Dar es Salaam

Tanzania e Zanzibar: due terre vicine vicine ma lontane lontane

Diario letto 36872 volte

  • di percy_elena
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Finalmente è arrivata la data tanto attesa, il 24 di luglio, il viaggio che tanto aspettavamo di fare, per diversi motivi: andare in ferie e rilassarci, il safari in Tanzania, conoscere il mare e le meravigliose spiagge di Zanzibar, ma soprattutto perché avverrà il nostro matrimonio!... quindi due sogni si avvereranno per entrambi: sposarsi e su di un'isola tropicale in intimità...

Il viaggio è così organizzato: volo Milano Malpensa-Il Cairo-Dar es Salaam. Da qui andremo a Mikumi National Park dove pernotteremo 2 notti. Poi Zanzibar costa orientale: 2 notti staremo al lodge Mbuyuni, località Jambiani, poi andremo al Karafuu Beach Resort, località Pingwe, per sposarci, soggiornandovi 7 notti e poi torneremo di nuovo a Mbuyuni. Solite tratte al ritorno, con la differenza che per andare a Dar es Salaam non prenderemo il traghetto ma l’aereo per goderci tutto il giorno e non rischiare interruzioni da mare mosso.

È la prima volta che ci svegliamo così entusiasti la mattina alle 6:00. Dopo aver chiuso le valigie e fatto gli ultimi accertamenti di non aver dimenticato nulla non ci resta che dare un salutino alle squinfere (le nostre gattine) e partire ma… ci accorgiamo che sono davvero pesanti i bagagli. A parte magliettine, pantaloncini, costumi e oggetti che rientrano nella categoria " e se poi non lo trovassimo??" Abbiamo un po’ esagerato nel portarsi dietro anche phon, ferretto e piastra per capelli!?! Anziché un viaggio sembra un trasloco... comunque partiamo. Il viaggio da Viareggio a Milano Malpensa è stato molto piacevole visto che le strade erano semideserte, le persone del nord scendevano per andare al mare e noi facevamo come i salmoni risalendo l'autostrada. Giunti a Milano ci incontriamo con Daniele che ci accompagnerà all'aeroporto lasciandogli la nostra macchina in custodia, per non pagare il parcheggio... per i viaggiatori fai da te come noi è un buon risparmio! (speriamo solo che al nostro rientro ci sia ancora la macchina vista la sua difficoltà alla guida!). Una volta entrati in aeroporto ci mettiamo in fila per il check-in, tra l'altro una fila kilometrica che scoraggerebbe chiunque ma tanto andiamo in vacanza e abbiamo tempo! Dopo circa 15 min si avvicina a noi un "angelo" che chiedendoci se siamo qui per il tax-free ci fa render conto che abbiamo imbroccato la fila sbagliata ma tutto sommato ci è andata di lusso,pochi i minuti persi! Ci accodiamo alla giusta fila, 20 minuti e i bagagli sono partiti.

L'attesa per l'aereo passa veloce andiamo al duty free e ci profumiamo anche un po‘, pranziamo veloce in un ristorante italiano, anche perché per 15 giorni mangeremo solo prelibatezze africane, e diamo una sbirciatina in libreria. Una volta a bordo siamo subito molto contenti dell’accoglienza dell'equipaggio dell’ Egyptair, si dimostrano sorridenti accoglienti e simpatici e pensate un po', non parlano neanche la nostra lingua!

Prima tappa Il Cairo. Il volo dura 4 ore e a pranzo degustiamo un buon pollettino al curry con riso e verdure. L'aeroporto non è molto grosso e poco frequentato probabilmente per l'ora tarda, ma molto accogliente dal momento che un sorriso da parte loro non manca mai. Rimaniamo affascinati dalla multi etnia intorno a noi.. passano le tre ore di attesa ed ecco che annunciano il volo per Dar es Salaam (Tanzania). Questa volta ci aspettavamo un aereo un po' più grosso ma comunque è molto comodo e stiamo volando sempre con Egyptar dove troviamo la stessa accoglienza. Ci aspettano 6 ore di volo questa volta,ma ci "volano" velocemente anche perché ci collassiamo dal sonno, praticamente subito, svegliandoci solo dal profumo della cena e poi di nuovo ci addormentiamo. La voce del comandante ci fa da sveglia, stiamo atterrando e sono le 05:30 del mattino del 25 luglio. Una cosa che ci affascina subito è l'andare a piedi dall'aereo fino all'aeroporto molto piccolo di Dar es Salaam, dove ci ritroviamo tutti in una stanza molto spartana a compilare il visto d'ingresso (50 $ è il prezzo! consigli: non fatelo prima di partire, potete benissimo farlo qua, altrimenti lo pagherete 50 €; dollaro alla mano perché per loro $ o € è lo stesso cambio; controllate bene la data di emissione del dollaro che sia coniato dopo il 2000 perché quelli prima non vengono accettati... e non sentono ragioni!). Siamo in pochi ad aspettare ma una mezz'ora passa lo stesso... sarà per i loro ritmi molto tranquilli?... visto che per mettere un timbro sul passaporto erano in 9 dietro al bancone , a guardarsi fra loro! Appena usciti dall'aeroporto veniamo accolti da una dolce alba africana e un'aria tiepida smorzata solo dall'insistenza di taxisti pronti a portarti dovunque... la nostra destinazione è il parco naturale a Mikumi per un safari, dove rimarremo 3 giorni. La nostra prima intenzione è prendere un aereo, convinti di poterlo fare dopo aver consultato una compagnia aerea via internet grazie ai consigli letti sulla guida di Lonely Planet... tra l'altro dopo un contatto via e-mail per avere gli orari precisi ci vengono chiesti anche i dati della nostra carta di credito con relativa data di scadenza per effettuare la prenotazione ma non so se per una nostra eccessiva prudenza o per un non so che puzzo di "bruciato" preferiamo rimandare tutto e farlo sul posto... cosi' cominciamo a cercare la compagnia Safariairlink chiediamo anche in giro non vedendo alcuna insegna ma dopo svariati "scusate ma non la conosciamo" o "non esiste" in diverse lingue del mondo tiriamo un sospiro per aver salvato la nostra carta di credito... Alternativa (obbligata): macchina a noleggio con autista data la scarsa conoscenza del posto, la condizione della strada, la guida a destra e la spericolatezza degli automobilisti in genere

  • 36872 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social