Crociera nel Mediterraneo (Turchia, Grecia, Croazia)

Crociera "divina" nel Mediterraneo orientale, fino nella magica Istanbul

Diario letto 12096 volte

  • di luxocchio
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Da 500 a 1000 euro

Vacanza in famiglia prenotata con largo anticipo con la formula cabina garantita che ci ha consentito di viaggiare con i figli in due cabine separate al prezzo di una quadrupla, con un notevole risparmio.

SABATO 21 LUGLIO: VENEZIA

Arriviamo a Venezia e, dopo aver parcheggiato al terminal passeggeri, ci dirigiamo con i nostri trolley verso l’imbarco. Dopo alcune titubanze sulla direzione da prendere e dopo aver ricevuto la nostra cruise card, che servirà per tutte le spese a bordo, saliamo finalmente sulla Divina: avevamo già visto alcuni video su you tube e molte fotografie, ma trovarci davanti a tanto lusso ci lascia davvero senza fiato. Preso possesso delle nostre cabine al ponte 10, comincia l’avventura… cerchiamo cioè di orientarci tra ponti, saloni, bar, ristoranti : ci divertiamo un sacco perdendoci qua e là tra ascensori, specchi, negozi.

L’esercitazione di emergenza obbligatoria è prevista prima della partenza e con molto ordine ci dirigiamo con il nostro giubbotto di salvataggio presso il nostro punto di raccolta, nel Casinò Veneziano, dove vengono date istruzioni precise a tutti. Già in questa occasione ci rendiamo conto dell’estrema professionalità degli addetti e soprattutto della cura verso le persone disabili, che più volte durante la crociera abbiamo avuto modo di osservare.

Alle 16.30 si salpa da Venezia e ci godiamo tutti, sul ponte 14, uno spettacolo unico: piazza San Marco e tutti i ponti lungo il Canale della Giudecca. Salutiamo chi ci vede passare, sperando di non suscitare troppa invidia …

Alla sera prima assistiamo allo spettacolo nel Pantheon Theatre, primo assaggio di varietà di altissimo livello; poi ci aspetta una cena principesca nel ristorante Black Crab, seguiti dal nostro simpaticissimo honduregno Josè, che ci seguirà per tutta la settimana. È strano farsi versare l’acqua nei bicchieri, usare tutte quelle posate e chiacchierare piacevolmente in attesa delle varie portate! Le prime volte ci sentiamo in imbarazzo e ci risulta difficile non aiutare a raccogliere i piatti sporchi… ridicolo…

DOMENICA 22 LUGLIO: BARI

Il viaggio durante la notte ci ha permesso di arrivare, senza renderci conto, a Bari. Abbiamo deciso di non utilizzare le escursioni proposte dalla Msc, purtroppo troppo care per una famiglia di quattro persone! Ci siamo precedentemente informati, perciò possiamo tranquillamente fare da soli: noi siamo veri Turisti Per Caso!

Visitiamo il la chiesa di S.Nicola dove sono custodite le spoglie del Santo che, a quanto pare, ha dato origine alla leggendo di Santa Claus, cioè Babbo Natale. La cripta con l’altare ortodosso è davvero suggestiva. Ci perdiamo poi tra il labirinto di stradine tortuose, cortili e case-torri. Ritorniamo sulla nave e ci godiamo un rigenerante bagno nella vasca idromassaggio e un po’ di sole prima della partenza, alle 15.30.

La sera si conclude con un bello spettacolo stile italiano e la cena.

LUNEDÌ 23 LUGLIO: KATAKOLON

Alle 8 siamo già a Katakolon in Grecia. Si potrebbe fare un’escursione a Olimpia, ma il tempo è davvero poco. Perciò facciamo un giretto fin sulla spiaggia, utilizzata come una strada da qualsiasi mezzo, dalle moto alle auto e persino da carrozze con cavallo! Poi un po’ di shopping greco e si rientra presto sulla nave. Dal porto siamo di nuovo sorpresi dalla maestosità della nostra nave, così grande e così alta da togliere il fiato. Lo spettacolo stile egiziano della sera è faraonico, con costumi , ballerini, cantanti e artisti straordinari. È serata di gala, perciò tutti siamo elegantissimi.

MARTEDÌ 24 LUGLIO: IZMIR

Alle 9 siamo a Izmir, terza città turca per numero di abitanti (quasi 4 milioni) e per il caos. Con una bella passeggiata a piedi sul lungomare, raggiungiamo il centro e in un attimo ci perdiamo in un dedalo di viuzze del Bazar con tutti i loro colori e profumi. Visitiamo una moschea dove entriamo rigorosamente scalzi. A dire il vero la città non è un gran che. Forse avremmo potuto sceglier di andare a Efeso, ma anche oggi si salpa molto presto. Verso sera ci troviamo nello stretto dei Dardanelli, davvero molto suggestivo. Spettacolo in stile francese con Can Can e la solita perfetta cena. I menù sono sempre molto ricercati, con più portate in modo che tutti possano scegliere liberamente e i piatti sono sempre molto curati.

MERCOLEDÌ 25 LUGLIO: ISTANBUL

Arriviamo molto presto a Istanbul, l’unica città al mondo a essere costruita su due continenti con circa 14 milioni di abitanti. Con il tram pubblico raggiungiamo il centro, il Corno d’oro, passando per il ponte del Galata. La Mosche Blu o Moschea di Sultanahmet, svetta con i suoi sei minareti: entriamo, dopo aver tolto le scarpe e indossato un velo sulla testa, più per sfizio che per obbligo, e ammiriamo lo spettacolo delle piastrelle blu che danno il nome alla moschea. Il caldo è soffocante e i profumi non sono certo gradevoli… ma è molto bella. Qui si trova anche un frammento della pietra nera venerata dai musulmani; qua e la ci sono degli uomini che pregano con i loro rituali

  • 12096 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social