Cornovaglia e Galles… a bordo di un pulmino

In giro per l’Inghilterra con bambini al seguito

Diario letto 16163 volte

  • di renza1
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 6
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro

Cornovaglia Devon in 6: 4 adulti e due bambine – aereo e pulmino (9 posti)

Dall'8 al 18 agosto 2013

Giovedì 8 agosto

Aereo Ryanair da Ronchi dei Legionari alle 15,45. Non abbiamo prenotato i posti, saliamo per ultimi e ci mettono nelle prime file, le hostess sono giovanissime e molto gentili e ci danno ottime indicazioni per raggiungere il centro di Birmingham dall'aeroporto. Infatti prendiamo lo shuttle gratuito e poi il treno (5£ a persona) la New Station e' vicinissima al Premier Inn Waterloo Street. La stanza (35$) e' comoda per due ma per quattro è un po’ strettina.

Cerchiamo un pub per cena ma non fanno entrare le bambine e alla fine andiamo al ristorante dell'hotel Burlington dove alloggeremo le ultime due notti. L’atmosfera di questo strano ristorante al primo piano dell’hotel è piuttosto severa, sembra di essere in un convento ma non si mangia male (30£ in due)

Venerdì 9 agosto

Colazione in hotel (8,75£ a persona) poi vorremmo prenotare per il 16 e il 17, ma per quelle date ci chiedono oltre 100£ a notte. Così mentre Danilo e Massimo vanno in treno a Stafford a ritirare il pulmino che abbiamo noleggiato dall’Italia (£630) noi donne andiamo a cercare un hotel per il 16 e il 17 agosto. Troviamo anche la zona dei canali di cui abbiamo letto con tanti bar e ristoranti: sembra molto carina e accogliente. Nel nostro girovagare attraversiamo un paio di centri commerciali che sono ancora chiusi perché aprono alle 11. Alla fine torniamo nella zona vicino alla stazione e prenotiamo due stanze triple al Burlington Hotel a 65£ a notte.

Alle 11 arrivano gli altri con il pulmino e partiamo per Oxford dove arriviamo all’ora di pranzo. Due panini e una coca in Broad Street 9,3£. Visitiamo il Trinity College (2£) che è molto bello e lasciamo perdere quello in cui è stato girato Harry Potter perchè ci dicono che è più costoso e molto affollato.

Passeggiamo un po’ in Broad Street e in altre vie del centro affollatissimo.

Ripartiamo e dopo aver girovagato per le stradine di campagna arriviamo a Thame per rendere omaggio a Robin Gibb dei Bee Gees morto a maggio del 2012 a 62 anni. Ci meravigliamo di trovare la tomba molto trascurata, sembra che nessuno la curi: c’è una piccola croce sulla terra ancora smossa, dei bigliettini con dediche e qualche fiore appassito. Riprendiamo la strada per Salisbury dove facciamo fatica a trovare alloggio per la notte e alla fine decidiamo per il Best Western Red Lion, in centro (tre stanze doppie a 66£ l’una).

Ceniamo di fronte al nostro albergo nel pub del Cathedral Hotel: i camerieri sono ragazzi giovani e simpatici, mangiamo bene, in due 32£ mancia compresa. Poi facciamo una passeggiata e arriviamo alla cattedrale che è proprio grandiosa. Illuminata com’è in mezzo a questo grande parco buio fa girare la testa. Rientriamo in hotel, i pub sono pieni di gente perché è venerdì ma noi siamo stanchi e andiamo a dormire.

Sabato 10 agosto

Io mi alzo prima delle 7, fa molto freddo e vado a vedere la cattedrale e il centro di Salisbury, a quest’ora è deserto.

Alle 8 colazione in hotel, tutto molto scenografico, tovaglie con pizzi, porcellane, argenterie, ecc. Poi torno a visitare la cattedrale ed il centro con gli altri. Un’anziana signora si offre come guida e ci racconta la storia della chiesa (dov’è custodita una copia della Magna Carta) e qualche aneddoto. Ci capiterà spesso di trovare anziani, sempre molto preparati, nei siti per i turisti, ci sembra un ottimo modo per tenerli impegnati e probabilmente un risparmio per lo Stato

  • 16163 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social