"Nel blu dipinto di blu. Felice di stare quaggiù."

Il nostro previsto Viaggio di Nozze in Crociera, in epoca Covid, è stato annullato un mese prima del Matrimonio. Così ci siamo ritrovati ad organizzare velocemente una Luna di Miele alternativa in Puglia.

Diario letto 650 volte

  • di danidisa
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Fino a 500 euro

LUNEDI' 12 OTTOBRE 2020 - ORTONA

Esattamente 8 giorni dopo il matrimonio, partiamo in auto da Varese alle ore 6, direzione Puglia. Per spezzare il viaggio eccessivamente lungo, decidiamo di effettuare una tappa sia all'andata che al ritorno in Abruzzo, più o meno a metà strada. Il nostro equipaggio è composto da 3 persone: Io Daniela, il mio neo marito Max e nostra figlia Clarissa.

Il traffico è il solito del lunedì mattina: piuttosto intenso fino a Bologna e dopo abbastanza scorrevole. Nelle primissime ore del pomeriggio arriviamo ad Ortona, dove pernotteremo per spezzare la durata del viaggio in Puglia in due parti e non dover così guidare a lungo. Il tempo è brutto; piove ed Ortona, con quella luce, ci appare alquanto lugubre e triste.

Abbiamo prenotato al Relais Torre della Loggia, un B&B definito "Dimora storica" in quanto ospitato in un'antica torre del XII sec., nel cuore turistico e culturale di Ortona e precisamente nel quartiere di Torrevecchia. In effetti la sistemazione è alquanto suggestiva: begli spazi esterni con cortiletti e giardino racchiuso tra mura antiche vista mare. La nostra camera tripla ha anche un grande terrazzino panoramico che, se solo ci fosse stato bel tempo, avremmo sfruttato alla grande.

Seguendo le indicazioni del burbero proprietario, prenotiamo per cena al Ristorante "Al Vecchio Teatro", anch'esso vista mare ma, considerata la stagione, ceniamo ovviamente all'interno. Comunque gli ambienti sono molto piacevoli con esposizione di suppellettili antiche ed, alle pareti, tanti oggetti di rame ed utensili della civiltà contadina. La nostra cena a base di pesce è molto gustosa ed anche il conto è più che onesto: come prima serata di vacanza non c'è male.

Uscendo dal locale notiamo che ha cessato di piovere. Ci concediamo così un breve cammino fino al b&b percorrendo la passeggiata orientale dove si affaccia il ristorante ed attraversando la piazza della Cattedrale. Poi ammiriamo la torre ed i cortili del nostro b&b illuminati e facciamo qualche foto notturna.

MARTEDI' 13 OTTOBRE 2020 -ORTONA E POLIGNANO A MARE

Il letto del B&B era terribilmente scomodo. Diciamo che l'intera camera, pur essendo esteticamente gradevole, non era il massimo del comfort. Per questo motivo non ci dispiace lasciare questo alloggio e cancelliamo la prenotazione per il sabato successivo, quando avremmo dovuto ritornarvi in fase di rientro dalla Puglia. Facciamo colazione nell'antica saletta al piano terra, con dei bei soffitti a volta. La colazione è esclusivamente dolce, con vari tipi di torte. Fortunatamente arriviamo presto e ci serviamo per primi perchè qui è tutto contato, tutto misurato e, quel che finisce, difficilmente viene rimpiazzato. Pur essendoci 7 camere, il proprietario, braccino corto, dispone sul tavolo buffet solo 3 brioches alla volta e, quando terminano, esce a comprarne altrettante al vicino negozio. Incredibile!

Paghiamo i dovuti 110 euro e poi ci avviamo in direzione Polignano a Mare.

Arriviamo presto e raggiungiamo l'albergo prenotato direttamente tramite email, "Covo dei Saraceni" dove rimarremo 2 notti. L'hotel Covo dei Saraceni è un 4 stelle, nella posizione più suggestiva di Polignano, in quanto occupa il punto panoramico più bello, proprio in cima alla scogliera che domina la spiaggia di Lama Monachile.

La camera è già pronta ma non perdiamo tempo e, subito, usciamo per ammirare il panorama del borgo antico e per perlustrare le viuzze del centro storico, che offrono scorci che ci lasciano senza fiato. Troviamo strette stradine, case bianche con gradini adorne di fiori, piazzette e terrazze vista mare.

Da vere appassionate di Scamarcio e di Luca Bianchini, riconosciamo subito la casa di Ninella del film "Io che amo solo te", grazie all'inconfondibile scaletta ed archetti all'ingresso

  • 650 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social