Cuba on the road luglio2011

Tour Havana-Vinales-Santa Clara-Trinidad-Varadero-CayoLargo

Diario letto 15945 volte

  • di bobo217
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Ciao a tutti,

Prima di partire per il mio viaggio a Cuba ho cercato su Internet racconti di viaggio che potessero essere realmente utili per organizzare la mia vacanza senza l’aiuto di tour operator ma confesso di aver faticato a trovare le informazioni che cercavo.

Per questo farò il possibile per raccontarvi la nostra esperienza in maniera quanto più chiara e completa al fine di fornire quante più dritte possibili a chi decidesse di intraprendere un viaggio sulla Isla Grande.

Sono partito i primi di Luglio 2011 per un viaggio di 2 settimane con la mia ragazza e un’altra coppia di amici. Siamo ragazzi di 29 anni con una buona vita sociale, che amano il divertimento e i viaggi on the road uniti a qualche giorno di mare e relax; quindi se siete i classici turisti da 15 gg in villaggio all-inclusive e non amate le escursioni non perdete tempo leggendo il mio racconto e rivolgetevi ad un tour operator.

Volo: prenotato su internet a maggio pagato circa 900 euro a testa con scalo a Parigi ( se ci fossimo mossi un po prima avremmo speso sicuramente meno).

Clima: caldo e soprattutto molto molto afoso. Luglio è durante la stagione umida che per questo non è considerata alta stagione. Da fine agosto in poi rischiate uragani ma prima è molto improbabile.

Noi in 15 gg abbiamo trovato si e no 3/4 ore di pioggia in totale.

Per il resto sole e qualche nuvola passeggera nel pomeriggio.

Cibo: aragoste (non sempre ottime), camarones (gamberi) riso e pollo sono alla base dell’alimentazione cubana. Se vi stancate potete buttarvi sui sandwich di tonno e pollo. Non sperate nei fast food.. a Cuba non esistono.

Acqua: l’acqua corrente non è potabile. Se possibile quando vi lavate i denti sciacquateli con acqua di bottiglia. Riguardo al ghiaccio.. beh un po di rischio dissenteria c’è.. ma li fa caldo e noi non siamo riusciti a farne a meno senza subire grosse conseguenze.

Costo della vita: davvero basso. Un CUC vale circa un dollaro americano. Cambiateli direttamente a Cuba nella Cadeca (ufficio cambi presente in tutte le città). Una birra, per intenderci vi costa in media 1,00 CUC. Un sandwich circa 2 CUC. A cena, anche mangiando gamberi e aragosta, sarà difficile spendere oltre i 15-20 CUC.

Sigari: non comprateli per strada. Vi fumereste foglie di banano. Se volete risparmiare a l’Havana fatevi portare alla cooperativa del tabacco. Li trovate Montecristo e Cohiba a buon prezzo se sapete contrattare.

Jineteros: date un occhio a questo link. http://digilander.libero.it/q0/cultura/jineterismo.htm

Insomma occhio alle fregature. Confidenza fino a un certo punto. In ogni caso Cuba, eccezion fatta per alcune zone di l’havana, non è assolutamente pericolosa. Non precludetevi l’opportunità di fare 4 chiacchiere con qualche cubano doc.

Hotel / case particular: a mio parere giusto combinare le due soluzioni. Se riuscite meglio prenotare il piu possibile da casa, soprattutto per non sprecare tempo nelle ricerche di alloggi.

Link utili: www.cuba-junky.com

Il nostro tour:

L’HAVANA:

3 notti - Città da vedere. Macchine d’epoca, case colorate e spesso diroccate.. vi catapulta subito indietro nel tempo anche se girando Cuba vi accorgerete che la realtà delle altre cittadine può essere ancora più arretrata (ma non per questo meno affascinante!).

Zone:

- Havana Vieja (la città vecchia.. la vera havana con qualche negozietto nella via principale) Qui trovate la famosa Bodeguita del medio (fateci giusto una foto ma se cercate un buon mojito di sicuro non lo trovate qui. Il peggiore bevuto a Cuba), Buena vista social club, il Capitolio e Plaza de la Rivolution

  • 15945 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social