A Creta con la famiglia 2

Un'isola con baie per tutti i gusti
Scritto da: romi77
a creta con la famiglia 2
Partenza il: 31/07/2014
Ritorno il: 11/08/2014
Viaggiatori: 4
Spesa: 1000 €
Il nostro viaggio a Creta è stato dal 31 luglio all’11 agosto.

Eravamo in 8, io e mio marito con i nostri due bimbi di 5 e 3 anni e i nostri amici con due bimbe, anche loro di 5 e 3 anni.

Abbiamo volato con Easyjet con partenza da Fiumicino e arrivo ad Heraklion. Per i voli abbiamo speso circa 1.000 euro a famiglia compresa assicurazione. Attenzione ai kg di troppo al rientro perché a noi per 6 kg in più hanno fatto pagare 78 euro!spostate tutti i kg di troppo nei bagagli a mano che sono soggetti a standard dimensionale…in questo caso non sono fiscali sul peso esatto, l’importante è che le misure del bagaglio siano quelle previste dalla compagnia!

All’aeroporto di Heraklion abbiamo preso una macchina a noleggio, già prenotata prima, e per 11 gg abbiamo speso circa 400 euro.

Il nostro hotel, il Pelamare, si trovava ad Agia Pelagia, a circa 24 km da Heraklion. Avevamo un appartamento per famiglia con vista mare. L’hotel molto carino soprattutto per la bella piscina circondata da un bel pratino all’inglese e un bar/ristorante. Poche camere/appartamenti hanno garantito sempre un’atmosfera tranquilla….tranne quando si scatenavano le nostre 4 pesti ovviamente!!!L’arredamento delle camere era basic però non mancava nulla e c’era anche l’aria condizionata; sulla pulizia potrebbero sforzarsi un po’ di più ma per il prezzo pagato ad agosto, ossia 67 euro a famiglia al giorno, colazione esclusa, direi che non ci si poteva affatto lamentare. Nel nostro appartamento c’era anche una sorta di cucinino ma noi l’abbiamo usato solo per la colazione…rigorosamente fatta sul nostro mitico balconcino con vista mare…

Spiagge ad Agia Pelagia:

Per noi la migliore è stata Ligaria. Baia ben riparata, sabbia mista a ciottoli, acqua limpida e con bei colori, fondale carino per gli amanti dello snorkeling (come mio figlio!). Un ombrellone e due lettini, totale 12 euro al giorno. Solo due file di ombrelloni, neanche troppo ravvicinati, e qualche ristorantino alle spalle della spiaggia. Doccia libera e a disposizione di tutti. Altra spiaggia, a nostro parere troppo stretta e affollata era quella al centro di Agia Pelagia. Noi ci passavamo la sera quando andavamo a cena… il mare non sembrava male ma di giorno c’era davvero troppa gente. Mononaftis si trova invece a ovest di Agia Pelagia, carina e con taverne un po’ più affollata di Ligaria. Dopo Mononaftis, ancora più a Ovest c’è un’altra spiaggia di cui non ricordo il nome, un po’ difficile da raggiungere e molto affollata.Il giorno in cui siamo andati noi il mare era anche mosso e quindi non proprio limpido. Inoltre il fondale è subito profondo.

Gita all’isola di Krissi: Per la gita a Krissi siamo arrivati a Ierapetra con circa un’ora e mezza di macchina. Consiglio di arrivare al porto entro le 9.45 del mattino altrimenti non si fa in tempo a prendere il primo battello. Il tratto è di circa un’ora e un pò…e il costo a persona a/r è di 25 euro.

L’isola è praticamente deserta ci sono due bar/chiosco, uno dal lato in cui si attracca e l’altro sul lato opposto che il più bello. C’è una passerella che consente di attraversare l’isola da una parte all’altra. Direi 10 minuti di passeggiata e ne vale la pena visto che il mare è più bello e i colori sono meravigliosi.

Per fortuna noi ci siamo andati in una giornata ventilata e siamo stati veramente bene, so che quando c’è vento forte conviene rimandare la gita.

Gita a Knosso: a pochi km da Heraklion si possono visitare le rovine di Knosso. Quando si arriva alla biglietteria c’è la possibilità di prendere una guida italiana e dividere il costo con altre persone lì sul momento. Il giro dura un’ora e mezza. A noi è piaciuto…e pure ai bimbi molto interessati alla leggenda del Minotauro che ci ha accompagnato per tutto il resto della vacanza….ripetuta giusto un centinaio di volte!

Ristoranti:

Mouragio ad Agia Pelagia.

In questa taverna a conduzione familiare abbiamo mangiato molto bene. Ci siamo stati due volte e ci hanno trattato benissimo. Pesce buono, saganaky buono così come altri piatti tipici…e con prezzi contenuti. Per noi il migliore lì nel centro di Agia Pelagia.

El Greco ad Agia Pelagia.

Altra taverna carina ed ospitale dove siamo stati un paio di volte. Anche qui buoni i piatti tipici e così i prezzi. Assaggiate anche le lumache di terra…da provare sicuramente.

Taverna Stelios a Mononaftis (Agia Pelagia).

Anche in questa taverna che si trova sulla spiaggia di Mononaftis abbiamo mangiato bene…ci aspettavamo qualcosa di più viste le recensioni…Comunque anche qui pesce e piatti tipici greci di buona qualità.

Agora ad Heraklion:

Nel centro pedonale di Heraklion, carino per una bella passeggiata serale, pieno di negozi e locali, abbiamo mangiato in questa taverna carina e molto buona. Anche qui rapporto qualità prezzo buono. Pesce e carne, ma anche piatti tipici buoni.

In nostri preferiti:

Taverna Onisimos a Peza

Probabilmente il nostro ristorante preferito! Qui non si mangia pesce perché siamo un po’ più all’interno, nella cittadina di Peza. Carne e vino (prodotto da loro) ottimi e così anche le altre specialità proposte da questo ristorantino dotato anche di area giochi per bambini. La strada per raggiungere questo ristorante a conduzione familiare è ricca di vitigni e di aziende agricole. Ne vale la pena per chi vuole assaporare la buona cucina tipica greca.

Taverna Avli a Gouves

Questa piccola taverna si trova nel centro di questa cittadina ed è a conduzione familiare. Il giovane Alexandro corre da un tavolo all’altro e questo non è poco…vista la lentezza tipica che abbiamo trovato in tutte le altre taverne… insomma qui abbiamo mangiato abbastanza bene ma soprattutto velocemente.

Conviene non prendere il pesce e mangiare altri piatti di carne ecc. non perché non sia buono ma semplicemente perché essendo nell’entroterra ha un costo leggermente più alto rispetto ai ristoranti che abbiamo provato sul mare.

Località

Agia Pelagia: piccola e a distribuita a picco sul mare con vari hotel e residence, ha poi un lungomare pieno di ristorantini e a seguire qualche negozietto di souvenir, un paio di bancomat.

Heraklion: città con porto e aeroporto, ha un centro con locali, negozi bar gelaterie, un po’ di tutto. So che il museo è davvero bello ma noi stando con quattro bimbi purtroppo non ci siamo andati

Retimno: altra città ad ovest di Heraklion. Carina per una gita pomeridiana, piena di negozi. Tipica cittadina di mare turistica. Ierapetra: sembra avere un mare bello (l’acqua al porto era trasparente!) e sicuramente meno battuto. Non l’abbiamo visitata ma ci siamo passati quando siamo stati all’isola di Krissi. Anche qui ristorantini e negozietti, volendo ci si può passare una giornata.

Agios Nikolaos: a un’ora circa di distanza dal nostro hotel. Carina e piena di persone, col suo lago di Voulismeni che fa un po’ da porto per le barchette, ci è piaciuta anche se è molto turistica e i ristoranti non sembrano affatto economici. A noi ne avevano consigliato uno che sta sulla piccola spiaggia della città ma non ci è piaciuto granchè.

Knosso: è da vedere. Meglio andarci il tardo pomeriggio tanto in un’ora e mezza si riesce a vedere tutto anche con visita guidata. Intorno non c’è nulla praticamente….finita la visita però si può arrivare a Peza, a poca distanza, e cenare alla Tarverna Onisimos già descritta.

Hersonissos: ci siamo passati solo in macchina e ci è sembrata un po’ scadente, molto commerciale dal punto di vista turistico. Non ci siamo fermati per fare un giro a piedi perché non ci aveva colpito.

In generale Creta è proprio un’isola bella, con bei paesaggi e con una costa bella e piena di baie per tutti i gusti. Il clima, nel periodo in cui siamo stati noi, è stato secco, con un paio di giorni un po’ ventosi ma in generale mai una nuvola. I bimbi la sera sempre senza felpa, niente umidità.

L’acqua del mare non fredda come capita in altre isole greche, bambini praticamente sempre a mollo!

Le distanze sono un po’ lunghe ma vale la pena girare il più possibile.

Buon viaggio a chi sceglierà Creta.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi anche