2 settimane: Yucatan, Chiapas, Guatemala, Riv.Maya

Quello che segue, oltre ad essere un resoconto del nostro meraviglioso viaggio, vuole essere un utile suggerimento per coloro che desiderano scoprire in libertà il Messico ed il Guatemala, perché è pieno di suggerimenti raccolti sul campo, cercando anche di indicare, per quanto possibile, modalità e prezzi dei vari spostamenti,con molti...
 
Partenza il: 20/05/2006
Ritorno il: 04/06/2006
Viaggiatori: in coppia
Spesa: 2000 €

Riusciamo a scendere alla fermata corrispondente al terminal del bus ADO e, a piedi e zaino in spalla, cerchiamo l’hotel. Nel frattempo cambiamo 300 dollari in 3255 pesos (cambio 1 a 10,85), ma aspettando avremmo spuntato cambi migliori perché facendo il giro dell’isolato ce ne sono diversi a cambi più convenienti. Avvistiamo una bancarella che per 10 p vende hot dog…Come resistere?! L’hotel Margarita, l’unico prenotato su internet da casa prima della partenza (non ricordo il sito, comunque molto efficiente, infatti offriva una grande varietà di sistemazioni e soprattutto potevi prenotare pagando con c/c solo una caparra minima), è così bello che restiamo stupiti (il prezzo dell’hotel è di 70 dollari a notte noi su internet l’abbiamo pagato 37!!!).

Sbrighiamo le formalità di registrazione e corriamo a fare una doccia; accendo il cellulare ma scopro che se non si ha un tri-band è inutile portarlo. Alle 20.30 siamo già in giro per Ciudad CANCUN in cerca di un ristorantino…Ce ne sono a bizzeffe, tutti che propongono bevande 2×1, ma franci non vuole cenare ma “spizzicare” e così ci dirigiamo da Gori Tacos consigliato da LP.

Prendiamo un “taco bistek” e un “plato medicano”, annaffiato con margarita (che sembrava granita, cmq buona) e spendiamo 150 p (11 euro ca.).

Alle 22.30 siamo già a letto.

DOMENICA 21/05/06 A causa del fuso orario, ci svegliamo con calma alle 7.30. Lasciamo l’albergo e andiamo al terminal del bus dove acquistiamo il biglietto per Valladolid ADO 1^ classe (106 P/p – 8 euro ca.). Facciamo colazione alle bancarelle intorno alla stazione con un “sacchetto” di succo di naraja e tacos super piccanti (50 p – 3,5 euro ca.); il “sacchetto” non è un modo di dire…Ma siccome volevamo il succo da portar via, ce l’ha versato in un sacchetto trasparente con una cannuccia, e col nodo a chiudere tutto…Geniale! L’ADO 1° classe è veramente comodo, direi che è allo stesso livello dei bus europei se non meglio; c’è la tv che proietta i filmati sulla sicurezza e l’uso della cintura e poi i film in inglese con sottotitoli in spagnolo, l’aria condizionata, i posti sono assegnati nominalmente… Arrivati a VALLADOLID verso le 10.30, ormai pratici degli spostamenti, acquistiamo subito il biglietto per Pistè (Chichen Itza) del pomeriggio, con ORIENTE 2° classe (19 p – 1,5 euro) ed andiamo a visitare la città: la piazza principale, le chiese e il cenote Zaci (30 p x 2); con un collectivo (20p) andiamo a visitare il cenote Dtzinup bellissimo (50 p x 2).

In molti fanno il bagno, ed in effetti l’acqua è cristallina ma io e Fra non ci fidiamo. Di fronte c’è un altro cenote, ma decidiamo di riprendere un taxi (30 p) per tornare in città e andare a pranzare a El Bazar (tipico mercatino coperto pieno di locali uno a fianco all’altro consigliato anche dalla LP) dove assaggiamo cochinita pibil, 2 tacos e bevande per 60 pesos – 4,5 euro! Andiamo a prendere il bus per PISTÈ dove, appena arrivati, cerchiamo l’hotel…Va bhe…Da dormire!!! Ne troviamo uno veramente economico alla Posada Chac- Mool (160 p – 12 euro) dove, contrariamente ai patti, non c’è l’acqua calda ma solo tiepida. Col senno di poi è stato il posto più spartano deve siamo stati (nemmeno troppo pulito ed il letto consisteva in un blocco di cemento) e, tutto sommato, a un prezzo medio per il mercato locale, anche considerando la bassa stagione turistica.

Alle 17.30 siamo già in strada per prender il bus (0,50 p) per andare a vedere lo spettacolo serale delle luci a CHICHEN ITZA’, ma abbiamo sbagliato orario perché, in realtà, lo spettacolo inizia più tardi e dobbiamo aspettare un paio d’ore.

Il biglietto solo per lo spettacolo serale verrebbe 30 p ma, poiché sappiamo che domattina torneremo a visitare il sito c’è la possibilità di pagare 50 p – 4 euro ; si tratta, in pratica, di un anticipo sul prezzo di ingresso di domani, dove dovremo pagare solo il saldo di 45p.

L’ingresso del sito è proprio davanti al castello quindi, entrando, se ne ha subito una splendida visione; siamo quasi “commossi”, è molto imponente e l’emozione di vederlo dal vivo, anziché sulle riviste o i cataloghi di viaggio, è fortissima.

Lo spettacolo è interessante ma commentato tutto in spagnolo, per cui è fondamentale il traduttore da noleggiare all’ingresso; molto della suggestione dello spettacolo è dato dal commento che, come scopriremo più tardi, racconta parti della leggenda maya sulla nascita del mondo.

Lo spettacolo dura circa un’ora e, all’uscita, c’è il fuggi fuggi generale perché sta arrivando un temporale e rischiamo di rimanere soli e senza taxi. Alla fine prendiamo il primo, e forse l’ultimo, che stava partendo che (per 20 p – 1,5 euro -) ci porta a Pistè centro, dove ceniamo in una tacheria del luogo (52 p – 4 euro).

È dalle 15 di oggi che pioviggina e siamo infreddoliti, ma il nostro consommé e “qualcos’altro” di caldo ci riscaldano.

LUNEDÌ 22/05/06 La sveglia, anche grazie al gallo della posada (che per quanto canta ci piacerebbe di più alla griglia) è alle 7.15.

Facciamo una bella doccia per eliminare l’autan messo per la notte e andiamo in centro per la colazione. Purtroppo è difficile trovare un posto che ci fornisca pan dulce e succhi di frutta, e così li acquistiamo, rispettivamente, in panetteria e al supermercato.

Torniamo alla posada, prendiamo gli zaini e ci dirigiamo verso la fermata del bus, ma il signor Francy si accorda con un taxi che per 20 p ci porta diretti al sito di Chichen Itza (a piedi sono un paio di chilometri).

Il tempo è bruttino e, dopo aver lasciato i bagagli al deposito gratuito all’ingresso, ed aver fatto il biglietto (pagando la differenza con il biglietto dello spettacolo serale), iniziamo la nostra visita. Sono le 8.30 ed il sito si sta “svegliando”, sotto il castello siamo ancora in pochissimi turisti ed abbiamo il tempo di goderci pienamente le emozioni trasmesse da questo posto. Abbiamo la possibilità di girare tranquillamente tra le rovine, passando dall’imponente castillò all’immenso campo del gioco della palla…Pian piano iniziano ad arrivare i venditori che, uscendo dai cespugli circostanti, iniziano a sistemare le loro mercanzie (se vi piacciono i souvenir acquistateli qui, data la grande offerta si riescono a spuntare i prezzi migliori; noi non abbiamo fatto shopping perché avremmo dovuto camalarci il peso per le due successive settimane di viaggio).



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Cancún
    Diari di viaggio
    messico pueblo magico

    Messico Pueblo Magico

    Svegli da quasi 48 ore, nel primo aereo era impossibile dormire causa vicino con attacchi di panico da dover gestire con tanto di mano di...

    Diari di viaggio
    messico e nuvole 9

    Messico e nuvole 9

    17/12/2019 Quest’anno saltiamo il Natale e tutte le feste a piè pari e ce ne andiamo in Messico! È finalmente arrivato l’atteso...

    Diari di viaggio
    tre settimane nel messico del sud

    Tre settimane nel Messico del sud

    me se non per farci una passeggiata, magari la sera per godersi lo spettacolo delle luci. Vicino l’imbarcadero c’è una piacevole...

    Diari di viaggio
    yucatan on the road

    Yucatan on the road

    a casa, raggiungiamo di nuovo Chiquilà dove ci aspetta un furgoncino che ci porterà direttamente in aeroporto a Cancún…Hasta...

    Diari di viaggio
    tour fai da te in guatemala

    Tour “fai da te” in Guatemala

    Eccoci qui al nostro quarto viaggio “fai da te”. Siamo partiti da Milano Malpensa il 28 gennaio per Guatemala City con American...

    Diari di viaggio
    in messico dallo yucatan al chiapas

    In Messico dallo Yucatan al Chiapas

    la pena x quest'esperienza. Ritorniamo, pranziamo e ci dirigiamo verso Bonanpak... un gioiello… il tour ideale. Siamo giunti in un posto...

    Diari di viaggio
    alla scoperta dei maya

    Alla scoperta dei Maya

    23/12/2016 Quest’anno abbiamo deciso di cambiare completamente meta per le nostre vacanze. Non ci muoveremo più verso l’Oriente,...

    Diari di viaggio
    magico yucatan

    Magico Yucatan

    Sul viaggio fai da te nello Yucatan, devo essere sincera, ci ho pensato e ripensato più volte: non tanto perché le foto delle sue spiagge...

    Diari di viaggio
    cancun e yucatan zaino in spalla con bimbo al seguito

    Cancun e Yucatan zaino in spalla con bimbo al seguito

    Approfittando dell’anno lavorativo trascorso a Città del Messico, ho visitato con mio figlio di 8 anni Cancún e la riviera Maya ben tre...

    Diari di viaggio
    alla scoperta del messico autentico

    Alla scoperta del Messico autentico

    La programmazione di questo meraviglioso viaggio è partita a Settembre 2016, una volta presi i biglietti aerei che da Roma Fiumicino ci...