Un insolito viaggio tra le anime dell'aldilà

UN INSOLITO VIAGGIO TRA LE ANIME DELL’ALDILA’ Il racconto che seguirà è il resoconto della mia breve visita nel “Museo delle Anime del Purgatorio”, una piccola e bizzarra raccolta di reliquie ospitata a Roma, nella chiesa del Sacro Cuore del ...

Diario letto 3420 volte

  • di lorecoll
    pubblicato il
  • Partenza il
  • Viaggiatori: da solo

UN INSOLITO VIAGGIO TRA LE ANIME DELL’ALDILA’ Il racconto che seguirà è il resoconto della mia breve visita nel “Museo delle Anime del Purgatorio”, una piccola e bizzarra raccolta di reliquie ospitata a Roma, nella chiesa del Sacro Cuore del Suffragio, situata sul Lungotevere Prati. Si, si, lo so gia, alcuni di voi sgraneranno tanto d’occhi, inarcheranno un sopracciglio e sussiegosi mi diranno “Ma col Vaticano cosa ci azzecca mai?” e, quel che è peggio, avranno pure ragione. Però, visto che si tratta di un itinerario religioso, ambientato in una chiesa romana che si trova a poche centinaia di metri dal perimetro del Vaticano propriamente detto, e considerato che la lista degli itinerari per il Vaticano è più tragicamente vuota del mio portafoglio il ventitré di ogni mese... che ne dite, miei severi censori, me la passate questa piccola irregolarità? Dato per scontato il vostro gentile consenso – peraltro estorto col furbesco metodo del silenzio/assenso – imperterrita proseguo nella cronaca del mio tuffo nel soprannaturale.

Dunque: fin dall’infanzia avevo più volte sentito nominare questo piccolo museo molto particolare, che se ne stava zitto e buono in qualche angoletto poco noto della Città Eterna, praticamente ignorato, a differenza di strutture mastodontiche, strafamose e strafrequentate quali i Musei Vaticani: e, pur non essendo affatto religiosa, sentivo in me ogni tanto insorgere la pungente vaghezza di visitare questa piccola chicca del turismo macabro. Non molto tempo fa appresi che tale museo si trovava esattamente a piombo sotto un ufficio in cui svolgo alcuni turni mensili di lavoro da quasi nove – e ripeto nove – anni... quando si dicono le coincidenze! Finora, comunque, non m’era mai riuscito di visitarlo o per la materiale impossibilità di spostarmi dal luogo di lavoro o per l’ignoranza degli orari di visita, quando addirittura non per semplice dimenticanza: però quelle bizzarre guglie gotiche intraviste ogni tanto dall’alto non facevano che accrescere la mia già notevole curiosità.

Un caldo giorno d’agosto, vagolante tra il mio ufficio semivuoto ed un bla-bla assai sonnolento, prendo la grande decisione: un rapido giro di ricerca su Internet, il reperimento del numero di telefono del museo, una breve telefonata durante la quale una soffice voce maschile mi informa con gentilezza che il museo è visitabile durante gli orari di apertura della chiesa (7.00/10.00 – 17.30/19.30)... ed il mio salto nell’ignoto è già cominciato! Nella speranza di non risultare troppo pedante permettetemi però di premettere ancora qualche parola sulla chiesa e sul museo in questione, così come l’ho pescata girando sulla grande giostra di Internet.

“Accanto ai grandi musei di Roma che quasi tutti conoscono esistono i musei minori, gioielli pressoché segreti che rappresentano il frutto di studi, collezioni private, hobby eccentrici.

Si visitano velocemente, talvolta gratuitamente. Il più singolare di tutti è il Piccolo museo delle Anime del Purgatorio (lungotevere Prati 12, 06-68806517) un’esposizione del soprannaturale, quasi new age. Vi si accede dalla chiesa del Sacro Cuore del Suffragio, una sorta di Duomo di Milano in miniatura. Vi sono raccolti stoffe, breviari, tavolette di legno con segni così strani da poter essere soprannaturali. Il prete custode commenta: ‘Non scatena la fede, ma invita a riflettere’".

Però, mica male come inizio! Andiamo avanti con una breve descrizione della chiesa e della sua storia.

“La Chiesa del Sacro Cuore del Suffragio è stata innalzata per merito di padre Vittore Jouet, marsigliese che [...] nel 1893 [...] acquistò un ampio terreno edificabile sul lungotevere Prati, dove l’anno successivo venne posta la prima pietra della più grande chiesa da dedicare al Sacro Cuore del Suffragio. Caratteristica di tale edificio di culto, progettato dal bolognese Giuseppe Gualandi, è quella di essere interamente in simil gotico, tanto da aver meritato la definizione di "piccolo duomo di Milano". Interessante, in una città come Roma, in cui esiste un unico esempio di chiesa gotica, Santa Maria sopra Minerva, vicino al Pantheon [...]

  • 3420 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. CalogeroMira
    , 22/10/2011 17:21
    Bello il Vaticano.

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social