Affascinante Croazia

In giro per Dubrovnik e dintorni

Diario letto 9880 volte

  • di mik.va
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro

Il viaggio è cominciato nel tardo pomeriggio di venerdì 9 agosto da Varese con direzione Croazia! Si è rivelata una partenza intelligente, in poco tempo, salvo un po’ di coda causa incidente, abbiamo raggiunto l’hotel Major a Ronchi dei Legionari (GO), dove abbiamo trascorso la notte. La mattina seguente abbiamo ripreso la strada verso la Croazia. Essendo sabato di esodo, il traffico era intenso ma in circa un’ora eravamo al confine; per giungere in Croazia è necessario attraversare un tratto in territorio sloveno pagando 15 euro di pedaggio autostradale. Tuttavia, quest’anno mi ero studiato un percorso alternativo all’autostrada che si è rivelato più economico e panoramico.

Sabato 10 agosto

La prima tappa è stata Krikvenica, dove avevamo appuntamento con due ex compagni di università; abbiamo soggiornato due notti presso la Pansion Belveder, (stanza piccola ma pulita, con ampia terrazza vista mare in comune x pranzare e cenare, sistemazione consigliata per soggiorni brevi). Krikvenica non ci è piaciuta molto. E’ una località forse più adatta a turisti stranieri o a famiglie con bambini. Il mare non era il massimo e la spiaggia di sassolini molto appuntiti era molto affollata, abbiam apprezzato la lunga passeggiata piena di ristoranti e bar che di sera si animavano.

Lunedì 12 agosto

Siamo ripartiti in direzione Mlini, loalità a circa 10 km a sud di Dubrovnik, dove avevamo prenotato il nostro appartamento presso Appartament Galic (classico affittacamere croato a conduzione familiare, l’appartamento era pulito, di giuste dimensioni, con ampia terrazza in comune vista mare). Mlini è un paesino di poche case, molto tranquillo, il mare è bellissimo, limpido e cristallino e lungo la costa vi son numerose calette e insenature, purtroppo non sempre ben segnalate... forse per questo poco affollate.

Nei 5 giorni di permanenza, salvo una gita a Cavtat (carina ma nulla di speciale), siamo sempre andati a Dubrovnik di sera. Ad agosto scordatevi di trovare parcheggio gratuito; noi la lasciavamo in un multipiano con prezzi a dir poco croati! Il modo migliore per visitare la città è perdersi tra le caratteristiche viuzze racchiuse dalle imponenti mura, su cui è possibile salire e percorrere tutto il perimetro della città... passeggiata di 2 km davvero panoramica e suggestiva!! Fatevi un giro al porto, visitate le numerose chiese e, quando siete stanchi, cercate una Konoba caratteristica che non vi offra la solita pizza e lasagne dei ristoranti turistici per stranieri affacciati sullo Stradun (vi consiglio di assaggiare le grigliate di Lady PiPi.)

Sabato 17 agosto

Ripartiamo con destinazione Isola di Hvar. Prima però facciamo una piccola deviazione per Medjugorje, in Bosnia. Tornati in territorio croato abbiamo raggiunto Drvenik e dopo una lunga attesa sotto il sole, finalmente siamo saliti sul traghetto che in circa mezzora è attraccato a Sucuraj, sull’isola di Hvar. Abbiamo alloggiato a Stari Grad, paesino carino e tranquillo, con un porticciolo e tipiche case di pietra. In paese c’erano tutti i negozi di alimentari, compreso il mercato del pesce (dalle 6.00 alle 9.00). Le spiagge dell’isola sono stupende, il mare è pulito e trasparente; oltre a quelle consigliate dalle guide, vi consiglio di andare alla ricerca di calette più tranquille e meno affollate, davvero stupende. Il centro più importante dell’isola è Hvar, sempre piena di vita, ristoranti, turisti e Yacht attraccati al porto. Dopo aver visitato il centro storico siamo saliti a piedi alla Rocca che sovrasta la città da cui si può ammirare un panorama fantastico. Tra una caletta e l’altra i giorni volano e sabato 24 è arrivato in un attimo. Ripartiamo dal porto di Stari Grad e attracchiamo a Split

  • 9880 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social