Australia: bello, molto bello ma non bellissimo

Note generali. Viaggio bello, molto bello ma non bellissimo (la parola bellissimo la spendo solo per le isole Whitsunday con Whitheaven Beach e per le balene di Hervey Bay) ma mentre per altri viaggi del passato potremmo valutare di tornare in Australia non pensiamo. Ci aspettavamo molto di più ma alcuni siti o aree molto reclamizzate ci hanno...
 
Partenza il: 04/08/2007
Ritorno il: 31/08/2007
Viaggiatori: in coppia

E’ ormai sera e rientriamo in hotel. Riposo e poi cena all’Harbour dopo aver ovviamente osservato l’OperaHouse in versione notturna. Ceniamo in un buon ristorante all’Harbour (The Angus – AUS35 a testa). Al ritorno sorpresa. È arrivata la nostra valigia.

Ultimo giorno a Sydney: decidiamo di fare una gita a Mainly. Da Circular Quay un ferry ci porta in circa 30 minuti di navigazione con scorci panoramici splendidi a Mainly sobborgo di Sydney. Ci rilassiamo con una lunga passeggiata (Mainly Scenic Walk) nella baia di questa cittadina e all’ora di pranzo ci spostiamo sulla lunga spiaggia di Maily. E’ una spelndida giornata di sole e dopo avere acquistato il solito Fish&Chips ci sediamo in spiaggia a mangiare. Poi passeggiata lungo il mare e rientro a Sydney. Visitiamo The Rock (nulla di speciale) e ci rechiamo a visitare l’acquario (anche questo nulla di particolare). Infine ceniamo stanchi di tanto camminare sempre all’Harbour (spendendo sempre circa 35 AUS a testa) in un ristorante di pesce.

9 agosto 2006 Raggiungiamo l’aeroporto e in perfetto orario parte il volo per Ayer Rock (sembra un volo Alitalia tanti sono gli italiani). In 3 ore raggiungiamo il piccolo aeroporto dove ritiriamo l’auto a noleggio. Un consiglio: non sottoscrivete assicurazioni aggiuntive, il traffico è inesistente e non vi sono pericoli di incidenti o altro.

La giornata è splendida. Raggiungiamo l’hotel (Lost Camel, molto caro per il servizio dato), lasciamo i bagagli e in auto ci avventuriamo nel deserto per raggiungere le Olgas. (l’ingresso al parco costa 25AUS a persona, validità 3 giorni). Paesaggio molto molto bello come la camminata di 8 km che facciamo (Valley of the Winds Treaking). Si godono panorami molto originali. Al tramonto ci fermiamo al Sunset ad osservare queste montagne che cambiano colore al scendere del sole. Rientrati in hotel scopriamo che per cenare vi sono solo 3 ristoranti (tutti gestiti come gli hotel dalla medesima organizzazione) e per ben AUS 52 a testa mangiamo al Bough House Restaurant (buffet) direi in modo abbastanza ordinario e con poco qualità e scelta.

Nota. Anche la colazione è carissima (a differenza di Sydney) per cui da oggi essendo le camere sempre dotate di bollitore e tazze, ci compriamo al supermercato cioccolata e biscotti. Lo stesso per il pranzo da oggi quasi sempre panini.

10 agosto 2007 Giornata dedicata a Uluru. Dopo colazione raggiungiamo Uluru e parcheggiata l’auto optiamo per fare l’intera passeggiata intorno al monolite (10 km). La giornata è limpida ma non caldissima. Dopo una prima parte (Mala Walk) con molta gente (i tour organizzati fanno fare una breve walk di 2 km) dove osserviamo i primi dipinti aborigeni restiamo in pochissimi a fare il giro completo nel quale si puoi ammirare da tutte le angolazioni il famoso monolite. Il cotrasto tra il rosso del monolite, il blu del cielo e il verde di alcune macchie di alberi è spettacolare. Compiano l’intero giro in circa 3 ore. Per pranzare raggiungiamo l’area attrezzata al Cultural Center (l’austrialia è piena di tali aree con tavoli, sedie e anche barbecue) e aver fatto qualche compera torniamo in hotel e trascorriamo il resto della giornata alla piscina dell’hotel. Questa sera ci aspetta l’unica vera fregata di questa vacanza: la “Desert Dinner Sound of Silence”. NON FATELA: costosa, cibo appena decente e tramonto su Uluru, super-pubblicizzato ma visto da lontasissimo. 11 agosto 2007 Non avendo visto il tramonto decidiamo di vedere l’alba a Uluru. Sveglia all’alba, corsa al Sunrise Point e… Spettacolo indimenticabile. Poi colazione e partenza per la lunga trasferta a Kings Cayon (400 km di deserto. La strada è bella senza rischi e vi sono alcuni lookout sul deserto molto belli. Arrivati allìhotel (Kings Cayon Resort, l’unico della zona, anche questo caro e senza nessuna particolarità) andiamo subito a vedere il Kings Cayon. Ci accorgiamo subito che il paesaggio è molto bello ma restarci 2 notti come avevamo previsto è eccessivo. Per cui decidiamo di stare solo 1 notte. Nel pomeriggio facciamo la passeggiata più breve sul fondo del Cayon (niente di particolare). La sera ceniamo al Outback BBQ and Grill del resort molto simpatico con musica e balli (però anche abbastanza caro AUS 40 a testa ma e l’unico). 12 agosto 2006 Sveglia alla mattina e raggiungiamo nuovamente Kings Cayon dove ci avventuriamo nel Rim Walk il trekking più impegnativo (circa 7Km con alcune parti di dura salita). Però il paesaggio merita e la stranezza del luogo affascina. Bello.

Tornati a valle per mezzogiorno ci attende la lunga trasferta verso Alice Springs; non avendo un 4×4 percorriamo l’Highway e dopo circa 5 ore di strada noiosa e monotona arriviamo a Alice Springs cittadina anonima e insignificante. Soggiorniamo al Alice Springs Resort (stessa catena del Kings Cayon avendo fatto lo swicth delle notti però molto meno caro – la doppia cira 80 euro è decente) e con un ristorante Barra On Todd dove abbiamo mangiato veramente bene (barramundi cucinato in mille modi). Qui conosciamo una coppia di spagnoli che ritroveremo spesso nel ns. Viaggio 13 agosto 2007 Abbiamo circa 2 ore libere prima del check-in per Darwin e le utilizziamo per visitare Alice Spring dove c’è veramente poco se non una serie di negozi carini di arte aborigena. Raggiungiamo l’aeroporto, lasciamo l’auto e prendiamo il volo per Darwin anche questo in perfetto orario (anche questo sembra un volo Alitalia tanti sono gli italiani e purtroppo ri-incontriamo anche un gruppo superorganizzato,di cui non scrivo il nome del tour operator, con guida dall’italia antipaticissima e ci chiediamo come si possa viaggiare in questo modo: intruppati come soldatini e agli ordini di una demente. Va beh!!!! Ognuno sceglie di passare le ferie como meglio crede).

Arrivati a Darwin raggiungiamo l’Hotel con un comodo servizio di bus (Airport Link). I biglietti si acquistano al terminal dell’aeroporto. Soggiorniamo al Novotel Atrium e nonostante il costo presenta i soliti difetti di poca pulizia e poca attenzione. Gironzoliamo tutto il pomeriggio per Darwin (Mitchell Street, il parco) che non ha nulla di speciale. E’ solo il punto di partenza delle escursioni al Kakadu e agli altri parchi della zona. La sera ceniamo aa Shenannigans (pub irlandese, non male, non costosissimo e con piatti abbondanti) . A Darwin vi è un pò di vita ma come altre città australiane fino a circa le 11.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Australia
    Diari di viaggio
    luna di miele tra australia e polinesia francese!

    Luna di Miele tra Australia e Polinesia Francese!

    Il 2019 è stato l’anno che ci ha visto convolare a nozze e come meta della nostra luna di miele abbiamo scelto un mondo lontano dove...

    Diari di viaggio
    e all'improvviso... australia

    E all’improvviso… Australia

    E all'improvviso… Australia, una meta che non mi aspettavo, nemmeno presa in considerazione, prezzi e lunghezza del volo… e la mia...

    Diari di viaggio
    overland italia australia: navigazione e arrivo!

    Overland Italia Australia: navigazione e arrivo!

    Buon anno! Sono arrivato in Australia, ci sono riuscito! Ecco l'ultimo aggiornamento del viaggio partendo da dove ci eravamo lasciati. Ero...

    Diari di viaggio
    cartoline dal down under

    Cartoline dal Down Under

    L’Australia è famosa nel mondo per le sue meraviglie naturali: barriera corallina, foreste pluviali lussureggianti, i deserti...

    Diari di viaggio
    australia 2019

    Australia 2019

    Ancora Australia, e per noi questa è la sesta volta… Si parte il 09 Agosto con Emirates, scalo a Dubai, cambio di aeromobile e poi altre...

    Diari di viaggio
    overland italia australia: sulle sponde del baikal

    Overland Italia Australia: sulle sponde del Baikal

    Proseguendo il mio diario, il giorno dopo l’arrivo burrascoso a Irkutsk, lo splendore del lago Baikal mi ha ampiamente ripagato delle...

    Diari di viaggio
    overland italia australia: verso vladivostock

    Overland Italia Australia: verso Vladivostock

    Passato il Km 2102 della Transiberiana, sono entrato geograficamente in Siberia. Nei due giorni di stop a Novosibirsk, oltre a visitare la...

    Diari di viaggio
    overland italia australia: l'arrivo a mosca!

    Overland Italia Australia: l’arrivo a Mosca!

    Ci sono riuscito, cinquantuno ore e sei treni dopo la partenza da Sesto Calende, ho raggiunto Mosca. Ho lasciato il mondo latino, quello...

    Diari di viaggio
    western australia: in trailfinder camper da perth a darwin via gibb river road

    Western Australia: in trailfinder camper da Perth a Darwin via Gibb River Road

    di Marina e Andrea Siamo una coppia di Milano a cui piace viaggiare alla scoperta, dove possibile, di Paesi o zone poco turistiche. A volte...

    Diari di viaggio
    viaggio nella ventosa australia

    Viaggio nella ventosa Australia

    Quest’anno mio marito aveva le idee ben chiare su dove andare in vacanza. Nonostante avessimo solo 16 giorni a fine agosto non c’è...