Amsterdam e dintorni in treno

In giro per alcuni paesi dell'Olanda
 
Partenza il: 11/08/2015
Ritorno il: 16/08/2015
Viaggiatori: 2
Spesa: 1000 €

11 Agosto – Amsterdam

Io e la mia amica dopo un tranquillo volo con easyjet arriviamo a Schiphol nel primo pomeriggio. Il percorso dall’aeroporto alla città è veramente breve: in poco più di 15 minuti siamo arrivate alla stazione dei treni di Amsterdam. Da qui la vista è già notevole: bei palazzi, canali, biciclette ovunque e la vitalità che caratterizza la città. A piedi ci incamminiamo per il dedalo della strade che portano direttamente a piazza Dam e alle cui spalle si trova il nostro albergo:il Corner House Hotel (Nieuwezijds Voorburgwal). Come dice il nome, si trova appunto all’angolo tra due strade e nonostante sia classificato una stella non si è rivelato affatto male. Al piano terra c’è un pub molto carino, le stanze sono grandi e con delle enormi finestre, il personale è molto disponibile. Essendo centrale non abbiamo mai preso i mezzi per muoverci. Decidiamo di fare una passeggiata e ci rechiamo subito a piazza Dam e da lì raggiungiamo piazza Spui con i suoi caffè e la libreria. Al centro una piccola statua che rappresenta un ragazzino dall’aria beffarda. Da Spui arriviamo alla Munrotten, una torre campanaria, che si trova tra il fiume Amstel e il Canale Singel. Sul canale il Bloemenmarkt, il mercato dei fiori. Essendo agosto, non troviamo tulipani ma si possono acquistare i bulbi, di cui ovviamente facciamo incetta. La sera ceniamo dall’ indonesiano Kantjil & de Tijger ( Spuistraat 291-293), tempura di verdura favolosa. Ci è piaciuto talmente tanto che torneremo a mangiarci un’altra volta.

12 Agosto – Edam, Volendam, Marken, Monnickendam

Oggi visita ai paesini del Waterland, regione a nord est di Amsterdam. Con il Waterland Ticket (10 €, si compra a bordo) è possibile per tutta la giornata salire e scendere dagli autobus che la attraversano. I bus vanno presi alla stazione centrale di Amsterdam (bisogna andare alle spalle dell’ingresso principale) e sono veramente molto frequenti (orari e linee su . Bisogna timbrare sia quando si sale e si scende e questo vale anche per i biglietti dei treni. Dopo un bellissimo viaggio di 35 minuti, in cui vediamo mulini, pascoli, splendidi canali e deliziose casette, arriviamo ad Edam. Il paese è una piccola bomboniera: gli abitanti sembrano fare a gara ad adornare il più possibile le loro case che si affacciano sui canali.I giardini sono splendidi. Ovunque pace e tranquillità. Solo la piazzetta principale risulta affollata: si sta tenendo il tradizionale mercato del formaggio. I locali sono vestiti in abiti tradizionali e sembrano veramente figure di un altro tempo. Non possiamo evitare di provare e comprare il formaggio locale. Visitiamo anche la chiesa, come molte altre in olanda lo spazio all’interno viene usato per vari scopi, in questo caso un mercatino dell’usato. Molte chiese hanno anche il bagno, quindi in caso di necessità tornano sempre utili. Molto interessante è poi il museo, che in realtà sono due al prezzo di uno. Si può visitare la casa più antica del paese, perfettamente arredata e in cui spicca la cantina galleggiante (per alleviare la pressione della marea sulle fondamenta). L’altro museo più tradizionale ha una curiosità: il dipinto a grandezza naturale di Trijntje Keever, alta 2 metri e mezzo. Ritorniamo alla stazione per riprendere il bus e scendere dopo una decina di minuti a Volendam. Il paese ci pare più turistico del precedente, con una serie di caffè e ristoranti che si affacciano sul mare. Pranziamo a base di aringhe( molto buone, un pò pesanti da digerire) e subito compriamo il biglietto per il traghetto per Marken, un isola( collegata communque da una striscia di terra, per cui è raggiungibile anche via bus) distante circa mezz’ora. Appena arrivate, troviamo un chioschetto che prepare poffertjes, mini-pancakes decorati con frutta o panna, e non possiamo non provarli. Andiamo alla scoperta dell’ isola: Marken è ancora più idilliaca di Edam,casette, pecore, alberi, verde ovunque . C’è anche un grande negozio che vende zoccoli di ogni forma e misura, dove un ragazzo illustra il procedimento per prepararli. Li vicino c’è la fermata per il bus per Amsterdam ma non ancora stanche, decidiamo di visitare anche Monnickendam, un altro paese nei dintorni. Essendo ormai le sette di sera, tutti i negozi sono chiusi e la città ci pare deserta. Ad ogni modo molto belle la torre e il piccolo porto. Stanche torniamo ad Amsterdam dove ceniamo da De Blauwe Hollander (Leidsekruisstraat 28), cucina tipica olandese. Non mangiamo molto perchè ancora piene dal pranzo, la cucina è comunque molto buona.

13 Agosto – Amsterdam

Giornata tutta dedicata ad Amsterdam. Dopo la colazione ci concendiamo un espresso abbastanza buono al vicino Koffie Culture Center, un piccolo caffè con alcuni posti in vetrina da dove facendo colazione si possono osservare i passanti. Complice la splendida giornata di sole, decidiamo di non visitare musei e di passeggiare semplicemente per la città,alla scoperta di scorci, case caratteristiche( le più antiche sono tutte storte), canali. Questa volta partiamo dal quartiere a luci rosse e proseguiamo per Kalverstraat. Dopo l’ennesimo giro al mercato dei fiori(tra i negozi di fronte c’è anche uno che vende decorazioni natalizie tutto l’anno), ci dirigiamo verso Rembrandtplein( dove si trova ovviamente una statua dedicata a Rembrandt) non prima di una tappa al teatro Tuschinski, in stile art déco e orientaleggiante, dove si sono esibiti grandi attori come Marlene Dietrich e venivano proiettati i grandi film di Hollywood. Ora è un cinema. Pranziamo con un waffle con frutti di bosco e centrifuga e raggiungiamo la Waterlooplein, costruita sull’allora quartiere ebraico e ora occupata dal Municipio, dal Teatro dell’ Opera e dalla vicina casa di Rembrandt(Rembrandthuis). Gironzoliamo per il Niewmarkt dove si trovano il Waag, la più antica porta cittadina della città,e il quartiere cinese e ritorniamo a piazza Spui dove da una porticina dedicata a Sant’Orsola accediamo al begijnhof, un cortile(hofjes) circondato da case dove le beghine si dedicavano all’assistenza di malati ed anziani.Vicino alla vivace piazza Leidseplein si trova l’ingresso a Vondelpark, il più grande parco pubblico della città. Dopo una rilassante pausa stese su un prato, riprendiamo il cammino verso il quartiere Joordan, percorrendo in lungo e in largo Prinsengracht. Passiamo davanti la casa di Anna Frank( con una fila lunghissima, impossibile visitarla). La sera cena dall’ indonesiano.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Amsterdam
    Diari di viaggio
    fioritura dei tulipani in olanda

    Fioritura dei tulipani in Olanda

    L'Olanda è una di quelle tappe da percorrere almeno una volta nella vita se siete amanti dei fiori e dei colori. Il periodo perfetto per...

    Diari di viaggio
    sei giorni ad amsterdam in agosto

    Sei giorni ad Amsterdam in agosto

    GIORNO 1: 10 agosto 2021 Siamo partiti da Bologna con il volo KLM delle 6 di mattina, a bordo ci hanno dato un panino non molto buono...

    Diari di viaggio
    assaggio di primavera in olanda

    Assaggio di primavera in Olanda

    È da un po' che vogliamo andare a vedere la fioritura dei tulipani... e cosi partiamo per l'Olanda, sei giorni ad Amsterdam e tre a...

    Diari di viaggio
    amsterdam e i suoi canali

    Amsterdam e i suoi canali

    Colazione da Vince prima della partenza - 8/6/19 Sabato Ormai è diventata un classico, la colazione da Vince prima della partenza. Ore 10...

    Diari di viaggio
    breve fuga di due amiche in olanda

    Breve fuga di due amiche in Olanda

    Ciao a tutti! Mi piace pensare che questo diario possa essere utile magari a due amiche come me e Mariella, che decideranno di trascorrere...

    Diari di viaggio
    anversa ed amsterdam: due città diversamente fantastiche

    Anversa ed Amsterdam: due città diversamente fantastiche

    Anche quest'anno, come ormai da tradizione, ci tocca scegliere una grande città europea per la gita di primavera/estate. E finalmente,...

    Diari di viaggio
    spring break olandese

    Spring break olandese

    che meritano di essere visti se si ha un po’ di tempo da dedicargli. E ora si aspetta giugno per il nostro viaggione!

    Diari di viaggio
    amsterdam e keukenhof nel periodo più bello dell'olanda

    Amsterdam e Keukenhof nel periodo più bello dell’Olanda

    della storia del tulipano nero e di personaggi famosi che hanno dato il loro nome a nuove varietà, quando questi fiori valevano oro il...

    Diari di viaggio
    amsterdam: amore a prima vista

    Amsterdam: amore a prima vista

    rispettosi dell’ambiente.Abbiamo dedicato il terzo giorno al quartiere De Pijp, e al suo colorato mercato Albert Cuypmarkt, luogo...

    Diari di viaggio
    amsterdam e la festa del re 2

    Amsterdam e la festa del Re 2

    Ad Amsterdam tra il Giorno del Re, i mulini di Zaanse Schans, il parco Keukenhof e... patatine fritte.Circa un anno fa ho...