A caccia di esoterismi nella città dei trulli di Alberobello

I trulli ormai sono diventati famosi in Italia ed anche nel mondo, si può mangiare, dormire o fare shopping in un trullo ma non molti sanno che dietro queste costruzioni coniche ci sono magie e esoterismi.

Diario letto 1998 volte

  • di travelale
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro

Sono ben 1500 i trulli che si sviluppano tra i rioni Monti e Aja Piccola nella bellissima città do Alberobello. Alberobello è una delle meraviglie architettoniche di tutta la Puglia e non solo, delle costruzioni a forma conica che solo pochi anni fa non venivano riconosciute come un vero prodigio umano e che per fortuna oggi sono uno dei motivi principali a spingere il visitatore ad arrivare in questa città, a meno di un'ora di macchina dal capoluogo Bari.

I trulli sono tipiche abitazioni realizzate in pietra calcarea tramite la tecnica a secco a lastre, un procedimento costruttivo antichissimo risalente addirittura alla preistoria. I trulli hanno l'aspetto di una capanna con l'unica differenza che il materiale d'utilizzo è la pietra calcarea che veniva incastrata a secco, un'opera minuziosa realizzata dai contadini per ripararsi durante il brutto tempo e che serviva come deposito per fieno e attrezzi agricoli. Arrivando in Puglia in treno, bus o treno si vedono trulli già all'altezza di Foggia anche se le strutture più belle e ristrutturate con cura si trovano proprio ad Alberobello e nei dintorni. La parte bassa dei trulli generalmente è di colore bianco accesso mentre la parte conica rimane con pietra o vista sia fuori che internamente. Attualmente questi trulli sono diventati talmente importanti nel tessuto urbano della Puglia da trasformarsi spesso in strutture ricettive, agriturismi o ristoranti anche molto esclusivi. Oggi sono molti gli hotel che offrono camere allestite proprio nei trulli e le tariffe per dormirci partono anche da cifre abbastanza abbordabili. La peculiarità inoltre di queste strutture rurali è la temperatura che si può avere al suo interno, fresca in estate e calda con l'arrivo dell'inverno, anticamente al centro del trullo veniva accesso un bel fuoco proprio per riscaldarsi che oggi spesso è stato sostituito da un caminetto o stufe decorative che hanno il compito di rendere l'ambiente caldo e accogliente per i tanti turisti che scelgono di alloggiare all'interno del trullo. La cittadina di Alberobello, ormai divenuta patrimonio Unesco, è raggiungibile in auto dalla città di Bari. Si esce dall'autostrada all'altezza di Bari Nord e poi si prende la tangenziale seguendo le indicazioni per Putignano o Castellana Grotte paesi dai quali Alberobello dista solo una decina di minuti. In alternativa si può utilizzare il servizio bus della linea Trulli link che parte da Bari Largo Sorrentino, poco distante dalla stazione dei treni, e arriva alla stazione dei treni di Alberobello in un'ora di tempo, il servizio è giornaliero ed il costo è di 4.30 euro a tratta. La stazione dei treni dista una decina di minuti dal centro di Alberobello dove trovare una serie di vicoli bellissimi dai quali si sale un pochino di altezza per godere della vista, non solo di queste meraviglie architettoniche, ma anche della bellissima chiesa di Santi Medici Cosimo e Damiano, un luogo di culto molto importante per la cristianità dei locali ma anche dei numerosi pellegrini che ogni anno, soprattutto per la fine di Settembre arrivano qui ad omaggiare i due santi, in occasione della festa patronale. La facciata di questa chiesa è a croce latina con un grande altare centrale ed il crocifisso pensile risalente al medioevo, la suggestiva scalinata di diciassette gradini rende ancora più maestosa la chiesa.

Ma andandosene a spasso tra le strade "trullose" di Alberobello capita che l'attenzione sia catturata da alcuni disegni a calce bianca realizzati proprio sul cono di pietra dei trulli raffiguranti talvolta un cuore, un sole, un segno zodiacale o degli astri. Simboli esoterici che fanno parte di una antichissima tradizione pagana. Spesso i simboli appartengono al mondo della fantasia in altri casi sono ispirati alle attività campestri. Simboli quindi che avevano il potere di essere dei portafortuna per garantire un buon raccolto allontanando cattiva sorte e malocchio dalla famiglia che abitava il trullo. Una magia antica che ha contribuito a rendere Alberobello unica ed anche carica di magia, un alone di mistero del passato che fa correre un brivido lungo la schiena quando ci si ritrova in mezzo alla bellezza dei trulli.

  • 1998 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social