Cuba: info utili e consigli pratici

Alla scoperta dell'Isla Grande da L’Avana a Santiago (e ritorno) con bus, taxi privati, collettivi e auto a noleggio

Diario letto 143356 volte

  • di ponente
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Eccomi di ritorno dal mio lungo viaggio a Cuba. Il mio racconto non sarà un elenco di emozioni e luoghi visitati, ma un insieme di informazioni che spero possano essere d’aiuto a chi sceglierà Cuba come destinazione di un prossimo viaggio. Se ho dimenticato qualcosa o volete l’itinerario nel dettaglio chiedete pure senza problemi.

Check in e dogana

Noi siamo partiti da Bologna e al check-in ci hanno chiesto il visto. Ottenute le carte d’imbarco, passati i controlli e già nella zona imbarchi ci siamo sentiti chiamare con l’altoparlante per ripresentarci ai banchi accettazione. Un volta tornati, l’addetta si è scusata per l’inconveniente e ci ha detto che per Cuba era obbligatoria l’assicurazione. L’abbiamo mostrata e tutto è finito lì, ma non so cosa sarebbe successo se non l’avessimo avuta. Per quanto ne so si potrebbe stipulare anche all’aeroporto di arrivo, ma sembra che gli addetti al check-in non abbiamo questa informazione.

Arrivati a Cuba la procedura è stata rapida e senza problemi: se nella scheda d’immigrazione si dice che non si ha nulla da dichiarare e denaro nei limiti richiesti (che sono comunque molto alti, mi sembra 4500 dollari) si può passare dalla corsia “verde” dove non vengono effettuati controlli. Il tempo più lungo è stato l’attesa delle valigie (direi una buona mezz’ora).

Cambio

L’ufficio cambi dell’aeroporto dell’Avana è fuori dall’edificio. Bisogna uscire e immediatamente a destra, sotto il portico c’è il cambio.

Presso le cadecas il cambio è più favorevole rispetto alle banche, ma spesso c’è una lunga fila. La differenza è di circa 1,25 dato in meno dalla banca ogni 100 Euro cambiati. Portarsi il passaporto (a noi hanno accettato anche la fotocopia).

Moneta

Come sapete esistono due monete, il CUC e il CUP (Moneda National). Se volete risparmiare un po’, vi consiglio di cambiare circa 15/20 CUC in CUP. Vi serviranno per dare mance (ai suonatori nei ristoranti, ai parcheggiatori, ecc.), per pagare i ciclotaxi e per acquistare cibo e bevande a prezzi irrisori (vedi voce cibo).

Costo della vita

Cuba non è una destinazione a buon mercato, ma neanche carissima. Con qualche accorgimento si possono contenere i costi. I prezzi delle case, del cibo e dei trasporti li ho specificati nelle singole voci. Quello che costa tanto sono gli ingressi ai parchi e le escursioni organizzate dalle agenzie (Cubanacan, Havanatur, Paraiso). Quando entrate nei vari siti storici come, ad esempio, il Castillo del Morro a Santiago, vengono chiesti oltre al costo del biglietto che, nello specifico, è di 4 CUC a testa, altri 5 CUC per scattare fotografie. Sconsiglio di comprare il biglietto per la macchina fotografica perché all’interno si avvicina sempre un custode che vi darà qualche informazione e sarà lui stesso a dirvi che potrete scattare foto senza problemi in cambio di una mancia.

Nel dettaglio alcuni costi

- Ingresso al El Nicho 9 CUC a persona

- Ingresso a Topes de Collantes 9 CUC a persona

- L’escursione da Trinidad a Topes, pranzo compreso, costa 47 CUC a persona.

- L’escursione in treno da Trinidad alla Valle de Los Ingenios costa 10 CUC a persona

- L’escursione a piedi nella Valle di Vinales costa 10 CUC a persona

- L’ingresso alla Cueva del Indio a Vinales costa 5 CUC a persona.

- L’ingresso al Mausoleo e al Museo del Che a Santa Clara è gratuito

- Una consumazione alla Bodeguita del Medio costa 5 CUC a persona

  • 143356 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social