In bici e barca nel nord della Croazia: un percorso tra le isole più affascinanti dell’Adriatico

Da Trieste a Zara, passando per il Golfo del Quarnaro: lunghe pedalate e traversate in mare in una terra ricca di storia, baie cristalline e paesaggi indimenticabili

Diario letto 10540 volte

  • di Labila
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro

Siamo sorpresi nel trovare un borgo molto grazioso risalente al III secolo dopo Cristo, che si sta preparando alla festa “ Stomorina” o “ Vela Gospoja” ossia la celebrazione dell’Assunzione della Madonna, alla quale è consacrata anche la chiesa del luogo. Sono presenti stand dove si cucinano frittelle e birra a volontà. La piazza è addobbata per i giochi e pronta al concerto serale. L’occasione permette di conoscere fin da subito i nostri compagni di viaggio: tutte persone simpaticissime. QQQQQQQDDD Qq ggrruello che era apparso come un interminabile pomeriggio di pioggia scorre invece velocemente tra tante risate.

17 AGOSTO: Omisalj – Krk - Rab

Finalmente si parte. L’aver perso mezza giornata comporta chiaramente dei cambi, se non stravolgimenti di programma. Approdiamo dall’altro lato dell’Isola di Krk nell’omonima città. Il tempo è ancora incerto, così la visitiamo a piedi. Su tutto spicca l’imponente complesso architettonico della Cattedrale e Castello dei Francopan. Ben conservate le mura che circondano la parte vecchia e che risalgono all’epoca della dominazione illirica. Gradevole la passeggiata sia nel centro storico che nei pressi del porto. Dopo pranzo il sole finalmente fa capolino. Navighiamo fino al Lopar, sull’isola di Rab e iniziamo la prima tappa in bici. Il precorso prevede tratti di strada ondulata ancora non troppo impegnativi e una bellissima ciclabile che costeggia il mare. Arrivati a Rab città scendiamo dalle bici per visitare questo piccolo gioiello. Per riprendere le forze facciamo un breve aperitivo in uno dei numerosi locali all’aperto. Assaggiamo il famoso e buonissimo formaggio di Pag accompagnato da olive e ottimo vino. Superata l’animatissima piazza principale e salite le scale del Palazzo rinascimentale Dominis-Nimira, si arriva sulla via dove si susseguono le chiese più famose, con l’affascinante effetto dei campanili che svettano uno dopo l’altro. Dalla piazza dove sorge la Chiesa di S. Giustina, riconoscibile dalla grande quercia che si erge al centro, c’è una splendida vista dalla quale ammiriamo un fantastico tramonto. Raggiungiamo poi il monastero benedettino. Incontriamo delle suore e rimaniamo stupiti per la loro altezza.

18 AGOSTO: Rab – Pag – Dugi Otok

La mattina ci alziamo molto presto per salire sul belvedere e aspettare l’alba. Per le viuzze non c’è nessuno e ne approfittiamo per immortalare, senza confusione, i luoghi più significativi. Cerchiamo un caffè ma troviamo di meglio: l’unico negozio aperto è un laboratorio artigianale di pasticceria. Gustiamo cornetti e krapfen appena sfornati: una delizia e la giusta energia per affrontare la giornata. Navighiamo diretti all’isola di Pag. Il tempo è splendido. In bici affrontiamo le prime salite impegnative che però ci ripagano con la vista della magnifica costa. A Novalja la frenquentatissima piazza ci aspetta per bere qualcosa di rinfrescante e una volta a Mandre ci immergiamo finalmente in acque cristalline. Nel pomeriggio proseguiamo la navigazione ma con soste che permettono di tuffarci letteralmente in un mare splendido. La prossima destinazione è Dugi Otok, un’isola particolarmente tranquilla. Appena attracchiamo, nonostante la leggera brezza, mi rituffo per l’ennesima volta: non posso resistere ad acque tanto limpide.

Dopo cena camminiamo verso l’antica chiesa di Brbinj, illuminata all’interno ma completamente al buio all’esterno. Questo permette di osservare un cielo stellato all’inverosimile. Ci rechiamo poi in uno dei pochi locali dove assaggiamo per la prima volta la Pelinkovac: amaro croato straordinario. Brindiamo felici alla giornata trascorsa

  • 10540 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social