20 giorni in Cina da solo!

Il diario di Lauro, zaino in spalla in Estremo Oriente
Scritto da: lauro
20 giorni in cina da solo!
Partenza il: 12/05/2010
Ritorno il: 02/06/2010
Viaggiatori: 1
Spesa: 2000 €

CITTA’ E PERSONE CINESI

Le città cinesi sono un magnifico guazzabuglio di modernità e antichità. Le strade sono tutte asfaltate, ben illuminate, con negozi molto ben forniti anche con prodotti importati. Per molti versi sono molto più avanti e ricchi di noi in Italia. Tutto è pulito e ben organizzato, con abbondanza di bagni pubblici e aiuole fiorite e mezzi pubblici. Le macchine di lusso occidentali e i SUV si mischiano ai carretti e agli Ape a 3 ruote. Poche biciclette rispetto a quello che ci si aspetta, sostituite da un’infinità di bici e moto elettriche, che vanno dovunque (contromano e sui marciapiedi). Il pedone non conta nulla e le regole del traffico non esistono… Ma tutto fila liscio, con calma orientale.

I cinesi sono chiassosi e scherzosi, ma molto intuitivi e collaborativi e hanno cercato di aiutarmi in tutti i modi (anche scrivendosi i numeri dei bus su una mano), ed ho visto che anche tra di loro si aiutavano continuamente. Si vedono moltissime coppiette giovani e affettuose in giro, anche con bambini. Quando ho fatto confusione con i resti pensando di non doverne avere più… Mi hanno sempre dato anche quello che non pensavo di dover ricevere. Sia per la dimostrazione di onestà della popolazione che per la presenza ossessiva delle forze dell’ordine non ci si sente mai in pericolo, neppure alla sera. Di sera è piacevole vedere nelle piazze moltissimi cinesi ballare o giocare o fare ginnastica: qualcuno porta uno stereo e tutti ne usufruiscono. Spesso sono stato salutato da cinesi che volevano …solo salutarmi oppure fare una foto con me. Come sempre, tutti vedono con simpatia l’Italia. Penso che girare la Cina da soli sia alla portata di chiunque sia pratico di viaggi: il problema della lingua si supera abbastanza facilmente con il frasario e un po’ di mimica e di intuito.

INTERNET

Tutti gli ostelli l’hanno a disposizione degli ospiti, mentre gli alberghi economici no. In giro si trovano dovunque con facilità enormi Internet cafè molto economici. A Pechino bisogna esibire il passaporto negli Internet cafè. In conclusione non ci sono problemi per utilizzare Internet.

DATONG

Ho fatto il giro delle grotte e del Tempio Sospeso con l’agenzia CTS (agenzia turistica statale) vicino alla stazione. Hanno formato un gruppetto di 4 persone e con 2 taxi più una guida abbiamo fatto la gita di tutta una giornata, pranzo compreso. Costo totale 330 Y.

PINGYAO

Alla casa di Qiao (quella del film Lanterne Rosse) ci si arriva in bus (come ho fatto io) o in taxi. La città è strapiena di negozi e locali, tipo la nostra San Marino.

XI’AN

A parte l’Esercito di Terracotta, la città è molto bella. Assolutamente da vedere lo spettacolo di suoni e luci con l’immensa fontana davanti al tempio Dacien Si: alla domenica ho visto lo spettacolo sia alle 18 che alle 20,30. Dura 20 minuti. La postazione migliore è quella in alto, tra la fontana (lunga circa 100 metri con più di 1000 getti) e il tempio. Passa da lì il bus 609.

LOUYANG

Per visitare le grotte, molto vicine alla città, si prende il bus 81 vicino alla stazione. Per visitare la zona del tempio Shaolin bisogna unirsi ad una gita organizzata, con partenza nella piazza della stazione. Si parte al mattino e si torna alla sera. Pranzo libero. Tutta la zona Shaolin è turistica e ricostruita, ma impressionano le molte centinaia di praticanti le arti marziali che si allenano nei prati.

KAIFENG

Città carina con un bel lago… Ma tutto sommato la si può saltare.

SHANGHAI

Molto bello ed economico il giro in bus turistico che parte dalla piazza principale. Metropolitana: costo in relazione alla distanza ma per la città vanno bene 4 Y. Con il biglietto si possono cambiare linee.

QUFU

Non è facile arrivarci perchè non ha stazione ferroviaria. Bisogna scendere a Yanzhou e poi prendere un bus o taxi (pagato taxi 50 Y) fino a Qufu. Da Qufu è comunque possibile ripartire in bus.

TAI’AN

Punto di partenza per la salita al monte Taishan: al sentiero si può arrivare a piedi dal centro oppure in bus. Per arrivare in cima ci vogliono circa 5 ore, e poi ancora un paio d’ore per visitare i numerosi templi in cima. Molti bar e punti ristoro lungo il cammino.

CHENGDE

Per girare l’immenso parco conviene prendere i trenini. I templi invece si raggiungono con bus locali.

PECHINO

Come hanno detto tutti, è molto bello lo spettacolo acrobatico del teatro Tiandi. Conviene prenotarlo direttamente al teatro perchè costa meno e si può scegliere il posto. Alla Grande Muraglia (Badalin) si può andare con il bus pubblico 919. Metropolitana: il biglietto da 2 Y vale solo per quel giorno e per partire dalla stazione d’acquisto. Per cambiare linea bisogna prendere un altro biglietto. Il biglietto del treno per la Mongolia va comprato solo al CITS con ufficio nell’albergo International Hotel (300 metri davanti alla stazione ferroviaria Bejing). Il biglietto in cuccetta hard (comunque scompartimenti da 4 letti) è costato 1128 Y. Il viaggio dura circa 29 ore, con partenza alle 7,30 e arrivo verso le 12,30. Il cibo del primo giorno (pranzo e cena) è compreso nel prezzo. In treno si attraversa un pezzo del deserto del Gobi poco interessante. Il viaggio è confortevole.



    Commenti

    Lascia un commento

    Cina: leggi gli altri diari di viaggio