A Malta in primavera

Dieci giorni in giro per Malta, Gozo e Comino
 

Alcune indicazioni generali prima di passare al racconto delle singole giornate:

1. Il periodo da noi scelto, l’inizio di giugno, è stato buono: c’è stato sempre il sole e la temperatura superava i 30 °C nel corso della giornata, ma la notte si riusciva a dormire. La temperatura del mare, in compenso, non era elevatissima ed il numero di turisti limitato.

2. In termini di sicurezza, Malta ci è sembrata un paese sicurissimo… forse la cosa più pericolosa sono le correnti marine.

3. Prezzi. Medio-alti: una stanza doppia in un hotel semplice non si trova per meno di 70 € e per cena in genere si sta almeno sui 30 € a testa. Carta di credito e bancomat vengono accettati quasi ovunque. Nessun problema neppure a ritirare contanti dai numerosi sportelli bancari.

4. Ci siamo mossi in aereo con Ryanair da Milano (Malpensa per l’andata e Orio per il ritorno) all’Aeroporto Internazionale di Luqa (€ 63,48 a testa con 2 bagagli a mano, acquistati circa due mesi prima della partenza) ed abbiamo noleggiato un’automobile dall’Italia con Sicily By Car tramite Economy Bookings (https://www.economybookings.com; esperienza da non ripetere, come meglio spiegato oltre). Lo stato delle strade è variabile, ma, considerate le dimensioni del paese, guidare non è quasi mai particolarmente stressante, anche se a volte il traffico intenso e la guida relativamente spericolata dei locali, portano un po’ di stanchezza.

Parcheggiare non è stato mai complesso, tranne che a Valletta, perché nel centro storico non ci sono parcheggi per non residenti… poco male perché sul retro dell’Hotel Phoenicia, che si trova all’ingresso del centro storico, ci sono ben 3 parcheggi gratuiti dove si può sostare ad oltranza dando una mancia al custode ufficiale. Abbiamo guidato per 250 km.

Utile anche l’app maps.me, con tutti i limiti del caso.

5. Comunicazioni: il wi-fi è presente quasi ovunque negli hotel ed in alcune città c’è anche una rete pubblica gratuita.

6. Alberghi: abbiamo utilizzato Hostelworld per l’hotel di Valletta e Booking per quello di Marsalforn. L’hotel di Valletta è stato carino per le prime 6 notti, ma abbiamo avuto un’esperienza negativa l’ultima, in una nuova stanza. A Marsalforn l’hotel è stato buono. I prezzi sono medio-alti, soprattutto in centro a Valletta.

7. Cibo. Molto buono. Provate senza remore i ristoranti italiani perché a volte sono i migliori della città ed anche perché la cucina locale è fortemente influenzata da quella italiana, per cui non ci sono poi tante differenze tra i menù dei ristoranti che propongono cucina tradizionale maltese e quelli dei ristoranti italiani. Attenzione alle porzioni che, in molti casi, sono davvero abbondanti.

8. Musei. Heritage Malta è l’ente che tutela il patrimonio artistico locale. Acquistando un biglietto per 50€, è consentito l’accesso ad una grande quantità di siti, con l’eccezione dell’Hypogeum – attenzione però perché alcuni sono in ristrutturazione ed altri sono chiusi il lunedì, nonostante sul sito ufficiale si legga il contrario. Valutate il numero di siti che volete visitare e regolatevi di conseguenza.

9. Gente. Tutti molto simpatici ed ospitali.

10. Guide. Bradt 2019, molto buona.

11. Assicurazione: abbiamo stipulato una polizza annuale con Assivia perché copre anche altri viaggi che abbiamo in programma.

*****

Diario di viaggio

1° giorno

Sveglia all’alba, perché l’aereo parte da Malpensa alle 7:50. Il volo trascorre tranquillo e riusciamo addirittura ad atterrare con un anticipo di 20 minuti! Con l’autobus 4X, la cui fermata è proprio di fronte agli arrivi, raggiungiamo la stazione dei bus di Valletta e a piedi arriviamo nel nostro hotel (Palazzo St. Ursola, 74 St. Ursola Street; 55€/notte per una doppia con bagno; medio).

Dopo aver sbrigato le formalità di rito ed essere passati rapidamente dall’Ufficio del Turismo, prendiamo un caffè in centro ed iniziamo nel primo pomeriggio la visita alla città. La prima tappa è l’interessante museo archeologico, il cui highlight è sicuramente costituito dalle figurine femminili in pietra risalenti al V millennio a.C. Successivamente visitiamo i fossati, Piazza Castellana, i Barraka Gardens e Merchants Street. Dopo una sosta a base di pastizzi alla ricotta ed ai funghi e pomodoro, ceniamo presso il Ristorante LaPira Maltese Kitchen (40,50€ per due piatti; buono; https://lapiramaltesekitchen.com).

Andiamo quindi agli Hastings Gardens per ammirare il tramonto, che però non è niente di che, per cui proseguiamo a scattare alcune foto serali in città. Torniamo in ostello abbastanza presto perché siamo davvero stanchissimi.

2° giorno

Dopo colazione continuiamo l’esplorazione di Valletta. Partiamo con una tentata visita a The Fortress Builders, che purtroppo scopriamo essere chiuso. A quel punto proseguiamo lungo le mura ed arriviamo a Fort St. Elmo. L’edificio, restaurato in maniera certosina, è interessante, ma il museo militare che è ospitato nella vecchia caserma, non è in realtà niente di che. Tornati nel centro storico, decidiamo di visitare Casa Rocca Piccola, che si rivela una splendida sorpresa, per cui la consigliamo a tutti.

Ci fermiamo quindi per un rapido pranzo e poi facciamo un giro in Strait Street, un tempo quartiere dissoluto frequentato dai militari inglesi in licenza ed oggi, dopo un lungo periodo di declino, tornato ricco di locali e ristoranti. Ci spostiamo all’Auberge de Italie per visitare il Muza, ma il museo ci lascia delusi. Andiamo quindi all’Ufficio del Turismo per cercare una crociera da fare nel porto il giorno dopo. Non hanno molte informazioni, ma una delle solerti signore ci indirizza in una vicina agenzia viaggi, che fortunatamente ha proprio quello di cui abbiamo bisogno: una crociera serale, che quindi prenotiamo immediatamente.

Proseguiamo con la visita di alcune parti del centro che ancora ci mancano e delle mura a partire dai Lower Barracks Gardens. Arrivata ora di cena, decidiamo di andare in un ristorante situato in Republic Street, all’interno della pittoresca sede della filarmonica. Purtroppo però il menù ci convince davvero poco, per cui prendiamo solo una birra. Fortunatamente la scelta successiva si rivela davvero azzeccata: tornati in Strait Street, ceniamo in maniera superba al ristorante Aaron’s Kitchen (http://aaronskitchenvalletta.com; circa 66€ per tre piatti decisamente abbondanti) e, dopo un giro serale per scattare delle foto in città, torniamo in hotel.

Guarda la gallery
228_comino_crystal_lagoon



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Malta
    Diari di viaggio
    a malta in primavera

    A Malta in primavera

    Alcune indicazioni generali prima di passare al racconto delle singole giornate:1. Il periodo da noi scelto, l’inizio di giugno, è...

    Diari di viaggio
    una settimana a malta in bus

    Una settimana a Malta in bus

    Innanzitutto i doverosi ringraziamenti a luplay, elle67, mdisoccio,. I cui resoconti, affiancati alla fida LonelyPlanet ci hanno aiutato...

    Diari di viaggio
    malta 2

    Malta 2

    Primo giornoIl nostro volo parte da Pescara in perfetto orario e arrivati all’aeroporto internazionale di Malta il nostro...

    Diari di viaggio
    agosto tra vilnius, riga e la valletta con bimba a seguito di vol. 2

    Agosto tra Vilnius, Riga e la Valletta con bimba a seguito di Vol. 2

    Cosa fai per le vacanze?.... Agosto tra Vilnius, Riga e la Valletta con bimba a seguito - Vol.2Giorno 6-20/08/19Secondo Giorno di...

    Diari di viaggio
    agosto tra vilnius, riga e la valletta con bimba a seguito di vol. 1

    Agosto tra Vilnius, Riga e la Valletta con bimba a seguito di Vol. 1

    Cosa fai per le vacanze?.... Agosto tra Vilnius, Riga e la Valletta con bimba a seguito - Vol.1Stanchi del 15 Agosto passato in riva...

    Diari di viaggio
    malta: vacanza comoda, purtroppo corta, senza spendere una fortuna

    MALTA: vacanza comoda, purtroppo corta, senza spendere una fortuna

    Poi ci si chiede perché le presenze turistiche straniere non sono al livello di quanto il nostro paese possa ambire stante le attrattive...

    Diari di viaggio
    malta e i ragazzi con il doblo

    Malta e i ragazzi con il Doblo

    piccola isola, con il nostro Dobloo ci siamo spostati in lungo e in largo visitando il più possibile ora è il momento di raggiungere...

    Diari di viaggio
    malta in 3 giorni in febbraio

    Malta in 3 giorni in febbraio

    Io consiglio la macchina a noleggio ma attenzione perché le strade non sono ottime, c’è molto traffico e vista la guida a sinistra si...

    Diari di viaggio
    malta low cost a san valentino

    Malta low cost a San Valentino

    S. Valentine Idea... Malta lowcost in Famiglia! Ebbene si il black friday ha dato i suoi frutti, volo a.r. da Catania per Malta (dal...

    Diari di viaggio
    un ponte per malta

    Un ponte per Malta

    Un lungo ponte autunnale, un ottimo prezzo per il volo e il desiderio di una meta che potesse regalare un ultimo scampolo d'estate sono...

    Video Itinerari