Cipro e la persecuzione di Shakespeare

Viaggio tra culture e immersioni

Diario letto 405 volte

  • di Mara Speedy
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 1
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro

Lasciati i bagagli, vado al supermercatino davanti all’hotel per far scorta di acqua e cibo per la colazione, dato che gli orari della colazione inclusa, erano scomodi sia per le immersioni, che per i giorni in cui mi sarei spostata per visitare l’isola. Riuscirò a fare colazione in hotel solo l’ultimo giorno, ma non sarà un granché.

10/09

Mi alzo di buonora, con l’idea di perlustrare la zona e farmi una buona colazione prima di andare al diving, dato che non ho cenato la sera prima. Mi fermo da Kybele, sul lungomare e opto per una colazione cipriota con lonza, uova, pane, funghi, olive e feta a 5€. Assolutamente consigliabile.

Continuo la mia passeggiata sul lungomare di Finikoudes, dove adocchio diversi ristoranti, caffè e locali, che potrebbero tornare buoni per le prossime cene.

Irini e Antonis, mi accolgono al diving con un caffè e, una volta controllata l’attrezzatura, carichiamo tutto sul pick up che Irini guiderà verso capo Greco, per la precisione, prima a Protaras e poi a Green Bay.

Certo il Mediterraneo, non è il mar Rosso, per ricchezza e colori di pesce e corallo, ma la sensazione che si prova quando ci si immerge è sempre la stessa, sembra di poter volare.

Il paese di Protaras è vivo, con una bella spiaggia, ma il punto di immersione, è leggermente fuori, in mezzo alla terra rossa e brulla, con la scogliera a picco sul mare. Sotto percorriamo delle piccole grotte, con coralli rossi incrostanti e pochi pesci, qua e là qualche spirografo e dei coralli dall’aspetto spugnoso.

Nella seconda immersione a Green Bay invece, la popolazione ittica è decisamente maggiore; sul fondale sono state trovate delle statue, che ora sono state erette ad hoc, per il dileto dei sub. Vedo anche dei pesci scorpione, che Irini mi dice provenire dal mar Rosso, che hanno trovato il proprio habitat, dato che il Mediterraneo è sempre più caldo.

Torniamo al diving, sistemo l’attrezzatura e per tornare all’hotel, prendo un’altra strada, con una ciclabile e vedo gli aerei passare proprio bassi, dato che l’aeroporto è vicinissimo.

Mentre costeggio il forte sul lungomare, sento dalla vicina moschea il muezzin che chiama i credenti alla preghiera.

Arrivo in hotel e dopo una doccia ristoratrice, torno in centro, vicino alla cattedrale trovo Stoa, St Lazarus Square, dove per 13 euro mangerò insalata, mousaka, bevendo birra Keo e acqua. Assolutamente consigliato.

Faccio una passeggiata verso l’altro lato del lungomare, dove si trovano gli hotel di lusso e altri locali meno caratteristici e mi fermo a guardare un gruppo folkloristico che balla e canta.

11/09

Inizio la seconda giornata di immersioni, con una sana colazione in camera. Le camere sono dotate di bollitore, così mi posso fare anche un caffè.

La destinazione di oggi è il relitto dello Zenobia, affondato nel 1980. Una nave da carico svedese, che avendo avuto problemi con la pompa computerizzata, si era fermata al largo di Larnaka, per poi affondare. Scendo e me la trovo davanti, appoggiata a babordo, a una profondità tra i 16 e i 43 metri; giriamo intorno ai suoi 178 m di lunghezza, entrando nel ponte sottocoperta, vedendo alcune cabine e uscendo sul ponte dove si trovano ancora bloccati alcuni dei 100 camion trasportati, che sono finiti in gran parte sul fondo.

A un certo punto mi viene da ridere, perché mi sento come il robottino che ispeziona il relitto nella scena iniziale del film Titanic e mi immagino di trovare Di Caprio alla fine del corridoio che sto percorrendo!

Anche la vita marina è più interessante qui, vediamo una cernia piuttosto grande, un pesce scorpione, ma soprattutto una tartaruga, che placidamente risale in superficie

  • 405 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social