Chios l'isola del mastice

11 giorni e 1000 km in scooter tra spiagge, natura,villaggi medioevali ed enogastronomia.

Diario letto 4405 volte

  • di Pignerin
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro

Alla fine di una cena sulla baia di Symi ci offrono una masticha: liquore dal profumo e gusto inconsueti ma... veramente speciale! Ci ripromettiamo di saperne di più! Tutto questo otto anni fa. Finalmente quest’anno la meta greca della nostra vacanza estiva è Chios, l'isola del mastice. Dal lentisco infatti, unico luogo nel Mediterraneo, viene ricavata questa resina con la quale vengono prodotti un sacco di derivati ad uso salutistico ed alimentare: caramelle, polveri, gomme, saponi, dentifrici, liquori, spume, ecc). La zona dell'isolata interessata è quella sud, si chiama Mastichocioria e comprende i villaggi medievali di Armolia, Pyrgi, Olympi, Mesta, Vella ed Elata, praticamente "un anello" con la strada che collega tutti i paesi.

L'isola è fuori dal circuito turistico, non ci sono voli diretti dall'Italia o da altri paesi europei, bisogna impegnarsi un attimo nell'organizzare il viaggio ma neanche poi più di tanto. Noi abbiamo optato per la soluzione più pratica: volo Ryan Bologna Atene + volo domestico Atene Chios a.r. Arrivati a Chios prendiamo un taxi fino al nostro studios "Chios rooms my view" situato a Karfas a 4 km dall'aeroporto e a 7 da Chios città. La struttura è vetusta ma pulita, perfettamente funzionante e in posizione magnifica: dal balcone vista sulla baia e sulla dirimpettaia Cesme (Turchia). La spiaggia di sabbia, in fondo alla ripida discesa,è a circa 800 metri, il gestore Marinos è persona cordiale e particolarmente affabile. La mattina successiva scendiamo in paese, sono le 8 e gli esercizi sono tutti chiusi, ci sediamo all' unica pasticceria/bakery presente sulla via ed ordiniamo una super colazione, il giorno del viaggio era stata praticamente dieta ferrea. Omelette, insalata, yogurt con miele e cereali, pane burro e marmellata, caffè americano, insomma partenza col botto. Alle 9 passate, data la perdurante assenza di affitta scooter, chiediamo alla signora della pasticceria, lei telefona e dopo 5 minuti si presenta un signore che ci accompagna in auto all' agenzia. Vorremmo almeno un 200 cc ma ci dice che l'unico esposto è già impegnato, ci consiglia vivamente un 125 cc, unico targato in una schiera di 50 cc. Ci sembra “piccolo” per noi, lui insiste: -Very good scooter!- Del resto se vogliamo cominciare subito la nostra esplorazione… accettiamo. A posteriori si è rivelato veramente un ottimo mezzo, comodo, sufficientemente potente (trasferimenti con medie di 60/65 km ora) e molto economico (oltre 32 km litro), tutto per 15 euro al giorno (Sym Sinfony 125 SR). Facciamo un po' di spesa, la portiamo in appartamento, torniamo in spiaggia per un po' di sole ed un bel bagno e poi via,alla scoperta di Chios.

La nostra strategia è molto semplice: vogliamo vivere al meglio l'isola e per farlo l'unico modo è di conoscerla il più velocemente possibile. Il primo giorno lo dedichiamo alle spiagge a sud di Karfas quindi nell'ordine vediamo Aghia Fotini (spiaggia di ciottoli frequentata per lo più da giovani e abbastanza….fighetta), A.Emilianos (ciottoli con tre ombrelloni a disposizione bagnanti, molto tranquilla), Limnionas e A.Ioannis (ciottoli e sabbia, abbastanza trafficate) poi scendiamo a Katariktis, bel porticciolo con molte taverne e ci ripromettiamo di tornare, cosa che invece non abbiamo fatto, proseguiamo verso Nenita e deviamo per Vokaria (spiaggia di ciottoli con ombrelloni, panchine e attrezzatura per scendere in acqua,bandiera Blu), facciamo il bagno,sott'acqua si vede a decine di metri, spettacolare. C'è anche una bella taverna ma stanchi rientriamo per una doccia rigenerante. La sera andiamo a Tymiana, 2 km.dal nostro studios,ceniamo alla taverna Roussiko sull'ultima terrazza del locale, posto magnifico dove il cibo è ottimo a prezzi giusti. La taverna era stata ottimamente recensita nel dettagliatissimo diario dei tpc Gigio e Ceppi del 2013, del quale abbiamo portato con noi alcune pagine

  • 4405 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social