Cinque Terre, tra colori, natura e arte!

Un breve ma intenso soggiorno in un bellissimo angolo d'Italia

Diario letto 4388 volte

  • di Flaflì
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Per iniziare voglio subito dire che le 5 Terre meritano di essere entrate a far parte del patrimonio mondiale dell'Unesco... la loro natura, i loro colori, i loro percorsi che consentono di andare da un paese all'altro a piedi e l'intensa opera dell'uomo su questo territorio ne fanno sicuramente un angolo unico da visitare.

Le Cinque Terre si raggiungono comodamente in treno e anzi, questo è il mezzo più comodo per visitarle. Cè infatti un trenino regionale che collega ogni paese e che passa con grande frequenza, anche di sera. Se andrete in macchina rischierete di trasformare il vostro soggiorno in un incubo perchè i paesini sono piccolissimi, un susseguirsi di vicoletti (i carrugi), ed i parcheggi sono praticamente inesistenti!

Avrete la possibilità di acquistare la 5 terre card che comprende sia l'entrata ai sentieri a pagamento, sia di salire illimitatamente sui treni che congiungono i paesi, sia di salire sui bus ecologici che portano ad alcuni luoghi di interesse.

Noi abbiamo alloggiato a Monterosso, località che consiglio per pernottare perchè è la più grande e la più attrezzata tra i cinque borghi. Essa si compone di due parti, il centro storico, molto carino e pittoresco con tanti vicoletti con le tipiche case colorate e con tanti negozietti, ristorantini ed enoteche ed il lungomare di Fegina, ampio e comodo. I due nuclei sono collegati da un breve tunnel percorribile facilmente a piedi, oppure da una stradina panoramica sulla roccia. Monterosso è anche l'unico paese ad avere una vera e propria spiaggia.. quindi se cercate un pò di relax e la possibilità di un pò di abbronzatura, ve lo consiglio sicuramente! La spiaggia non è ampia ed è sempre pienissima di gente, ma nei giorni di grande affollamento, se vi spingerete oltre la statua del Gigante, troverete una spiaggetta un pò nascosta dove non cè quasi nessuno.

Il giorno del nostro arrivo, oltre ad una bagno in questa spiaggetta, abbiamo visitato Monterosso e abbiamo cenato in uno dei ristorantini del centro storico: trofie al pesto, pansotti alla crema di noci e frittura mista... tutto buonissimo!! I ristoranti delle 5 Terre sono un pò cari, ma siccome in ognuno cè il menù esposto fuori, vi consiglio vivamente di farvi un giro perlustrativo prima di scegliere... con un pò di attenzione si riesce a mangiare bene spendendo il giusto.

Il secondo giorno abbiamo preso il trenino e siamo scesi a Manarola. Da lì come prima cosa abbiamo raggiunto il paesino di Volastra con uno dei bus elettrici. Questo è un piccolissimo borgo in alto che è rimasto isolato fino a 20 anni fa. Mentre lo si raggiunge, dalla strada, si possono ammirare sulle montagne i vari terrazzamenti costruiti dall'uomo con una serie di vigneti che si inerpicano sulla roccia..molto suggestivo! Dal paesino si può poi ammirare un meraviglioso panorama sulle 5 Terre. Se non avrete tanto tempo, comunque, potete anche saltare questa visita.

Una volta tornati a Manarola, ci siamo diretti verso la famosa Via dell'Amore, un percorso scavato nella roccia che congiunge questo paese con quello di RioMaggiore. Davvero bello e suggestivo, a picco sul mare e con un panorama mozzafiato. Il percorso è breve, meno di 30 minuti ed è adatto davvero a tutti.

RioMaggiore è anch'essa molto carina, una serie di case colorate arroccate, vicinissime le une alle altre, con un porticciolo piccolo piccolo ma pieno di barche di pescatori una diversa dall'altra, a testimonianza anche qui di come l'uomo sia riuscito a sfruttare ogni singolo piccolo spazio di queste terre. A RioMaggiore, per chi vuole, cè anche una spiaggetta di ciottoli con un bel mare pulito. Ma noi abbiamo preferito tornare nel pomeriggio sulla spiaggia di Monterosso. Da RioMaggiore volevamo prendere il sentiero che porta a Torre Guardiola, pare anch'esso molto affascinante ma purtroppo era chiuso

  • 4388 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social