A spasso per Valencia 2

Non descriverò giorno per giorno quello che abbiamo fatto, perché vi annoiereste a morte... i nostri “quasi quattro giorni” a Valencia sono stati bellissimi ma molto ripetitivi, ogni giorno facevamo più o meno le stesse cose. Sveglia, colazione da Starbucks in centro a Valencia, in giro a visitare la città e verso le quattro del pomeriggio...
Partenza il: 04/07/2008
Ritorno il: 08/07/2008
Viaggiatori: in coppia
Spesa: 500 €

Non descriverò giorno per giorno quello che abbiamo fatto, perché vi annoiereste a morte…

i nostri “quasi quattro giorni” a Valencia sono stati bellissimi ma molto ripetitivi, ogni giorno facevamo più o meno le stesse cose. Sveglia, colazione da Starbucks in centro a Valencia, in giro a visitare la città e verso le quattro del pomeriggio scendevamo verso il porto, accanto al quale si stendevano le due spiagge di Valencia (due lo dicono loro, in realtà è una lunga litoranea di più di 2 km senza interruzione…). Pulite, belle e molto spaziose (e domenica a parte nemmeno molto piene) la Malvarossa e la Playa de Arenas invitavano al relax più totale. Li rimanevamo spiaggiati come le balene alla deriva fino alle nove passate, una volta fino alle dieci, quando cominciava a tramontare il sole. Uno dei (tanti) vantaggi della Spagna è la sua giornata estiva infinita, con la luce fino a molto tardi, che ti permette di fare davvero molte cose durante la giornata. E dopo le dieci era il momento di godere di un altro dei (tanti) vantaggi dei questo Stato: la cucina. A quell’ora cercavamo un tavolo in uno dei ristorantini dietro la spiaggia. Sono uno accanto all’altro, noi ne abbiamo provati tre e tutti sono risultati eccellenti. Anche il prezzo non varia molto da un ristorante all’altro, si mangia pesce e si beve vino guardando il mare con poco più di 20 euro a testa. Una pecca però l’abbiamo trovata: l’orario della cena, per essere in Spagna, è molto ridotto. La cucina era aperta dalle 9 alle 23, con il risultato che alle 22.45 difficilmente ti fanno sedere a un tavolo. Tutti chiudono allo stesso orario come hanno gli stessi prezzi, quindi se ti capita come è successo a noi la prima sera di cercare da mangiare alle 22.30, sono guai. Solo un ristorante ci ha fatto sedere e si è impetiosito al punto da farci la paella, quando ormai ci stavamo rassegnando ad andare a mangiare al burghy in centro …Sempre che fosse aperto! Per noi è stata una specie di shock, a Madrid è normale mangiare anche a mezzanotte, all’una… La zona portuale, lo avete capito, è molto bella, ma anche il resto non lo è di meno. Devo dire che nonostante le ore passate a polleggiare al sole siamo riusciti a girare Valencia in lungo e in largo. E’ una città che si sta dando da fare per consolidare la notorietà che la coppa America le ha dato. Nella zona del porto stavano asfaltando la pista per il 24 agosto 2008, giorno in cui si disputerà il primo gran premio di Valencia. Il fatto che la città abbia ottenuto questa importante manifestazione dimostra che non scherzano, si stanno dando da fare per emergere su scala internazionale e si vede. Anche per questo probabilmente, il centro e i dintorni sono curatissimi, pieni di verde e di piste ciclabili. Ovunque spuntano piccoli giardini ma il vero polmone verde è il vecchio letto del fiume Turia, che prima attraversava la città e ora è stato trasformato in un lungo giardino.


Commenti

Lascia un commento

Ti consigliamo

Fuerteventura: due settimane di primavera a Novembre

Nonostante la pandemia Covid, in ambito europeo ci si può muovere sia pure con qualche...

Festival degli aquiloni

festival degli aquiloni

Patrizio Roversi e Chef Hiro

Slow Tour Padano, 6 puntata: passato e futuro

Nella sesta ed ultima puntata di Slow Tour Padano, in onda sabato 4 dicembre alle 15.35...

Leggi i Diari di viaggio su Spagna
Diari di viaggio
Le spiagge della città di Puerto de la Cruz a nord di Tenerife

Le spiagge della città di Puerto de la Cruz a nord di Tenerife

La cittadina di Puerto del Cruz è un posto perfetto dove fermarsi se si vuole visitare la parte nord dell'isola di Tenerife. Generalmente...

Diari di viaggio

Minorca: l’isola della pace

PRIMO GIORNO: Partiamo da Malpensa il 27 agosto di buon mattino: alle 7:00 il volo Easyjet decolla e alle 8:25 atterriamo puntualissimi...

Diari di viaggio

Diario di un pellegrino

Così, avendo tutto il mio tempo, a partire dal 12 gennaio duemilaquattro, mi sono preparato ad intraprendere in aprile la tanto attesa...

Diari di viaggio

Il lato B di IBIZA

Natalia è filmaker e lavora anche nel campo della moda con il blog On Ibiza Clouds, ma la sua Ibiza più amata non è certo quella più...

Diari di viaggio
museo do prado

Madrid nunca duerme

Day 1 Volo Iberia da Napoli arrivo alle 14.55 all'aeroporto di Barajas appartamento poppartiano preso con Airbnb il tempo di posare i...

Diari di viaggio
A Puerto del Carmen per fare immersioni e ammirare il tramonto più bello di Lanzarote

A Puerto del Carmen per fare immersioni e ammirare il tramonto più bello di Lanzarote

Le isole Canarie sono per molti italiani una seconda casa, negli ultimi anni molti connazionali non sognano più stelle e strisce come è...

Diari di viaggio

Andalucia, tra sole e pioggia

13-20 novembre Partenza da Venezia alle ore 7,00 con volo diretto a Siviglia, in perfetto orario. Preleviamo da Hertz l'auto...

Diari di viaggio

Natale a Madrid

Periodo 23-27 dicembre 2019 Circa dieci giorni prima della partenza abbiamo trovato volo Ryanair in offerta considerando il periodo...

Diari di viaggio

Vacanza low cost a Gran Canaria

A distanza di 5 anni siamo tornati alle Canarie e dopo Tenerife questa è la volta di Gran Canaria. Ho sempre visto belle immagini...

Diari di viaggio
Centro storico, Toledo

Toledo e Salamanca, accoppiata vincente!

La scelta di visitare queste due piccole città nasce dall'esigenza di allargare la nostra conoscenza della Spagna anche a località forse...