A Cuba prima di Mc

Da L'Avana a Baracoa: le nostre esperienze e un pò di notizie utili

Diario letto 19250 volte

  • di lorenzo76
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Viaggiatori: Carmen e Lorenzo, sposati, quarantenni.

12 Marzo – Roma - Avana

Volo di quasi 12 ore con Blu Panorama, relativamente economico (circa 730/cad), ma massacrante, posti decisamente stretti per un intercontinentale. Arriviamo all’aeroporto de l’Avana e ci aspettano ancora oltre 2 ore di fila per il controllo passaporti con annessa foto…. finalmente siamo a Cuba! Ci aspetta Mariano (avevamo prenotato il taxi insieme alle prime 4 notti dal sito cubacase.com) 68 anni, che ha la pazienza di aspettare ancora una mezz’ora mentre cambiamo gli euro in CUC. Con il suo “taxi ufficiale” ci porta alla casa particular “La terrazza di Manolo” in Habana Vieja per 25 CUC. Qui, dopo 100 scalini e dopo aver fatto salire le valigie all’ultimo piano con un paranchino debitamente montato tra le rampe di scale, scopriamo che non c’è posto, anche se prenotato. Dopo qualche telefonata ci dirottano da amici per la prima notte….è mezzanotte passata, siamo distrutti, ma eravamo preparati agli imprevisti, quindi, senza perderci d’animo seguiamo Chuchi fino a casa sua (5 minuti a piedi) e finalmente doccia e letto.

13 Marzo – Avana

A Lorenzo non è ancora chiaro il cambio di orario… e alle 4 e poco più mi sveglia e mi chiede: “ma sono le 4 o le 9 del mattino?”, mi giro dall’altro lato e mi riaddormento istantaneamente… sono le 4! Sveglia vera alle 8, Ana, la moglie di Chuchi, ci prepara la colazione: caffè, frutta fresca, pane e una cosa che chiama prosciutto….mah! E’ simpatica e loquace, ci da qualche dritta su l’Avana e ci racconta un po’ di lei. Pernottamento 30 CUC e colazione 10 CUC totali. Ci spostiamo a La terrazza di Manolo, naturalmente aspettiamo per avere la stanza, anche se ci aspettavano, ma alla fine ne vale la pena: camera molto grande, addirittura 5 letti solo per noi, aria condizionata, bagno in camera, finestra ed accesso diretto sul terrazzo! Ci perdiamo per le vie di Habana Vieja: Plaza de la Catedral, Plaza de Armas, Plaza Vieja, è un susseguirsi di palazzi fatiscenti tra i quali ogni tanto ne spunta uno ristrutturato, l’atmosfera è calma, ma vitale, i visi sorridenti e sereni, forse un po’ rassegnati. Non subiamo l’assalto dei jineteros, prospettatoci da Ana e da alcuni diari letti prima di partire. Passeggiando arriviamo al Malecon, fermiamo un coco-taxi, o lui ferma noi…. Dobbiamo andare al terminal Viazul per prenotare il bus per Vinales, il taxi ci costa 15 CUC a/r ed il bus 12 a testa. Ci accordiamo anche per lunedì: ci porterà al Viazul per 8 CUC. Torniamo a casa, cena con pollo, insalata, riso, pomodori ed un dolce al cocco, abbondante, ma per 8 CUC a testa non ne vale la pena. Conosciamo altri 2 ospiti della casa: Fabio e Vanessa. Domani Playa del Este insieme!

14 Marzo – Avana

Prima giornata al mare…e prima colazione con “street food”: pizzetta cubana con queso e jamon, sazi con 40 cents. Contrattiamo un taxi per 20 CUC a/r, che dividiamo con Fabio e Vanessa. Incontriamo il primo cubano puntuale: appuntamento per il ritorno alle 17 ed alle 16.45 è già lì ad aspettarci. Bello il mare, bella la spiaggia, ma i nostri nuovi amici, alla fine del loro viaggio, ci dicono che sarà una delle peggiori rispetto alle prossime che vedremo… certo è, che fare un sonnellino all’ombra di una palma è fantastico! Rientrando ci disinibiamo definitivamente verso il cibo da strada: panino con amburguesa, pomodoro, insalata e cipolla al banco messo sulla porta della casa di una signora e 3 dolcetti al risciò di un simpatico vecchietto, tutto per meno di 50 cent a testa. In un’altra casa lungo la strada, si festeggia il compleanno di una bimba, ci “intrufoliamo” e regaliamo una busta di caramelle….spariscono in un attimo! La nonna della festeggiata, immagino, insiste perché Carmen si faccia una foto con la torta, comodamente adagiata sul pavimento: porta dinero!! Per la cena decidiamo di fare i “signori”: aragosta, mojito e birra per 12 CUC a testa al ristorante Hanoi, consigliato dalla Lonely

  • 19250 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social