Atene e Paros

Un viaggio in Grecia ad agosto 2020

Diario letto 1250 volte

  • di liuksub
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 7
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro

Partecipanti: Gianluca & Claudia & Cristina, Carlo & Cristian, Donatella e Matteo

Abbiamo prenotato questa vacanza già a gennaio. Dopo il lockdown di marzo-aprile dovuto al Covid-19, mai avremmo pensato di poter partire ad agosto. Proprio per questo motivo questo viaggio assume un valore particolare: dei momenti da ricordare di questo maledetto anno che speriamo di poter dimenticare presto.

09 agosto: Roma - Atene

Dopo aver lasciato le auto al comodo parcheggio “Best Parking”, ci imbarchiamo sull’aereo RyanAir delle 14.25 da Roma Ciampino. Atterriamo puntuali ad Atene, prendiamo la metro dall’aeroporto e in 40 minuti siamo a piazza Monastiraki. Prendiamo possesso delle nostre stanze nel deludente, anche se in realtà molto economico, “Tempi Hotel”. Facciamo una doccia veloce e usciamo a passeggiare per il centro di Atene, curiosando nei negozietti di Adrianou ed Ermou. Alle 20,30 raggiungiamo il ristorante “Geros tou Mouria” e ci accomodiamo sulla terrazza con vista sull’Acropoli illuminata. Dopo una cena soddisfacente, in cui assaggiamo mousaka, souvlaki, polpette, dolmades, insalata greca e tzaziky, scendiamo verso piazza Monastiraki a mangiare un gelato. Passeggiamo per Ermou fino a piazza Sintagma, dove arriviamo alle 23.00 giusto in tempo per vedere il curioso cambio della guardia davanti al Parlamento. Domattina ci aspetta una levataccia, siamo molto stanchi, quindi ce ne andiamo a dormire.

10 agosto: Atene - Parikia - Marcello

Ci svegliamo prestissimo: alle 5.45 siamo già fuori dall’hotel. Da Monastiraki prediamo la metro per il Pireo, dove arriviamo dopo 20 minuti. Ci imbarchiamo puntuali sulla modernissima e confortevole Seajets, che dopo due fermate a Syros e a Myconos, alle 11.00 ci lascia al porto di Parikia a Paros. Andiamo subito al noleggio Budget, dove abbiamo prenotato 2 auto dall’Italia. Mentre attendiamo le auto, conosciamo un greco che controlla il traffico, che ha vissuto tanti ani a Cori. Carlo prende velocemente la sua Citroen C1, ma purtroppo la consegna della mia C1 richiede un più tempo e quando la ritiro non parte! A questo punto mi assegnano come upgrade una 500L e finalmente raggiungo gli altri all’Aratos Hotel, prenotato via mail dall’Italia. Qui conosciamo il gentilissimo Spyros, titolare dell’hotel. In attesa che ci consegnino le stanze andiamo a mangiare “To Pepe Souvlaki” dove assaggiamo ottimi pita gyros e insalata greca. Torniamo in hotel, ci sistemiamo nelle stanze, ci cambiamo, prendiamo in prestito 3 ombrelloni dall’hotel e riprendiamo le auto per dirigerci alla vicina spiaggia di “Marcello”. Fatichiamo a trovare posto sulla spiaggia libera perché c’è molta gente e la spiaggia è corta a causa delle ondate provocate dai traghetti che entrano ed escono dal porto di Parikia, che si trova davanti alla spiaggia all’altro estremo della baia. Comunque alla fine riusciamo a sistemarci, piazziamo i nostri ombrelloni e ci godiamo il sole e i bagni nell’acqua fredda ma trasparentissima. Verso le 18.30 torniamo in hotel, ci docciamo e usciamo per andare al vicino market dove compriamo acqua e snack. Mentre passeggiamo per il lungomare di Livadia notiamo l’”Ephessus”, un bel ristorante greco-anatolico, con i tavoli sulla spiaggia. Davanti al locale il proprietario ci convince a entrare offrendoci uno sconto e l’assicurazione di una buona cucina. Lui è simpatico, il locale ci piace, quindi decidiamo di accomodarci a uno dei tavoli sotto i tamerici, con le luci appese tra i rami. Il cameriere che prende l’ordine è un simpatico ragazzo di Paros che parla perfettamente italiano perché d’inverno studia in Italia. I ragazzi ordinano pasta al sugo, noi assaggiamo hummus, melanzane imam, mousaka, salsicce kebab con yogurt. Passiamo una piacevole serata in questo locale con un’atmosfera romantica, con le luci basse, il rumore delle onde e i sapori particolari di questi piatti. Usciti dal ristorante, prima di andare a dormire decidiamo di fare 2 passi, raggiungiamo il centro di Parikia e curiosiamo tra i graziosi e caratteristici vicoletti del paese

  • 1250 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , , ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social