Costiera Amalfitana... that's amore

La costiera è tutta da scoprire. I profumi dei limoni, i colori del mare, il cielo terso, l’allegria e gentilezza della gente, i tramonti infuocati, il buon cibo...

Diario letto 46287 volte

  • di moniques85
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro

Dopo aver scartato diverse destinazioni e dopo tanto tempo speso a informarci su Internet per decidere dove passare la nostra prima settimana di ferie estive, ecco la scelta: Costiera Amalfitana. Non ci siamo mai stati e molti che l’hanno visitata continuano a descrivercela come una vera meraviglia. A questo punto, considerata la lunga distanza e il periodo, valutiamo sia meglio prendere un volo e noleggiare una macchina a Napoli invece di usare la nostra auto e guidare per “non si sa bene quanto”…

A conti fatti ci accorgiamo che spendiamo circa € 80 in più, ma si rivelerà la scelta più azzeccata!

24 Agosto 2012: Malpensa/Napoli/Vietri sul Mare/Cetara/Erchie/ Maiori

Pernottamento Hotel Torre di Milo***: l’hotel si rivelerà una buona scelta. Pulito, appena ristrutturato a 5 minuti a piedi dal lungomare dove c’è la fermata del pullman che ci servirà per girare da un paese all’altro. Stanze piccole ma accessoriate, l’unica pecca non c’era posto dove poter stendere e farle asciugare. Hotel silenzioso e pulito. Colazione nella norma, varia e buona. Proprietario disponibile. Voto: 7

Volo alle 7.30 del mattino e dopo 1h e 50 siamo a Capo di Chino dove tramite un pulmino raggiungiamo il nostro autonoleggio Auto europa per ritirare la macchina. Non avendo a disposizione il segmento da noi scelto, ci danno senza supplemento una DS4 che sembra un aeroplano!

Per girare la costiera è meglio una macchina piccolina considerato le strade strette, ma avendola utilizzata praticamente mai, si è rivelata molto comoda soprattutto per gli spostamenti più lunghi.

Già che ci siamo, vogliamo salutare Napoli e fare un giro veloce (tutti e due c'eravamo già stati) per le vie del centro per mangiarci una sfogliatella.

Il caldo si fa sentire… parcheggiamo vicino al Maschio Angioino e a piedi raggiungiamo piazza Plebiscito passando per la via principale. Una volta lì entriamo per un caffè e una sfogliatella nella più antica caffetteria di Napoli, “Gambrinus”. Ottima scelta!

Dietro consiglio di una collega di mio marito, riprendiamo la macchina e ci dirigiamo verso Posillipo da dove si gode di una vista splendida su tutto il golfo; imperdibile e consigliata.

È mezzogiorno e anche se fa veramente caldo, decidiamo di scendere per visitare il Maschio Angioino. Parcheggiamo l’auto in un silos a pagamento e camminando sul lungo mare, arriviamo sotto alla fortezza. Rimaniamo a guardare la gente del posto che fa il bagno e gongola sopra alle loro barchette e i bimbi che si tuffano impavidi dagli alti muretti del ponte. L’entrata è libera e decidiamo di prendere l’ascensore per fare meno fatica possibile visto il caldo torrido. Arrivati in cima, ci godiamo la vista e ci riposiamo all’ombra sotto i porticati dove facciamo un breve sosta per rigenerarci.

Ritorniamo alla macchina per dirigerci finalmente verso la tanto attesa Costiera Amalfitana! Dopo circa 45 minuti incontriamo il primo paesino della costiera, Vietri sul Mare. Famosa per essere la città delle ceramiche, Vietri si rivela essere una piccola perla affacciata sul mare. Una premessa sulla costiera… Tutti i parcheggi sono a pagamento e vanno da €1 a € 5 all’ora e purtroppo non ci sono alternative. Parcheggiamo la macchina e facciamo una passeggiata per le sue strette vie aspettando che i negozi aprano. È primo pomeriggio e in giro non c’è un’anima. Siamo in meridione è vero, ma c’è da dire che il caldo è davvero soffocante. Finalmente aprono ed entriamo nei diversi negozi che vendono suppellettili in ceramica davvero tutti molto carini; Attenzione a trovare quelli che davvero li fanno in loco, da non confondere con quelli che importano dalla Cina… perché è così e alcuni li spacciano per loro produzione e li fanno pagare cari!

Finiti gli acquisti e fatta qualche foto, procediamo alla volta di Cetara. Percorrendo la Strada Statale Amalfitana (litoranea panoramica a due corsie stretta e tutta curve) arriviamo al pittoresco borgo marinaro. Tutti i paesini che si incontrano sono posizionati a grappolo sulla scogliera e arrivano fino alla spiaggia sottostante. Procediamo infatti scendendo fino al parcheggio a pagamento adiacente la spiaggia. Di gente ce n'è parecchia e sembra di essere in un set cinematografico. Ci fermiamo per bere e mangiare qualcosa in un bar nella piazzetta e ci godiamo il meritato riposo. Siamo d’accordo di passare a trovare una collega di mio marito che si trova alla spiaggia del paese successivo Erchie così, finita la nostra birra ci rimettiamo in macchina

  • 46287 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social