Vernazza il balcone delle Cinque Terre

Il Parco Nazionale delle Cinque terre è uno dei luoghi più suggestivi d'Italia e Vernazza un borgo incantevole dove perdersi ad osservare l'incontro di cielo e terra

Diario letto 2810 volte

  • di travelale
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro

Vernazza è uno di quei borghi che non dimentichi più,che immagini di vedere tutte le volte che scorri un libro d'immagini sul Parco Nazionale delle Cinque Terre. Non ho potuto visitare tutti i paesi che compongono il parco Nazionale delle Cinque terre per motivi di tempo e così ho provato a capire quale potesse essere quello"più bello"ascoltando il consiglio di chi mi suggeriva di visitare Vernazza.

Partendo dalla città di La Spezia in treno si raggiunge Vernazza dopo soli 20 minuti di viaggio nei quali se si ha la fortuna di trovare un posto a sedere,si ha il privilegiodi vedere oltre il finestrino uno spettacolo grandioso che spazia dal blu del mar di Liguria alle dolci colline che caratterizzano questo territorio.Unico aspetto negativo della mia visita a Vernazza è stato proprio il numero elevato dei turisti in visita che, sopratutto durante la bella stagione,si affollano tra i piccoli vicoli del borgo rendendo a tratti l'aria all'aperto irrespirabile, probabilmente andarci in autunno inoltrato o inizio primavera se non addirittura in inverno sarebbe stato più gradevole anche se avrei dovuto rinunciare al bagno in mare. La stazione dei treni di Vernazza dista pochi metri dalla piazza principale del borgo e consiglio di acquistare il biglietto del treno di andata e ritorno al costo di 4 euro a tratta,se prevedete di fare un'escursione in giornata, così da evitare file interminabili alla biglietteria. La piazza principale è una mezza luna affacciata su di un tratto di mare nel quale sono ormeggiate piccole barche da pesca e gommoni, questa spiaggia è davvero piccina ed essendo quella di più facile accesso per i turisti si affolla subito. Anche diversi ristoranti e bar si affacciano su questa piazza e per l'ora di pranzo si fa fatica anche a spostarsi da un capo e l'altro della spiaggia. Ma è proprio dalla piccola piazzetta principale che si può vedere forse il simbolo indiscusso di Vernazza, la chiesa di Santa Margherita d'Antiochia, costruita il 1318 in stile gotico su di uno sperone di roccia che guarda verso Monterosso.La torre campanaria di questa chiesa è alta 40 metri ed il colpo d'occhio è molto suggestivo così come l'atmosfera che si respira al suo interno, qui si sente quasi un silenzio di tomba e ci si può affacciare dalle finestrelle ad arco della chiesa per vedere il mare e lo scorrere della vita all'esterno. Appena fuori dalla chiesa di Santa Margherita d'Antiochia mantenendo la destra si trova l'ingresso ad uno dei sentieri più emozionanti delle Cinque Terre quello che da Vernazza conduce a Monterosso in due ore di camminata,il biglietto per accedere a questo camminamento è di 7.50 euro e parte dei soldi del biglietto vanno a sostenere le spese che ancora oggi la comunità sostiene dopo le disastrose alluvioni di qualche anno fa che hanno messo in ginocchio l'economia locale che si basa prevalentemente sul turismo. I vicoli di Vernazza sono caratteristici e tutti ben curati ma Vicolo Guidoni ha una caratteristica che altri non hanno, ovvero quella di condurre a Castello Doria, un baluardo militare di epoca passata dal quale si gode la vista più incredibile di Vernazza. Il costo del biglietto è di soli 1.50 euro e consente l'accesso anche alla Torretta, si impiega pochissimo a visitare tutto ma la vista è incredibile è come se si avesse l'impressione di affacciarsi dal balcone, un balcone pazzesco dal quale sembra di toccare il cielo con un dito e dal quale ci si rende realmente conto di quanto le Cinque Terre siano uno spettacolo davvero unico.

  • 2810 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social