Miami-Grand Turk-Bahamas, poca spesa e tanta resa

Vacanze in crociera

Diario letto 25079 volte

  • di Emily77
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Quando trovi un’offerta della British con il diretto Malpensa-Miami a 580 euro, cosa puoi fare se non prenderlo al volo e poi costruirci sopra una vacanza? E così è stato!

A gennaio 2012 avevamo già fatto Miami e crociera Carnival (allora fu la Destiny: Key West e Cozumel) e, con questo prezzo del volo come partenza, abbiamo deciso di ripetere l’esperienza, stavolta con un itinerario un pochino più lungo: crociera lunedì-sabato, Carnival Victory, Miami-Grand Turk-Half Moon Cay-Nassau. Prima del volo di ritorno, come l’altra volta, una tappa anche a South Beach.

La crociera è stata fantastica, l’itinerario è stupendo e i posti visitati magnifici. Miami è sempre Miami: magari non bellissima, ma ha un suo fascino, una bella atmosfera, tantissimo verde, una spiaggia spettacolare, ed è sempre un ottimo punto di partenza e passaggio a cavallo di una crociera o come tappa di una vacanza itinerante. Le Bahamas sono state una sorpresa: me le aspettavo belle, ma non così tanto! Le spiagge e il mare che abbiamo visto se la giocano con i colori delle Maldive: davvero una meraviglia!

CARNIVAL VICTORY Rapporto qualità/prezzo semplicemente strepitoso: prezzo finito poco più di 500 euro a testa (cabina interna), per 5 notti, con all inclusive americano e quindi, oltre a poter mangiare h24, e ad avere distributori di acqua, the freddo, succhi, bevande calde e gelato inclusi 24 ore su 24, è compresa anche l’acqua a cena. Per le bibite gassate e gli alcolici era possibile sottoscrivere a bordo dei forfait illimitati a pagamento.

La Victory non è nuova (classe 2000, Fincantieri Monfalcone) ma è tenuta benissimo, lucida, pulita e confortevole. Non enorme (2.700 passeggeri), facile da girare e affatto caotica, è stata una graziosa e comoda casa galleggiante.

Impeccabile il personale: tutti grandi lavoratori, friendly ed educatissimi. Il responsabile della cabina e i camerieri del tavolo imparano i nomi il primo giorno e non li sbagliano neppure una volta. Ottima l’organizzazione Carnival.

Nota bene: compagnia americana e crociera dagli USA, quindi tutto in inglese. Comandante e ufficiali italiani, ed anche alcuni membri del personale che sapevano un po’ di italiano, ma la lingua di riferimento a bordo è unica e quindi tocca sapersi almeno un po’ arrangiare. Del resto, a bordo ci siamo quantificati come 12 italiani (8 dei quali raggruppati allo stesso tavolo a cena): toccava a noi adattarci! Per noi è stata una pacchia: gli americani si sono confermati compagni di vacanza ideali, a differenza della maleducatissima orda italica sulla MSC Preziosa dell’estate scorsa. Educati, sorridenti, rilassati, precisissimi in fila, ordinatissimi al buffet, una profusione di saluti, “sorry” e “thank you”, anche da parte degli ottimamente educati bambini.

GRAND TURK

Dopo una giornata di navigazione, al mercoledì mattina si arriva a Grand Turk, arcipelago di Turk and Caicos. Il pontile parte praticamente giusto dalla spiaggia e quindi con due passi ci si arriva. La spiaggia è bella, spaziosa, lunga e bianca e l’acqua turchese: benvenuti ai Caraibi! Parte della spiaggia stessa è di proprietà del terminal crociere e i lettini sono gratuitamente a disposizione dei crocieristi, con tante palme per chi vuol stare all’ombra ed anche un complesso con piscina e lettini (sempre a libero accesso). Ci sono un paio di bar (uno dei quali con un ambitissimo free wifi) ed è possibile, dove inizia la spiaggia libera e quindi fuori giurisdizione cruise terminal/Carnival, prenotare uscite in barca, giri a cavallo, snorkeling, etc etc, risparmiando più del 50% rispetto ai prezzi proposti per le escursioni ufficiali

  • 25079 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social