SELVAGGIA CORSICA: IL RISVEGLIO DEI SENSI.

Racconto di viaggio di 6 giorni al sud della corsica e 4 al nord e Cap Corse.

Diario letto 69352 volte

  • di motherstone
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro

Protagonisti: Ivano e Francesca, due giovani odontoiatri neolaureati in cerca di una vacanza fatta di avventura e relax. Tappe e consigli utili che non trovate sulle guide!

CONSIGLI PRATICI SULLA CORSICA

Munirsi di: scarpe da scoglio, tenda da spiaggia (una mano santa nelle giornate ventose, no ombrelloni!!!); creme solari importanti (il sole incoccia, c’è sempre vento e non ci si accorge di lessarsi); farmaci per punture di insetti (soprattutto vespe nel periodo della vendemmia a settembre); acqua fresca/ghiacciata e borsa frigo (in Corsica si sa quando si parte, non si sa mai quando si torna)

Nelle pause pranzo consigliamo invece dei soliti panini di sfruttare le crèpes dolci e soprattutto salate (ottima quella con prosciutto “jambon” e formaggio “chevre”): intoppano meno, sono buone e saziano.

Cibi Corsi: ottimi i formaggi di tutti i tipi, non solo il Brocciu. Nei ristoranti tipici prendete “l’assiette de fromages” e non ve ne pentirete. Normali i salumi, per chi è abituato all’abruzzo e alla calabria. I piatti tradizionali (melanzane alla bonifacienne, cannelloni/ravioli al brocciu, spezzatino di sanglier) sono tutti buoni ma molto invernali come genere di cibi, l’importante è saperlo prima…

Soprattutto in prossimità dei centri abitati rispettare i limiti di velocità: sono presenti tanti auto-velox e dossi di rallentamento pericolosi.

Ai ristoranti è possibile chiedere la “caraffe d’eau”, l’aqua della casa, spesso fresca e sempre gratuita. Si risparmiano 4-5 euro per l’acqua in bottiglia.

Sconsigliamo la Corsica a chi soffre le curve: non è la vacanza che fa per voi purtroppo!

Se andate in zone montuose portate costumi (possibili bagni) e felpe per cambi repentini di tempo.

Per chi non si vuole separare mai dal proprio cane la Corsica è la meta perfetta: i cani in spiaggia sono ammessi e ben tollerati, di tutte le taglie. E’ stato un piacere vederli correre felici sulla riva del mare.

Consiglio da donna alle donne: sebbene rinuncio difficilmente ai tacchi alti, una scarpa importante basta e avanza. La Corsica non è la meta ideale per disco-pub o serate di gala. Uno zoccolo di classe comprato a bonifacio mi ha accompagnato in tante occasioni! Purtroppo sono necessarie un paio ( e 1 solo) di scarpe chiuse!

CORSICA DEL SUD

Alloggio: Hotel La Riviere (http://www.hotel-la-riviere.com), tre stelle, 5 minuti da Porto Vecchio e 30 da Bonifacio. Posizionato in una zona tranquillissima in mezzo al verde della campagna corsa nonostante la vicinanza con Porto Vecchio e tutte le migliori spiagge della zona. Hotel esteticamente molto curato, con dei giardini fantastici e un piccolo ruscello che scorre proprio dietro la struttura. Ottima ospitalità e simpatia del personale, camere (standard) semplici ma pulite senza troppe pretese e comode. In generale ottimo rapporto qualità prezzo (145 euro a camera) in relazione ai costi elevati della zona. Non abbiamo mai fatto colazione (18 euro a persona sono proprio tanti) ma ci siamo organizzati con fornelletto elettrico e caffè italiano!Sconsigliato a chi lo sceglie solo per la piscina (piccolissima, ma comunque curata e pulita) e per l’idromassaggio (praticamente inesistente), ma non si va in corsica per la piscina vero????

Spiagge:

Tutte segnalate da cartelli sulla strada principale che collega Porto Vecchio a Bonifacio. Ci si arriva inoltrandosi in tortuose strade comunque asfaltate

  • 69352 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social