Messico e nuvole... tutt'altro che "faccia triste" dell'America

Un sogno che si avvera... on the road dal Messico più profondo del Chiapas alle zone più turistiche del Quintana Roo

Diario letto 10771 volte

  • di winani
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro
 

Finalmente dopo una lunga attesa si parte per il Messico! Un sogno di sempre che si avvera!

01/02/2014

Partenza con Air France scalo a Parigi, direzione Città del Messico. Durata del volo 2h + 11h40, linea aerea comoda, con intrattenimento di vari film, pasti e spuntini a bordo. All’arrivo in aeroporto vi consegneranno il visto. Siete pregati vivamente di tenere gelosamente con voi il tagliandino perché per uscire dal Messico vi sarà richiesto. Nel caso ve lo perdiate dovrete pagare una multa.

02/02/2014

Pernottamento all’ Hotel Casa Blanca, ottimo per pulizia, cordialità, ma soprattutto per la posizione centrale. Ecco quello che abbiamo visitato:

· Subito svoltato l’angolo dell’Hotel, troviamo il Monumento a la Revolucion e la sua relativa piazza. IMPONENTE

· Percorrendo il Paseo della Reforma e Juarez siamo arrivati a piedi, al Palacio de Bellas Artes. ESTETICAMENTE BELLO ED ELEGANTE

· Abbiamo proseguito per 5 de Mayo arrivando alla Plaza de la Constitucion con il Palazzo Nazionale e la Cattedrale de la Assuncion de Maria. Da lì abbiamo percorso le vie dello Zocalo, centro storico della città. La piazza e’ molto grande, e ben tenuta. le vie dello zocalo un po’ meno ma sicuramente caratteristiche nel loro quotidiano.

· Visita alla Ciudadela vicino alla fermata Metro Balderas. Mercato dell’artigianato, molto caratteristico e ampio. VALE VERAMENTE LA PENA VISITARLO anche perché i prezzi che troverete qui difficilmente li ritroverete altrove. Chiusura del mercato alle ore 18:00

Nell’ insieme la città non ha niente di speciale. Anche se noi abbiamo avuto la fortuna di girarla di domenica evitando il caos sia della metro che del traffico, a parte i pochi monumenti più conosciuti è una città sporca, povera e disordinata. A meno che non vogliate visitare tutti i musei e le rovine un giorno è più che sufficiente.

03/02/2014

Partenza per l’aeroporto di Tuxtla Gutierrez, arrivo dopo 1h10 di volo con aeromexico. Direzione Canyon del Sumidero a circa 30’-45’ da Tuztla.

· Discesa del Canyon del Sumidero a bordo di una lancia a motore percorrendo 34 KM tra le gole. Il percorso è molto bello, ma se avete già visitato il Gran Canyon, purtroppo non tiene il confronto.

Pranzo in un ristorante tipico di Chapa de Corzo, e visita alle vie del paese, caratteristico ma piccolo.

Partenza per raggiungere a 47 Km San cristobal de las casas, un paese veramente pittoresco che incarna perfettamente lo stile messicano.

San Cristobal CONSIGLIATO VIVAMENTE. Qui potete trovare l’anima Messicana di chi vive ancora come una volta. Le tribù locali, un po evolute sì, ma che mantengono ancora tradizioni e costumi del passato, si aggirano per le vie del paese proponendo articoli di artigianato, ma senza insistenza. Un paese dove il tempo sembra aver trovato un compromesso equo tra presente e passato.

04/02/2014

Pernottamento a Ciudad Real Centro Historico. Perfetto per la posizione! Oggi visita di San Cristobal al mercato principale. Un esplosione di colori e culture maya, il tutto perfettamente illustrato dalla nostra guida Julio.

Partenza verso San Juan Chamula (a circa 20’). Visita della chiesa del paese dove si svolgono tutt’ora riti maya e preghiere nel loro stile. Il suolo della chiesa è ricoperto da aghi di pino, circondato da vetrine con tutti i santi a cui il popolo rivolge le proprie preghiere. Tra le tantissime candele sia sui banconi che in terra spicca qua e la qualche gallo destinato al sacrificio. All’entrata si resta a bocca aperta perché sembra davvero di tornare indietro nel tempo

  • 10771 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Jacopo Tonet
    , 25/4/2014 21:55
    Mi spiace che non abbiate potuto conoscere bene cittá del Messico, e mi fa un poco di tristezza questo tuo commento a dir poco superficiale... il D.F. ( de efe) come qui chiamiamo il Distrito Federal (Cittá del Messico) è un luogo immenso e ricchissimo, colmo di musei, teatri, piazze, gallerie d'arte, monumenti, mercati e mercatini, parchi, laghi (!), colline e quant'altro; É sicuramente una citta caotica (una media di 15.000 abitanti per km2...) ma è probabilmente la megalopoli più interessante e ricca di culture dell'America Latina! (e non solo), e non è cosí sporca come la descrivi, ci sono zone sicuramente più degradate ma sono relativamente poche, soprattutto nelle delegazioni centrali! se torni fammi un fischio e vi faccio conoscere la vera Capitale!

    Ps: "Zócalo" non è il centro storico ma la piazza principale, quasi tutte le cittá messicane hanno uno Zócalo, eviterei di usare la parola tribú, essendo un termine abbastanza ridicolo in questo caso (te lo immagini un turista messicano che, arrivando al lago di Garda, parlasse di tribú breciana?)

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social