SPRING BREAK SICULO

Diario letto 2977 volte

  • di Fabio Pinelli
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro

DAY 0 – LUN 23/04/2018

Reduci dai bagordi dell’indimenticabile weekend a Malta per il matrimonio del caro amico Beppe, atterriamo verso le 23.30 a Punta Raisi con il volo Air Malta partito simpaticamente con due ore di ritardo. All’uscita schiviamo i taxi condivisi e puntiamo direttamente l’autobus della compagnia Prestia e Comandè che collega aeroporto e centro città. Le partenze sono ogni mezz’ora (11€ a/r, 6€ tratta singola) dalle 5 del mattino a mezzanotte. Il viaggio in autobus trascorre veloce con aria condizionata e wifi gratuito a bordo. Scendiamo dopo circa trenta minuti alla stazione centrale di Palermo in Piazza Giulio Cesare. L’orologio segna l’una di notte, abbiamo fame, quindi ci spariamo una granita siciliana nel bar aperto h24 proprio a fianco della stazione centrale. Raggiungiamo poi il B&B On the Way Hostel situato giusto a 300 metri di distanza. L’impatto con l’ostello è dei peggiori.

DAY 1 - MAR 24/04/2018 - PALERMO

Nottata infernale: la camera è affacciata sulla chiassosa Via Roma, i letti a castello non hanno prese elettriche a portata di mano, i bagni scomodissimi, i compagni di camera sono poco ortodossi per usare un eufemismo. Insomma un disastro su tutti i fronti. Usciamo presto (per forza!) con l’idea di tornare più tardi a recuperare le valigie e spostarci in un altro B&B prenotato appena svegli. Ostello On the way: no way! Sconsigliatissimo.

Prima tappa di oggi: Ballarò. Raggiungiamo il mercato già alle 9 ma è presto, la situazione si anima soltanto verso le 10 quando cominciano a innalzarsi le urla dei commercianti e le vie del mercato si affollano rapidamente. Rientriamo in Via Maqueda e arriviamo a Piazza Bellini dove visitiamo in sequenza La Martorana (4€) anche nota come Chiesa Santa Maria dell’Ammiraglio e la Chiesa di San Cataldo (1,5€). L’interno di entrambe le chiese è stupendo. Attraversiamo la piazza ed entriamo nella Chiesa di Santa Caterina (5€) dove ammiriamo l’interno, i chiostri ed i tetti da cui si ha una buona veduta della città dall’alto e di Piazza Pretoria con la sua imponente fontana al centro.

Prima di proseguire alla scoperta di Palermo, torniamo al B&B per levare le ancore. Pazienza per il paio di notti smenate, ne vale la pena. Ci sistemiamo nel B&B Hollywood Inn: tutta un’altra musica, molto consigliato.

Torniamo in pista e ci dirigiamo all’altro famoso mercato di Palermo: il Capo. Qui iniziamo con serietà la degustazione delle specialità locali: soprattutto panelle e arancini. Il tutto annaffiato da una bella birra. Dal mercato del Capo torniamo sui nostri passi verso la Cattedrale di Palermo, bellissima con la sua architettura arabesca che mi riporta con la mente all’Andalusia. A differenza delle chiese viste prima però, la Cattedrale mi sembra molto più bella fuori che dentro. Il biglietto d’ingresso (3€) comprende anche tomba, cripta e tesoro. La via che conduce dalla Cattedrale ai 4 Canti è probabilmente la più affollata della città: turisti ma anche studenti che frequentano la scuola superiore accanto alla Cattedrale. Da qui, ci muoviamo verso Palazzo dei Normanni: l’interno del palazzo non è visitabile (aperto solo in determinati giorni della settimana) quindi entriamo a vedere solo la Cappella Palatina (10€). Saliamo poi su un autobus da Piazza Repubblica che ci lascia a pochi passi dalle Catacombe dei Cappuccini (3€). Attendiamo la riapertura pomeridiana delle 15 bevendo un’altra granita fresca al limone. Terminata dopo un’oretta scarsa la suggestiva visita delle catacombe, ci dirigiamo stavolta a piedi verso Piazza Repubblica. Prima di rientrare un attimo a riposare nel B&B, osserviamo da fuori la Chiesa di San Giovanni degli Eremiti ed entriamo nella Parrocchia di San Giuseppe Cafasso per salire sul campanile ed ammirare un’altra veduta dall’alto della città

  • 2977 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social