Val Venosta e Ciclopista del sole 2011

Regioni: Trentino alto adige, Lombardia Percorso : km 450 circa tutta ciclabile Giorni :14 giorni Difficoltà: media Mezzi: treno -bicicletta -traghetto Ciclopista Val Venosta e Ciclopista del Sole

Diario letto 4681 volte

  • di leila_III
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Andare in vacanza con i genitori per i nostri figli che stanno crescendo.....che noia!!! Trovare il giusto mix tra esigenze di un figlio e quello del relativo genitore quando si va in vacanza non è facile e quest'anno c'è l'aggravante che siamo solo io e Niccolò, mio figlio di 12 anni.

Per Niccolò non è la prima esperienza di cicloturista, ma eravamo sempre in gruppo ed in compagnia di un coetaneo. Altra novità il viaggio questa volta è tutto in bici con i bagagli. La scelta di questo itinerario è suggerita da una serie di punti importanti.

Primo punto concerne il percorso tutto su ciclabile il che non è poco, infatti non solo si snoda lungo panorami e piccoli borghi, ma offre una serie di servizi come i "bicigrill".

In secondo luogo lungo il nostro percorso c'era la possibilità di visitare Il museo dedicato a Otzi presso Bolzano, inoltre potevo spezzare il viaggio con l'attraversata del Lago di Garda in traghetto. Devo essere sincera ero preoccupata più che del viaggio dall'evolversi delle emozioni e relazioni madre figlio durante il nostro viaggio, trovare il giusto mix tra mamma premurosa - figlio rompiscatole e compagno di viaggio divertente ma allo stesso tempo responsabile.... alle volte sembra impensabile...invece ci siamo riusciti, devo dire che Niccolò mi ha sorpreso in alcuni momenti e mi è stato di grande aiuto e io...... qualche volta divertente.

Il cicloturismo è un tipo di vacanza alternativa dove sei a contatto con la natura, ti metti in gioco tu e gli altri,un viaggio pieno di imprevisti e alle volte ci si deve adattare alle situazioni e prendere decisioni che si posso dimostralre anche disastrose.

Primo giorno Bologna - Merano in treno Eccoci con una nuova avventura, Partiamo da Bologna in treno e arriviamo a Merano. Si cambia alla stazione di Bolzano. E' doveroso sottolineare che i servizi delle Ferrovie dello Stato per il trasporto bici non è eccellente. Il carico delle biciclette in treno è sempre un'avventura, come salire su ripidi gradini con le bici in spalla, rigorosamente senza bagagli che hai tolto prima di salire.

Siamo arrivati a Merano verso le 15.00 circa visto che tra i nostri bagagli c'è anche la tenda abbiamo campeggiato presso il bellissimo Camping Merano che si trova praticamente in centro città.

Secondo giorno Merano - Tel - Naturno - Castelbello - Silandro - Prato allo Stelvio 50km di sola ciclabile

Merano si trova allo sbocco della Val Venosta ottimo punto di partenza per il nostro itinerario. Infatti il nostro viaggio si snoda attraverso una delle più belle valli del Sud Tirol .

Oggi si parte da Merano (323 slm) per arrivare a Prato allo Stelvio (915 slm).

Il percorso è tutto in leggera salita, tranne per il tratto dopo Lagundo appena fuori da Merano in direzione di Tel (508 m) dove affrontiamo una salita abbastanza impegnativa. La fatica ci ripaga con un panorama mozzafiato.

L'itinerario di oggi si snoda tra coltivazioni di meli, castelli e corre lungo il fiume Adige. Incontriamo molte aree di ristoro e altri viaggiatori con o senza bagagli .

Si viaggia all'insegna del vero cicloturismo, senza preoccuparsi del traffico automobilistico gustando ogni scorcio.

La ciclabile è ben segnalata. Arriviamo nel tardo pomeriggio a Prato allo Stelvio e alloggiamo presso la Pension Astoria.

Prato Allo Stelvio sarà la nostra base per 3 giorni, la pensione nella quale alloggiamo è confortevole, pulita ed economica. La sera mangiamo invece presso il ristorante Stern ottima cucina consigliamo i piatti di carne accompagnati da "pinte" di birra fresca

  • 4681 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social