Antille Francesi Guadalupa “guadeloupe”

Marito e moglie nelle antille francesi, durata 31 gg. Questo viaggio è stato affrontato con spirito di avventura, grande forza di adattamento e realizzato con un budget abbastanza limitato. Non è stato viaggio da Caraibi a 5 stelle!! 15/01/2008 al 15/02/2008 Partenza da casa alle 3 della notte con destino Venezia, Aereoporto Marco Polo,...
 
Partenza il: 15/01/2008
Ritorno il: 15/02/2008
Viaggiatori: in coppia

Marito e moglie nelle antille francesi, durata 31 gg.

Questo viaggio è stato affrontato con spirito di avventura, grande forza di adattamento e realizzato con un budget abbastanza limitato. Non è stato viaggio da Caraibi a 5 stelle!! 15/01/2008 al 15/02/2008 Partenza da casa alle 3 della notte con destino Venezia, Aereoporto Marco Polo, accompagnati da un amico. Arrivati alle 5.30 pronti per il check in delle 6. Il volo di my air con destino Parigi Orly(120 euro a/r) doveva partire alle 7.20 però con la nebbia siamo partiti in ritardo.Arrivo a Parigi alle 9.30 e Check in alle 10.30 con una coda enorme! Per il volo transoceanico abbiamo scelto Air Caraibes(620 euro a/r), ma parlando in giro con turisti francesi le tre compagnie (Air France, Air Caraibes e Corsair) si equivalgono, sia come prezzi, sia come servizio(due voli giornalieri per compagnia).Il nostro volo di air caraibes e stato comodo. Buon servizio e buoni pasti creoli: insalata creola, pollo al curry con pure e verdure e una crostata di banana. Un dolcetto di cocco e aperitivo tipico che ci abitueremo a fare spesso: ti punch, a base di rhum o in alternativa più soft planteur, con rhum e succo di frutta.

Durata del volo quasi 9 ore.Dopo una lunga attesa per ritirare le valige, ecco l’incontro col il nostro primo padrone di casa, il signor Christian che gentilmente ci e’ venuto a prendere in aeroporto. Visto la decisione del lungo periodo di permanenza di 31 gg in Guadeloupe abbiamo deciso di risparmiarci 10 giorni di auto e di economizzare al massimo sulle spese extra(ristoranti, alcol etc);la prima destinazione quindi e’ San Francois in Grande Terre, dove alloggeremo per 10 giorni in un mini appartamento (250 euro).All’arrivo a casa ci accoglie la moglie di Christian la quale ci ha fatto trovare gentilmente nel nostro appartamento anche una baguette, del burro, marmellata e caffe’ per la mattina seguente.Ci facciamo una doccia rilassante e prepariamo una cena veloce con provviste portate dall’Italia. Sono gia’ le 23 (equivalenti alle 4 in Italia) ed e’ ora di dormire.

Giorno 2 sveglia alle 5 (il fuso orario di 5 ore ancore si sente) una bella colazione e pronti alla scoperta di San Francois. Facciamo prima conoscenza con i vicini di casa affittuari come noi, due coppie di francesi sulla sessantina d’anni, poi passiamo da Christian a saldare l’affitto. Molto gentilmente Christian si offre di accompagnarci in auto a conoscere la citta’ e noi accettiamo di buon cuore! Dopo il bellissimo giro turistico ci fermiamo nella spiaggia Raisins Clairs, dove il Christian ci offre un caffe’ e ci da le indicazioni per poter tornare a piedi a casa.Questa spiaggia a nostro giudizio e’ la piu’ bella di San Francois; alberi di mango, palme di cocco, piante di uva, sabbia finissima e acqua del mare veramente trasparente con temperatura costante dai 26° ai 28°, sicuramente una spiaggia da sogno. Per mangiare ci arrangiamo alla meglio, una baguette ed un poco di affettato e via, come primo giorno di spiaggia ce lo vogliamo godere tutto. Alle 17 ci incamminiamo verso casa, e’ il primo ritorno a piedi, e il cammino e’ di circa 30 minuti. Cena tranquilla in casa e poi subito a dormire.

Proseguaimo i giorni seguenti a San Francois molto bene, l’appartamento è piccolino ma ben attrezzato, con fornelli a gas, forno elettrico e a microonde, lavatrice. Anche la posizione dell’appartamento non è male, dista circa 2 km dalla spiaggia più bella di Raisins Clairs, e circa 1 km e mezzo dal centro del piccolo paesino di pescatori.

Decidiamo io e mia moglie di acquistare una sim locale, ci imbattiamo in un negozio marcato Only, ed acquistiamo una sim per 20 euro con 10 euro di traffico inclusi; l’acquisto si dimostra inizialmente utilissimo per prenotare in anticipo le escursioni e per mandare sms anche in italia al costo di soli 10 cent.!! Ma risulterà in seguito una fregatura, non inviava ne riceveva più messaggi dopo una settimana!!! Consiglio dopo aver parlato con chi abita in Guadeloupe di acquistare sim di Orange, oppure Digicel.

Molto gentilmente i padroni di casa ci invitano la terza sera a prendere un aperitivo da loro; ci sediamo a tavola insieme agli altri quattro inquilini ed ai due padroni di casa e t-punch a go go e simpatici stuzzichini, fra i qauali dei Boudelles, specie di salsicce di manzo o pesce piccanti bollite che si mangiano con le mani a morso.

Molto interessante la serata, dialogando con i due padroni di casa che ci spiegavano la loro scelta di vita dopo aver abbandonato il continente europeo per trasferirsi nelle bellissime Antille francesi, e cosa poter vedere di interessante durante la nostra vacanza.

Consiglio agli amante del pesce di visitare il porto dei pescatori (qui la mattina si puo’ comperare direttamente il pesce appena pescato per 10 euro al kg.) Le spiagge viste a San Francois (raggiungibili a gambe) sono quella della Lagon, bella ma anche se appare come non di libero accesso (pareva obbligatorio prendere un lettino (8 euro). Dalla punta del molo marittimo si scorge dall’altra parte una spiaggia piccola e molto carina Le Pie che si raggiunge in 5 min dalla Marina della città. Quando tira molto vento consiglio la spiaggia del Circolo Nautico, piccolina ma molto riparata.

Qualche nformazione riguardo al clima della Guadeloupe: come scrivono in molti, differente il clima della Grande Terre, da quello della Basse Terre, la prima è sempre esposta ad un vento che costantemente soffia da nord est, e generalmente, soprattutto nel periodo che abbiamo scelto noi, doveva essere poco piovosa. Così ci avevano detto, ma così non è stato, su 24 gg di permanenza in Grande Terre di giornate di pieno sole ne abbiamo gustato solo 5!!! L’iter era spesso formato da forti acquazzoni, la notte SEMPRE ci svegliava il rumore della pioggia, e di giorno quando eravamo in spiaggia ogni tanto dovevi correre al riparo di una pianta per limitare la doccia piovana. A detta di chi vive nella Guadeloupe, questo è un inverno anomalo. Fortuna vuole che nei 7 gg che siamo stati in Basse Terre, tranne una giornata, le altre sono state super, caldissime e bellissime, dove invece si legge che le nuvole che provengono da Grande Terre sfogano acqua arrivando in Basse Terre.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Basse Terre
    Diari di viaggio
    guadalupa di consigli veloci

    Guadalupa di consigli veloci

    Anche se si è ai Caraibi, ci si trova in territorio francese, dunque la moneta locale è l'euro, si guida a destra, è valida la patente...

    Diari di viaggio
    guadalupa: consigli utili

    Guadalupa: consigli utili

    corallina è a meno di 100 mt, quindi indipendentemente dal vento la laguna è sempre calma e si formano delle piscine naturali. Lo...

    Diari di viaggio
    diario della guadalupa

    Diario della Guadalupa

    Il nostro viaggio è incominciato all’insegna dell’incertezza, perchè la settimana prima in Francia ci sono stati diversi scioperi in...

    Diari di viaggio
    st. martin e anguilla: il sogno

    St. Martin e Anguilla: il sogno

    stagione secca e le piogge si vedono di rado. Forse il paesaggio risulta un po’ arido e quindi penalizzato in questo periodo, certamente...

    Diari di viaggio
    french caribbean di  guadalupe & marie galante

    French Caribbean di Guadalupe & Marie Galante

    Siamo da poco tornati io ( Mario ) mia moglie Antonella e i nostri amici Fabrizio e Rossella, da una bella vacanza fai-da-te alle Antille...

    Diari di viaggio
    antille francesi guadalupa guadeloupe

    Antille Francesi Guadalupa “guadeloupe”

    Marito e moglie nelle antille francesi, durata 31 gg. Questo viaggio è stato affrontato con spirito di avventura, grande forza di...

    Diari di viaggio
    le isole di guadalupa

    Le isole di Guadalupa

    Piuttosto sconvolti dalle immagini dei poveri paesi colpiti dallo tsunami, decidiamo comunque di partire alla volta delle isole di...

    Diari di viaggio
    guadalupa: caraibi d'europa

    Guadalupa: Caraibi d’Europa

    Guadalupa: Caraibi d'Europa Lunedì 21 Aprile 2003: Nell’aria c’è una situazione internazionale tutt’altro che limpida,...