Appunti dall’ELBA

“Quando la Venere Tirrenica uscì dalle onde del mare, dal suo diadema si staccarono sette gemme. Nacquero cosi le isole dell’arcipelago toscano: Elba, Giglio, Capraia, Gorgonia, Pianosa, Giannutri e Montecristo”. Antica Leggenda. Gli oltre cento km di costa dell’isola d’Elba offrono un’incredibile varietà di ambienti, panorami,...
 
Partenza il: 30/08/2008
Ritorno il: 09/09/2008
Viaggiatori: in coppia
Spesa: 1000 €

“Quando la Venere Tirrenica uscì dalle onde del mare, dal suo diadema si staccarono sette gemme. Nacquero cosi le isole dell’arcipelago toscano: Elba, Giglio, Capraia, Gorgonia, Pianosa, Giannutri e Montecristo”. Antica Leggenda.

Gli oltre cento km di costa dell’isola d’Elba offrono un’incredibile varietà di ambienti, panorami, contesti indimenticabili: calette, spiagge, insenature, ampi golfi con litorali attrezzati e approdi. Visitare l’Isola d’Elba è un esperienza da costruire giorno per giorno, con cura, dettaglio ma anche con quell’improvvisazione che regala scoperte inattese e magiche.

I nostri nove giorni nella perla Elbana sono scivolati via tra profumi di pino ed eucalipto, colori chiari del mare cristallino e scuri delle nubi maestose su Monte Calamita, silenziose spiagge dipinte di bianco, del rosso ghiaia, del verde pino, del grigio roccioso e del nero pomice. L’Elba va vissuta con tutti i sensi e… con queste informazioni pratiche, utili anche per smantellare qualche luogo comune.

CONSIGLI e INFORMAZIONI PRATICHE (per contenere il Budget…) – Periodo: il nostro viaggio si è svolto la prima settimana di settembre. Credo sia il periodo ideale. Le spiagge affollate non mancano ma si riesce a ricavare i propri spazi vitali cercando piccoli angoli di paradiso. Le strade inoltre non sono particolarmente trafficate, tranne quella per Capoliveri dalle 19 in poi. – Traghetto: Consigliamo il traghetto Toremar, costa qualche decina di euro in meno rispetto alla Mobylines, si prenota online e il biglietto via email consente l’imbarco diretto.

– Alloggio: la nostra scelta di affittare un appartamentino a PortoAzzurro si è rivelata strategica. Dopo una ricerca capillare sul web consigliamo questi siti che ci hanno consentito di trovare una buona sistemazione ad un ottimo prezzo a due passi dal centro di Porto Azzurro. www.Infoelba.It (ha uno straordinario servizio di richiesta multipla in funzione della tipologia di alloggio, il vostro indirizzo di posta verrà intasato di preventivi!) www.Isoleditoscana.It (sito istituzionale) www.Manticaviaggi.It (trovato grazie a infoelba.It, la Signora Lidia è gentilissima e saprà consigliarvi un ottimo alloggio!) – Orientamento: acquistate la guida “Elba Tutte le Spiagge” si trova praticamente ovunque ed è un vero investimento per scoprire i posti più suggestivi dell’Isola D’Elba. Ogni zona dell’isola ha una sua particolarità, sta a voi scoprire quale caratteristica coccola di più i vostri sensi. In linea molto generale: – la parte ovest, alla quale abbiamo dedicato meno tempo, è dominata dai mille metri del monte Capanne, spettacolare per gli amanti del trekking, da poche spiagge “commerciali” (ad esclusione di Fetovaia e Cavoli, affolattissime) e dai paesi di Marciana Marina e Marina di Campo (altra frequentata metà turistica) – la parte nord est, famosa per le sue ex miniere è suggestiva ma molto meno turistica della zona sud est che è comunque consigliabile per l’equilibrato incontro tra le due anime dell’isola (Portoazzurro, Portoferraio e Capoliveri offrono tanti servizi, belle serate e sono posizionate in modo tale da raggiungere piuttosto rapidamente ogni parte dell’isola) SPIAGGE (non perdete tempo con le famose…) Durante il nostro soggiorno abbiamo visitato 14 spiagge! L’isola si gira comodamente in auto anche se le strade provinciali sono un po’ strette, a rischio ciclista… La nostra idea di affittare uno scooter è naufragata guardando i prezzi proposti dai rent (per un 125 cc ci hanno chiesto circa 40 euro al giorno!). Per la maggior parte delle spiagge non abbiamo avuto difficoltà a parcheggiare, per alcune il parcheggio è un vero dramma (soprattutto le più frequentate) e questo ha influito sulla nostra valutazione… Nell’ordine, le spiagge che abbiamo apprezzato di più sono: 1. Palombaia (sulla strada per Cavoli da Marina di Campo): un piccolo paradiso semi sconosciuto ma, nonostante tutto, attrezzato con piccolo bar e noleggio lettini. Parcheggio semplice, una scalinata un po’ impegnativa vi condurrà alla spiaggia. Simpatico il gestore, allegro nel suo abbandonare la baracca per corteggiare 3 turiste… il mare è stupendo, la spiaggia di sabbia e ghiaia poco affollata. Abbiamo trascorso uno splendido pomeriggio di relax! 2. Le Ghiaie (a poca distanza dal centro di Portoferraio): i sassi bianchi rendono i colori magici e l’acqua cristallina. Di una rara bellezza. Affollamento contenuto, nonostante la posizione centrale (si trova praticamente in paese) e buoni servizi. Indimenticabili i gabbiani presenti ovunque. 3. Ferrato (Zona Capoliveri, direzione Straccoligno): altra spiaggetta semi sconosciuta e per questo sicuramente speciale. C’è una bellissima pineta che consente momenti d’ombra e una splendida visuale. Piccolo bar, un po’ improvvisato e parcheggio con gestore assonnato. Acqua limpida affollata di pesci! Bellissima davvero.

4. Magazzini (Dalla provinciale Portoferraio-Porto Azzurro si gira per Schiopparello fino a Località Magazzini): spiaggia corta con ulivi e pini a ridosso. Bellissimo mare, tappetino di foglie e pochi, solitari turisti. C è una splendida vista su PortoFerraio, davvero un posto magico se cercate la tranquillità. Costeggiando il muretto che recinta un azienda agricola e attraversando un canneto arrivate a Schiopparello, altra bellissima spiaggetta semi deserta che vi consente di ammirare uno splendido tramonto su PortoFerraio.

5. Zuccale e Barabarca (sulla strada per Capoliveri, seguendo la direzione per le spiagge): Acqua chiara limpida e fresca, siamo in un piccolo golfo circondati da Ginepri, ulivi, lecci e pini. Sguazziamo tutta la mattina con le nostre maschere per vedere pesci e fondali, davvero bello. Le due spiagge sono collegate da qualche scoglio che consente il passaggio da una all’altra. Ottimo il parcheggio anche se a pagamento (0.75 euro l’ora).

6. Lacona: Molto affollata ma comunque molto bella. Classica spiaggia di sabbia, attrezzatissima e piuttosto lunga. Consente comunque, in alcune zone, di stendere teli e piantare ombrelloni… Acqua limpida e godibilissima. Vale qualche ora, magari la mattina presto, prima che i bambini ti costruiscano un castello di sabbia in testa! Oltrepassato il camping sulla sinistra c è un bel parcheggio gratuito. Proprio davanti ad un bar paninoteca che, tra l’altro, fa ottimi panini! 7. Cala Dell’Innamorata (da Capoliveri proseguendo in direzione Morcone e continuando per Madonna delle Grazie): non possiamo apprezzare appieno le bellezze della spiaggia causa cielo coperto. Peccato! Il nome della spiaggia è legato ad una antica leggenda rievocata il 14 Luglio di ogni anno. Pare che nel lontano 1500 due giovani innamorati, Lorenzo e Maria (diciamo Romeo e Giulietta dell’Isola d’Elba) si incontrassero di nascosto su questa spiaggia. Il 14 Luglio del 1534 Lorenzo arrivò in anticipo all’appuntamento ma venne catturato dai pirati saraceni e Maria assistette impotente, dall’alto di una scogliera, all’uccisione del suo amato. Disperata decise a sua volta di uccidersi gettandosi in mare. Ogni anno questo disperato gesto d’amore viene rievocato da una ragazza che si tuffa in mare dallo stesso scoglio. La storia ci ha suggestionato come la visuale sulle isole Gemini.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Capoliveri
    Diari di viaggio
    isola d’elba: non tutta ma bonaparte

    Isola d’Elba: non tutta ma Bonaparte

    Quando si pensa all’Isola d’Elba, la prima cosa che viene subito in mente è il meraviglioso mare e le tipologie differenti di...

    Diari di viaggio
    isola d'elba... isola superba.

    Isola d’Elba… isola superba.

    Agosto 2020, un' estate particolare, unica nel suo genere... come tre quarti dei nostri connazionali, optiamo per rimanere in Italia per...

    Diari di viaggio
    isola d'elba... in mezzo alla natura

    Isola d’Elba… in mezzo alla natura

    Con questo diario voglio descrivervi la mia esperienza di 6 gg alla scoperta dell'isola d'Elba, per fornirvi informazioni sul cosa c'e' da...

    Diari di viaggio
    isola d'elba

    Isola d’Elba

    Fine settembre all'Isola d'Elba, 4 giorni cercando di prolungare l'estate. Partenza mercoledì alle 13 da Bologna in auto dopo il lavoro....

    Diari di viaggio
    una vecchia conoscenza

    Una vecchia conoscenza

    Vacanza prenotata ad aprile 2010, due settimane all'Elba.... proprio nello stesso appartamento dell'estate 2004 e 2005..... Proprio così,...

    Diari di viaggio
    giugno all'isola d'elba

    Giugno all’Isola d’Elba

    Nel mio secondo diario di viaggio che pubblico in questo sito, dopo aver raccontato il viaggio con mia moglie a Berlino in occasione del...

    Diari di viaggio
    diario di viaggio all'isola d'elba

    Diario di viaggio all’Isola d’Elba

    Isola d’Elba ponte 25 aprile 2008: Il mio consorte e il mio frugoletto spellati come peperoni, a fare il bagno inghiottiti dai cavalloni...

    Diari di viaggio
    l'isola d'elba in sei giorni

    L’isola d’Elba in sei giorni

    08 maggio 2010 sabato Sono appena le 5:00 quando lasciamo Firenze e imbocchiamo la FI PI LI diretti a Piombino. Abbiamo programmato un...

    Diari di viaggio
    vacanze tra l'isola d'elba e versilia

    Vacanze tra l’Isola d’Elba e Versilia

    Vacanza tra l’Isola d’ELBA, Costa degli Etruschi e Versilia Quest’anno ho scelto di passare un’estate italiana, in un itinerario ...

    Diari di viaggio
    elba voglio di con lo scooter

    Elba voglio di con lo scooter

    Quattro giorni all’Elba – isola a noi sconosciuta - organizzati all’ultimo e per di più a luglio: non avremmo mai immaginato di...