Lumio-Calvi-Balagne

Vacanza alla scoperta della regione delle Balagne e dell'entroterra. Suggestivi paesi arroccati e spiagge caraibiche. A prova di zampa!

Diario letto 14071 volte

  • di alice8firenze
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 5
    Spesa: Da 500 a 1000 euro

Siamo partiti in cinque più il mio cane (un labrador di due annai) da Livorno alle 14 e siamo sbarcati a Bastia alle 18. Il viaggio è stato perfetto, mare calmissimo. Con grande stupore ho potuto trascorrere il viaggio nella zona bar, credevo che con il cane potessi stare solo sul ponte (i cani possono andare ovunque escluso il ristorante). Dopo essere sbarcati ci siamo messi in viaggio verso Lumio ( 8 Km circa da Calvì) dove avevamo prenotato un piccolo appartamento per due settimane ( residende Lott. Torre di ondari, la rosa dei venti, appartamento il gambero). Da Bastia abbiamo impiegato circa due ore prima di arrivare a destinazione... ormai a sera!

Il primo giorno effettivo abbiamo deciso di rimanere in zona e abbiamo optato per la Plage de l'Arinella, sotto casa. La spiaggia è di scoglio, ma di quello levigato dal mare e quindi abbastanza comodo. L'acqua pulita e cristallina.

Il giorno seguente, dopo esserci fermati all'ufficio turistici di Calvì per qualche informazione ci siamo diretti alla spiaggia Pineide nel Golfo di Calvì. Quel giorno la spiaggia era di sabbia finissima e per questo il colore del mare risultava di un bel turchese. Spiaggia sicura per i bambini vista l'acqua bassa per diversi metri. Alle spalle della spiaggia c'era un campeggio con barettino sul mare accessibile a tutti con 1 euro di maggiorazione a consumazione. La sera dopo cena abbiamo deciso di fare una giratina a Calvì, camminando per le stradine del centro piene di negozi e ristorantini e lungo il porto, fino ad arrivare alla Cittadella.

Il giorno seguente siamo andati al Golfo della Revellata. Percorso con vista strepitosa a strapiombo sul mare. Dopo aver percorso qualche Km di strada sterrata siamo arrivati in una caletta dai colori caraibici. L'acqua sembrava una piscina. Lì c'era la possibilità di scegliere tra una caletta di sabbia, sempre molto affollata o piccole calette di sassolini su tutta la costta del golfo. Noi vendo anche il cane e non essendo amanti delle spiagge affollate ci siamo aggiudicati una caletta soli soletti! La sera abbiamo fatto una giratina a Lumio...deludente! Un solo bar-ristorante ( con personale anche scorbutico) aperto, sembrava disabitato.

Il 23 siamo andati alla spiaggia de la Morsetta. E' stata una scoperta meravigliosa. Spiaggione di Km semideserto di ciottolini colorati. Ingresso in acqua un po' in discesa! Ma per questo estremamente divertente perchè creava onde da cavalcare (il mio fratellino si è divertito da matti!) Unica pecca... andava giù subito profonda!

Il 24 abbiamo deciso pe la spiaggia dell'Algaiola. Spiaggione con mare cristallino. Una meraviglia per gli occhi (un po'meno per il portafoglio.. :P ) intorno alle 18 quando i ristoranti lungo la costa iniziavano ad apparecchiare sulla spiaggia creando un'atmosfera davvero irresistibile! La sera abbiamo cenato in un ristorantino a dir poco favoloso a Pigna, paesino arroccato nell'interno. Clima etno-chic, terrazze su più piani arredate con poltrone e sedie di vari legnami, colori pastello e divanetti con ciscinoni dove bere un buon bicchiere di vino, personale gentilissimo (Ristorante A Moresca, 30 euro a testa, con antipasto piatto unico dolce e vino, prezzo contenuto rispetto alla media...CONSIGLIATISSIMO!).

Dal 25 è arrivato il Maestrale che ha soffiato per 6 giorni, obbligando un po' le nostre scelte per trovare spiagge riparate. Siamo andati verso la spiaggia di Ostriconi ma siamo dovuti venire via per il troppo vento, ci siamo diretti, quindi, alla spiaggia di Lozari. Spiaggia e mare belli nonostante la mareggiata. La sera abbiamo visitato Calanzana, del tutto deserta!

Il 26 visto il vento abbiamo deciso di visitare Corte a circa 1.30h da Lumio. Cittadina caratteristica con panorama mozzafiato. Dopo pranzo siamo andati a rinfrescarci nella valle della Restonica, famosa per le sue piscine naturali immerse nel verde.

Il 27 siamo rimasti nei paraggi e ci siamo diretti alla spiaggia di S.Ambrogio. Una meraviglia, sabbia fine e mare turchese, riparata dal vento. La sera giretto a Ile Rousse per le vie del centro.

Il 28, causa vento, siamo tornati alla Revellata.

Il 29 abbiamo trascorso una mattinata alla scoperta di S.Antonino, anch'esso paesino caratteristico arroccato. Assolutamente da vedere soprattutto per le terrazze panoramiche. Abbiamo pranzato alla Taverna Corsa assaporando un piatto unico composto da salumi, formaggi e un pezzetto di torta salata ad 11 euro a testa. Il pomeriggio siamo stati nella spiaggetta sotto casa. Dopo sei giorni di Maestrale finalmente siamo potuti andare alla famigerata spiaggia della Saleccia, nella riserva naturale nel deserto delle Agriate. Il percorso è decisamente difficoltoso. Arrivati a Casta ci sono due opzioni: procedere con la propria macchina oppure farsi accompagnare dalle taxi-jeep per i 12 Km di sterrato dissestato! Noi volevamo prendere le jeep ma erano tutte esaurite fino alle 13.30, quindi abbiamo deciso di buttarci all'avventura! Con la mitica Fiat Multipla di 13 anni dopo 12 Km e 1.15h di viaggio, siamo arrivati in un posto paradisiaco! La fatica è stata del tutto ripagata! Spiaggia caraibica dai colori delle sfumature del blu e del turchese! C'è anche un campeggio prima della spiaggia MOLTO spartano!

Ormai la vacanza stava per giungere al termine e purtroppo il tempo l'ultimo giorno non è stato tanto bello. Abbiamo deciso, quindi, di darci allo shopping per riportare qualche delizia corsa a casa... marmellate di castagne, clementine, fichi, liquori, salumi... La sera visto il frigo vuoto siamo andati a cena fuori. Ristorante Chez Edgard, loc Lavatoggio. Siamo stati molto fortunati posto incantevole e cena ottima! Vitello sul girrarrosto servito dopo due giorni di cottura!menù fisso a 35 ero a persona ottimo rapporto qualitù prezzo! Anche questo Consigliatissimo. Il giorno dopo siamo tornati a Bastia e siamo tornati nella nostra amatissima Firenze!

Note negative: prezzi folli. Gelato 2,50/3 euro a palla, ristoranti prezzo medio 50 euro a testa, frutta e verdura 5/6 euro al chilo.

Note positive: paesaggio estremamente vario, montagna, mare e fiume. mare favoloso, con il cane nessun problema, è sempre venuto con noi!

Regione delle Balagne promossa a pieni voti!

  • 14071 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social