Weekend alle Cinque Terre

Come organizzare un weekend alle Cinque Terre? Informazioni utili e consigli pratici

Diario letto 7735 volte

  • di Elena - My Scratch Map
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro

Le Cinque Terre sono un pò come i Sette Nani: alla fine ne manca sempre una.

Quindi rifacciamo l’appello: Monterosso, Vernazza, Corniglia, Manarola e Riomaggiore. Cinque borghi straordinari.

Cinque gioielli incastonati nella roccia che l’ostinazione e la forza di volontà dell’uomo hanno saputo strappare al mare.

Cinque piccoli mondi così simili ma allo stesso tempo così diversi l’uno dall’altro.

Ma come organizzare un weekend alle Cinque Terre?

Raggiungere le Cinque Terre

Noi abbiamo raggiunto le Cinque Terre in treno e non posso che consigliarvi questa soluzione: lasciate a casa la macchina e mettetevi comodi, preferibilmente lato finestrino. Se proprio non volete abbandonare l’auto parcheggiatela da qualche parte e non muovetela più fin quando ripartite!

Come spostarsi alle Cinque Terre

La prima risposta che mi viene da darvi è: a piedi! Le Cinque Terre sono collegate da un’estesissima rete sentieristica e – meteo permettendo – se volete immergervi completamente nella loro atmosfera muovervi a piedi vi permetterà di godere appieno di paesaggi indimenticabili. L’alternativa è senza dubbio il treno, sia a livello di sostenibilità che di effettiva praticità, in quanto trovare il parcheggio in Liguria non è per niente facile.

Noi, visto anche il tempo non proprio bellissimo, abbiamo fatto un mix tra le due cose: il primo giorno ci siamo mossi solo con il treno visitando Riomaggiore, Manarola e Monterosso, mentre il secondo giorno da Vernazza siamo arrivati a Corniglia a piedi. Il costo di un singolo biglietto del treno varia da 1,30€ per le tratte più brevi (ad esempio Riomaggiore-Manarola) fino a 2,60€ per quelle più lunghe (ad esempio Levanto-Riomaggiore). Tenete conto che da aprile a novembre è inoltre posssibile acquistare il biglietto tariffa 5 Terre al costo di 4€ che consente di salire e scendere quante volte si vuole su tutti i treni ragionali che fanno la spola tra Levanto e La Spezia.

I sentieri delle Cinque Terre

L’unico sentiero a pagamento è il Sentiero Verde-Azzurro (SVA), che collega i cinque borghi in un itinerario lungo circa 12km. Ma nei mesi che vanno da ottobre a marzo anche a questo sentiero si può accedere gratuitamente e soprattutto senza la ressa dell’alta stagione.

Tutti gli altri sentieri – e ce ne sono davvero un’infinità, con tantissime varianti – sono invece accessibili senza pagare alcun biglietto: c’è solo l’imbarazzo della scelta e sono uno più bello dell’altro. Ricordatevi di verificare sempre la praticabilità dei sentieri prima di mettervi in cammino in uno dei tanti Info Point che trovate alle stazioni: per esempio tenete presemte che la famosa Via dell’Amore che collega Manarola e Riomaggiore è chiusa ormai dal 2012...

Cosa vedere alle Cinque Terre

Riomaggiore

E’ la prima delle Cinque Terre per chi proviene da La Spezia e l’ultima invece per chi proviene da Levanto. Appena scesi dal treno lo sguardo viene catturato dai giganteschi murales di Silvio Benedetto. Poco oltre, il tunnel composto da migliaia e migliaia di tessere di diverso colore e materiale conduce fino al centro del Paese dove si viene avvolti dai tipici colori delle case-torri che svettano sopra l’incantevole Piazza Vigniaioli. Da qui si può ammirare dall’alto la Marina sottostante, un piccolo anfiteatro che si schiude verso il mare

  • 7735 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social