo un volo di quasi 19 ore, che ormai e’ pomeriggio inoltrato…ha appena piovuto e la temperatura e’ attorno ai 15 gradi… freddina. All’aereoporto ci fan passare attraverso la “Quarantena area”,dove tutto cio’ che porti con te da fuori Australia (per le cose specifiche c’e’ un modulo da compilare in aereo…e un sito a cui fare riferimento prima di partire) deve essere controllato e approvato per verificare che non sia stato contaminato prima di entrare nel Paese. Un simpatico tassista ci porta al nostro albergo….e ci ha chiede un po di cose sulla nostra avventura. Cavoli siamo in Australia…ma la pioggia, il buio, l’inglese e le patatine fritte la fanno piu’ assomigliare all’Irlanda.

Dopo una notte incerta, ripartiamo la mattina da Perth per andare a ritirare il nostro mezzo di trasporto….perdiamo parecchio tempo per le formalita’ di noleggio e per la spiegazione dell’utilizzo dello stesso. Scopriamo nostro malgrado che le strade che avevamo progettato di fare,non si possono percorrere, la ragazza ci dice che sono pericolose,impraticabili e che l’assicurazione non copre in caso di danni ecc….restiamo un po spaesati,e Marco inizia a dare i primi segni di incertezza, perche’ prenotado dall’Italia ci era stato assicurato che il percorso da noi scelto si sarebbe potuto fare senza particolari problemi. E’ quasi mezzogiorno quando dopo aver fatto una spesa veloce a Perth,partiamo con destinazione Kalgoorlie. La strada da percorrere e’ parecchia, tutta dritta ed asfaltata…il traffico man mano che ci spostiamo da Perth si fa sempre piu’ rado; passiamo per vari paesi dimenticati da dio e facciamo gasolio ad una pompa di benzina a Merredin e quando ormai si fa quasi buio,restiamo soli sulla lingua di asfalto grigia che ci porta a destinazione. E’ meglio non viaggiare mai con il buio, perche’ si corre il rischio di investire canguri che all’alba e al tramonto si avvicinano alla strada in cerca di cibo. Decidiamo di fermarci al paese prima della nostra destinazione,e troviamo un caravan park a Coolgardie (Caravan Park- 99 Beyly Street-22 dollari). L’ennesima citta’,se cosi’ si puo’ definire, fantasma. Oltre agli spazi immensi, qui il tempo sembra si sia fermato….sembra di essere nel farwest, e’ indescrivibile l’atmosfera che si respira. Le case e le persone sembrano appartenere ad un’altra epoca; le abitazioni povere ed essenziali, per lo piu’ fatte di lamiera e rialzate daterra sia per le piogge sia per gli animali e i rettili che in Australia fanno da padroni. Si e’ fatto buio e fa parecchio freddo, ci prepariamo una zuppa ai 5 cereali della Knorr portata dall’Italia, facciamo due passi ammirando il cielo che ci regala per la prima volta una distesa di stelle mai vista in vita nostra e ci chiudiamo nel nostro camper per prepararci alla notte. Accendiamo il pc per scaricare i dati della giornata…..ma il pc non riconosce piu’ il GPS….e qui Marco ha il crollo definitivo,si sente perso senza la tecnologia… ma non ci si puo’ fare nulla ora,fuori dal mondo senza uno straccio di segnale internet….cosi prepariamo il nostro letto di sacchi a pelo, non molto grande ma caldo e cerchiamo di riposare…..mentre fuori il silenzio e’ rotto solo dai versi degli animali.

3 AGOSTO: COOLGARDIE a LENORA

Km.400 c.a. asfalto e piste di sabbia

Camping Lenora 15 dollari

Gasolio 100 dollari

Il mattino ci accoglie con un sole splendido,ma con un aria gelida che taglia il viso. Marco e’ preoccupato per il GPS senza quello siamo un po persi perche’ li su ci sono le mappe di un anno di preparazione al viaggio…. e quindi non si sta per nulla godendo la splendida giornata. Io al contrario sono stranamente tranquilla, in fondo questa e’ l’Australia, la terra dell’essenzialita’ e sono certa che con tutte le mappe cartacee che abbiamo a dispos izione ce la caveremo lo stesso. Partiamo alla volta di Kalrgoorlie, e visto che e’ domenica,la citta’ e’ completamente chiusa, negozi,uffici del turismo…tutto chiuso, quindi non ci sono possibilita’ di risolvere il nostro problema. Facciamo colazione con uno splendido cappuccino e tre enormi fette di pane tostato e marmellata al Monti’s un locale dove gia alle 8 del mattino c’è odore di salsiccia affumicata e di maionese…Marco mangia poco,e’ nervoso, non e’ riuscito a risolvere il problema GPS, facciamo due passi a piedi, per vedere le…anzi La via principale della citta’,e poi ci dirigiamo al “Super Pit LookOut”, una enorme cava dalla quale si estrae l’oro. Lo spettacolo che si presenta in cima al sentiero e’ grandioso, e i camion da cava sembrano moscerini in confronto alla grandezza del buco Ripartiamo adottando un metodo tecnologico piu spartano, ma che fa rasserenare Marco….e come per magia, la deviazione per Menzis, ci porta finalmente su una pista di terra rossa battuta, facendoci dimenticare l’asfalto…e il prblema GPS.

Menzis e’ un altro paese (se cosi’ si puo’ definire un municipio, un camping e un distributore di benzina) dimenticato da Dio. Qui regna il silenzio, vuoi perche’ e’ domenica, vuoi perche’ gli abitanti sono forse un paio….ma se fosse mezzogiorno non mi stupirei di veder sbucar fuori due pistoleri pronti a sfidarsi a duello in mezzo alla strada come nei migliori film. Partiamo alla volta di “Lake Ballard”. Bellissimo, il camper fa un sacco di rumore…ma il guidare da soli immersi nel rosso della terra d’Australia non ha paragone. Lungo il percorso incontriamo parecchi canguri…purtroppo parecchi morti, uccisi dalle auto e camper di passaggio. Strada rossa, canguri e bufali ci accompagnano fino a questo lago salato immerso nella pianura australiana, caratterizzato dalle bizzarre statue di bronzo piantate sulla spiaggia. Scattiamo qualche foto, facciamo due passi e pranziamo, con tacchino a fette, philadelphia e pane….e poi ripartiamo alla volta di Leonora. Il viaggio per arrivare a Lenora e’ splendidio…solo noi e il nostro camper a rompere la magia di queste strade sterrate, rosse come il fuoco, immerse totalmente nella natura, attraversate da canguri rossi curiosi e mandrie di bufali e mucche liberi al pascolo. Arriviamo a Leonora che ancora c’e’ il sole…ci accorgiamo subito che e’ nuovamente un paese fantasma…che ricorda molto i racconti di Stephen King… tutto chiuso,non anima viva…tranne che al Caravan Park piuttosto affollato,ma tranquillissimo, uno dei migliori campeggi trovati nel nostro viaggio. Prendiamo posto nella nostra piazzola, mentre uno splendido tramonto ci fa compagnia…ci facciamo una doccia calda, perche’ quando il sole se ne va, arriva il freddo deciso; un risottino Knorr zafferano e funghi e ci godiamo una splendida stellata nel buio piu’ assoluto prima di chiuderci nel nostro camper sotto i sacchi a pelo caldi.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Alice Springs
    Diari di viaggio
    luna di miele tra australia e polinesia francese!

    Luna di Miele tra Australia e Polinesia Francese!

    Il 2019 è stato l’anno che ci ha visto convolare a nozze e come meta della nostra luna di miele abbiamo scelto un mondo lontano dove...

    Diari di viaggio
    cartoline dal down under

    Cartoline dal Down Under

    L’Australia è famosa nel mondo per le sue meraviglie naturali: barriera corallina, foreste pluviali lussureggianti, i deserti...

    Diari di viaggio
    australia on the road

    Australia on the road

    Noi siamo stati in Australia dal 5 al 29 novembre 2017. Abbiamo percorso con auto a noleggio circa 5.400 km, facendo le tratte da Malbourne...

    Diari di viaggio
    red centre australiano

    Red Centre australiano

    1° giorno Dopo circa 2 ore e mezza di volo atterriamo ad Ayers Rock da Cairns. Ritiriamo subito la nostra 4x4 che ci permetterà di...

    Diari di viaggio
    il viaggio di una vita: australia

    Il viaggio di una vita: Australia

    nei pressi della fermata, il Travelodge dove pernotteremo per 3 notti.Lasciamo le valigie in hotel e usciamo subito per un giro della...

    Diari di viaggio
    australia... cose dell'altro mondo

    Australia… cose dell’altro mondo

    Dopo mesi e mesi di preparativi, eccoci arrivati al momento della partenza. Il nostro primo approccio con la terra australiana avviene a...

    Diari di viaggio
    un sogno chiamato australia

    Un sogno chiamato Australia

    Periodo: Dicembre-Gennaio (estate australiana) Spesa approssimata per eccesso: 6.000 euro (tutti i voli sia nazionali che internazionali,...

    Diari di viaggio
    sogno australiano

    Sogno australiano

    Sabato 25 Gennaio Partiti da Roma Fiumicino alle 14.40 con Emirates. L'aereo è molto confortevole ma non funzionano i nostri display....

    Diari di viaggio
    australia, outback 4x4

    Australia, outback 4×4

    Dopo aver organizzato e sognato questo primo viaggio in Australia per un anno, finalmente lo abbiamo fatto e mettiamo a disposizione di...

    Diari di viaggio
    australia, il sogno che diventa realtà

    Australia, il sogno che diventa realtà

    01.06.13 W gli sposiiii! J J J02-03.06.13 Eccoci, finalmente, in partenza per IL viaggio...Banco del check-in all'aeroporto di...