Sabor de Cuba

Tour dell'isola da Vinales a Trinidad, passando per L'Avana

Diario letto 5738 volte

  • di el ché
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Siamo due coppie di amici, molto affiatate e, per così dire, “mature“. Volevamo fare una vacanza a Cuba con l’obiettivo di viverla in modo non tradizionale, pertanto abbiamo preso visione di vari cataloghi, ma, alla fine, ci siamo convinti ad affidarci alla Color Travels, un piccolo, ma efficiente e disponibile tour operator, trovato su internet e specializzato su Cuba, Santo Domingo e Marocco. Il tour, effettuato con un minivan guidato da un simpatico autista, ci ha portato attraverso l’isola toccando diverse località: L’Avana (bella e affascinante, in special modo la parte vecchia, con le sue case tenute su in qualche modo e che consigliamo di viverla senza fretta), Pinar del Rio (case basse diversamente colorate e tutte con portici con colonne di diversa forma), Vinales (paesaggio campestre dagli intensi colori, con colline tondeggianti – mogotes - piene di vegetazione e estese piantagioni di tabacco), Remedios (sobria e silenziosa), Santa Clara (imperdibile: il Che onnipresente), Moron (la citta dei galli che cantano a tutte le ore!), Trinidad (un tessuto urbano unico, allegra, colorata, ospitale e musica cubana in tutti gli angoli). Non sono mancate escursioni nelle belle spiagge bianche di Cayo Levisa (in una parte c’è una concentrazione di grandi stelle marine di tutti i colori: attenti a non pestarle!), Cayo Guillermo, Playa Pilar (una sabbia fine e bianchissima), Playa Ancon. Ma il bagno più bello lo abbiamo fatto nella Baia des los Peces una località della Baia dei Porci: no spiaggia, ma formazioni coralline molto variegate con tantissimi pesci. E poi, i paesaggi che si succedevano: vivaci paesini caratterizzati da una allegra confusione, palmeti, piantagioni di canna da zucchero. Viaggiare in auto significa un continuo slalom tra persone , animali liberi e carretti trainati da cavalli o da buoi.

La particolarità del viaggio è stata la scelta di soggiornare nelle “case particular“: un'occasione unica di conoscere da vicino, e apprezzare, i cubani, la loro filosofia di vita, le diverse abitudini, la loro cultura , il loro spirito di adattamento, la loro capacità di vivere utilizzando al meglio le “ poche “ risorse a disposizione. A Viñales abbiamo alloggiato da El Porri, la cui casa si trova in un’ottima posizione di fronte ai Mogotes, dietro al centro di reabilitacion del paesino. A Remedios nella bella casa coloniale di Odalys e Miguel, en calle Alejandro del Rio 78, proprio dietro alla piazza centrale. A Baia dei Porci eravamo ospiti a Playa Giron di Sebastian e suo figlio Amauri, che ci ha fra l’altro accompagnato in interessantissime escursioni naturalistiche alla scoperta di “cenotes” meno noti. E, infine, a Trinidad, abbiamo alloggiato nel cosiddetto Casco Historico, in Casa Mirelis, in calle Colon 355, 200 mt sotto La casa de La Trova e la splendida Plaza Mayor, vero cuore pulsante della città.

E poi che dire dei sigari, del rum, della musica, della varietà e della precarietà dei mezzi di trasporto utilizzati dai cubani, ivi incluse le innumerevoli auto americane anni 50 e vecchie sidecars. Che atmosfera e che profumi!

Tutto questo è stato possibile grazie al rapporto amichevole che si è creato con le due simpatiche “briganti“ Francesca e Veronica che hanno compreso e soddisfatto ogni nostra curiosità ed esigenza: Francesca dalla sua posizione romana e Veronica, fiorentina di nascita e cubana di adozione, che abbiamo incontrato a Trinidad, dove ci ha dato delle dritte interessanti. Rapporto amichevole anche con Diego, il nostro autista, sempre paziente e premuroso e ad Alessandro, la nostra guida a L’Avana, buon camminatore e attento osservatore

  • 5738 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social