Alla scoperta della Thailandia 2

Un'esperienza indimenticabile tra mare, montagna e popoli affascinanti
Scritto da: turista84
alla scoperta della thailandia 2
Partenza il: 15/09/2013
Ritorno il: 01/10/2013
Viaggiatori: 2
Spesa: 2000 €

Inizierò nel dire che è stato un viaggio davvero meraviglioso… Assolutamente meraviglioso…

La meta è stata scelta dal mio ormai marito contro la mia volontà (non so come mai ho sempre considerato la Thailandia uno di quei posti da visitare in ogni situazione, figli compresi) e invece mi sono dovuta ricredere…

Siamo partiti giorno 15 settembre ore 14,20 con la Thai Airways e arrivati a Bangkok all’incirca alle 06,00 del mattino. Il viaggio è stato davvero piacevole. La compagnia è a dir poco dotata di tutti i confort necessari per allietare 10 ore di viaggio: monitor tv su ogni posto con film, giochi e musica a volontà, pranzo e colazione, bevande ogni volta che le si desiderano.

Atterrati a Bangkok (precisamente all’aereoporto di Suvarnabhumi), abbiamo subito trovato la nostra guida, assistente della compagnia Easy Smail ad attenderci agli arrivi con il cartello su scritto i nostri nomi. La guida, Vanessa, è stata davvero gentile. Durante il tragitto fino a Bangkok ci ha spiegato cosa vedere di importante nei 3 giorni di permanenza, dandoci degli ottimi suggerimenti. Arrivati in Hotel, “L’Hilton”, siamo rimasti a bocca a perta per la bellezza e la gentilezza mostrata da tutto lo staff… Accoglienza spettacolare mai avuta prima… Dopo aver realizzato che non si trattava di un sogno, abbiamo sistemato le nostre cose in camera e iniziato subito il primo tour: “Visita dei tre dei templi più belli della capitale” con visione dell’architettura, cultura e il trambusto di Bangkok. Il primo Wat Pho (Buddha sdraiato), il secondo è stato il Wat Suthat e il terzo il Wat Benchamabophit a nostro parere uno più bello dell’altro (anche se molto simili!).La nostra guida, Giuliano, è stato davvero molto simpatico e disponibile, portandoci anche a mangiare in un posticino tipico Thailandese.

Il secondo giorno è stato ancora più bello del primo.. La guida che ci ha accompagnati è stato Liroy, una persona davvero meravigliosa… Il tour che abbiamo fatto è stato quello del “Mercato Galleggiante” che dista a più di un’ora dalla città. Durante il viaggio Liroy ci ha spiegato cosa significa per il popolo Thailandese la filosofia del Buddismo, facendoci capire il loro modo di vivere davvero nei minimi dettagli. Inoltre, ci ha “regalati” una sosta davvero meravogliosa: un mercato tipico nato sui binari di una ferrovia sui quali passa il treno un paio di volte al giorno: noi abbiamo assistito a questo evento e visto come al suo arrivo il mercato viene smantellato velocemente e risistemato al suo passaggio… è stato davvero bello. La gita è proseguita con una breve sosta alla fabbrica del burro di cocco e poi al mercato galleggiante: meraviglioso… Davvero spettacolare da vedere assolutamente. Consiglio però di non farsi prendere dall’attimo e di non acquistare molto perchè a Bangkok si spende davvero molto molto molto meno… Al ritorno infatti la guida ci ha lasciati ad uno dei centri commerciali più grandi di Bangkok , l’MBK…Come ve lo posso spiegare? Da paura! sette piani di negozi che vendono di tutto! Si contratta su ogni cosa e si acquista tutto a un prezzo spettacolare! Se amate le Converse qui le trovate (originali al negozio) a 1000 BAT, circa 23€. La sera invece abbiamo fatto tappa all’hotel “LEBUA” dove hanno girato il film Una Notte Da Leoni 2…. Un hotel spettacolare dotato di una torre, la State Tower, situata al 64° piano. Andate assolutamente lì. L’ingresso è gratuito, ma non vi consiglio la cena perchè è molto caro (60€ a persona).

Il terzo giorno l’abbiamo stato dedicato alla visita del “Palazzo Reale” di Bangkok, residenza ufficiale dei re della Thailandia. Struttura immensa e molto bella (le donne devono avere le spalle coperte e tutti, sia uomini che donne, devono avere i pantaloni lunghi!). Al ritorno ci siamo fondati nella piscina e mini spa dell’hotel e poi cenato in un ristorante tipico Italiano davvero eccezionale: “Il Bolognese”. Il gestore è italiano, dell’Emilia Romagna, e cucina davvero bene. Abbiamo preso un primo a testa (molto buono) e una pizza (davvero degna). Lo consigliamo vivamente perchè oltre ad essere economico, è davvero buono. Il giro prosegue verso il famosissimo mercato notturno di Pat Pong, con ai lati i locali a luci rosse e ragazze che ballano sui banconi con i mini abitini 🙂 Anche questa è stata una tappa molto carina da vedere (anche se ho letto che non a tutti è piaciuta molto).

Il quarto giorno abbiamo lasciato Bangkok molto presto per dirigerci a Chiang Mai verso il triangolo d’oro. Appena atterrati, intorno alle 11, anche qui la guida era già pronta ad attenderci per portarci al nostro albergo. Iniziando i tour il giorno dopo, abbiamo passato il resto della giornata a scoprire questa piccola cittadina rimanendo meravigliati dal cambiamento che subisce la sera quando aprono i mercatini lungo la strada.

Il quinto giorno abbiamo fatto il tour degli elefanti e il giro in zattera: un’esperienza davvero unica. Abbiamo visitato i villaggi tipici della civiltà mista Thailandese e Birmana, i loro mercati e la loro vita, visitando anche la comunità delle donne Giraffa, quelle con il collo un pò lungo per via delle collane che portano. Abbiamo concluso il tour visitando il triangolo d’oro con annesso museo dell’oppio. La sera abbiamo alloggiato a Chiang Rai in un tipico hotel del luogo.

Il sesto giorno abbiamo fatto il giro di un’altro tempio, Il Wat Rong Khun noto in Italia come il Tempio Bianco. Tempio davvero molto bello che si differenzia daglia altri per la sua struttura moderna.

Il settimo giorno è stato molto intenso; abbiamo visitato una montagna non molto distante da Chiang Mai (altezza s.m. di circa 1000 m) sede di un importantissimo Tempio: Wat Phra That Doi Suthep. Ha una scalinata immensa che porta al suo interno in cui si trovano magicamente strutture di templi, giardini e campane tipiche della preghiera Buddista. Dal tempio si può ammirare un meraviglioso panorama. Tornando verso Chiang Mai abbiamo percorso un sentiero con alberi e piante che ci ha portati a delle cascate meravigliose. E’ inutile descrivere il paesaggio di quel luogo… Ci ha lasciati letteralmente a bocca aperta! Al ritorno, lungo il torrente, abbiamo ammirato la varietà di cibo caratteristico, ossia vermi, cavallette, rane, scarafagi fritti, acquistabili a pochissimi Bhat… Naturalmente non ci è sfiorata neanche l’idea di assaggiarne uno 🙂



    Commenti

    Lascia un commento

    Bangkok: leggi gli altri diari di viaggio