Ai piedi della Regina delle Dolomiti, la Marmolada

Trekking di 4 giorni, nelle bellissime Dolomiti, con un saluto finale a lei, la maestosa Marmolada
Scritto da: valery83
ai piedi della regina delle dolomiti, la marmolada
Partenza il: 23/07/2015
Ritorno il: 26/07/2015
Viaggiatori: 5
Spesa: 500 €

4°giorno

Oggi è l’lutimo giorno in questo piccolo paradiso, e non potevamo non salire sopra alla Marmolada (3265m).

Il costo del biglietto delle 3 funivie è di 24,00€, ma noi grazie ad uno sconto che ci ha dato la signora del hotel, abbiamo pagato 22,00€.

La Marmolada, nota anche come “Regina delle Dolomiti”, è un gruppo montuoso delle Alpi collocato tra il Veneto e il Trentino Alto Adige. Sul versante orientale è delimitata del fiume Cordevole, sul versante occidentale dalla Val di Fassa.

Il primo tratto presenta già panorami mozzafiato sulla valle e sulle montagne, scesi dalla prima funivia, si sale subito nella seconda, e si arriva a Serauta, dove si trova il Museo della Grande Guerra (museo gratuito e secondo me la visita ed obbligo, per capire meglio la triste storia della Grande Guerra). Qui si trova anche un ristorante, dove abbiamo pranzato, e la visuale si affaccia direttamente sulla zona dichiarata “Monumentale Sacra”. Si possono notare, trincee, camminamenti, gallerie e postazioni che rendono l’idea di quanto lavoro sono stati capaci di fare gli Alpini ed i Fanti, nonché quanti sacrifici siano stati costretti ad affrontare per sopravvivere in quelle condizioni difficili.

Infine la terza funivia porta a Punta Rocca, dove sebbene fosse luglio, c’erano 10 gradi, abbiamo camminato sul ghiacciaio e giocato a palle di neve, quindi consiglio un abbigliamento adeguato. Da qui il panorama è davvero unico al mondo, spazia a 360° sul tutto il promotorio. Qui si trova anche la piccola Grotta della Madonna, benedetta da S.S. Papa Giovanni Paolo II, il 26 agosto 1979.

Una volta scesi, siamo andati a vedere i Serrai di Sottoguda, un canyon lungo circa 2 km, con pareti a picco alte centinaia di metri con poco spazio tra l’una e l’altra. Tutto il percorso è affiancato dal piccolo torrente Pettorina, che con gli anni ha eroso le rocce fino a formare voragini e grotte che si possono ammirare. Durante il sentiero si trova una piccola chiesetta di S.Antonio e più avanti la Madonna dei Serrai posta in una grotta naturale.

Che dire, sono stati 4 giorni davvero magnifici, immersi nella magnifica natura, nel silenzio e il tutto davvero molto vicino a casa….

A volte ci sono dei piccoli paradisi che neanche conosciamo qui nella nostra bellissima Italia.

Se volete vedere anche qualche foto e avere altre info, mi trovate alla pagina facebook ValeTravel with a smile.



    Commenti

    Lascia un commento

    Dolomiti: leggi gli altri diari di viaggio