Canada orientale tra balene, scoiattoli e pernici

Un tour tra città, mare e montagne

Diario letto 42274 volte

  • di gemellina_v
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

primo GIORNO

Finalmente il 19 settembre si parte per il tanto agognato viaggio di nozze, dopo mesi di stress e preparativi eccoci pronti per il Canada Orientale.

Partiamo alle 9 di mattina con la Lufthansa (volo circa € 700 a testa) e dopo uno scalo a Dusseldorf arriviamo nel primo pomeriggio a Toronto e ad accoglierci troviamo una pioggia scrosciante. Dopo aver passato la dogana ci dirigiamo verso l’Avis per ritirare la nostra macchina prenotata tramite Expedia e pagata € 350 per 12 giorni. Carichiamo i bagagli, impostiamo il navigatore portato dall’Italia e prendiamo famigliarità con il cambio automatico e poi siamo pronti per partire. Destinazione Park Inn Toronto Hwy 27( € 87,16 per 2 notti, prenotato e pagato tramite Expedia), albergo carino e buona prima colazione, peccato che per raggiungere il centro della città bisognasse andare in macchina. Scarichiamo i bagagli e per niente stanchi partiamo alla volta del centro, l’idea sarebbe quella di salire sulla Cnn Tower, ma la pioggia non molla e quando arriviamo lì ci accorgiamo che la nebbia copre più di metà della torre, quindi decidiamo di rimandare sperando nel bel tempo. Iniziamo a girovagare per quella zona chiamata Harbourfront ricca di grattacieli e luoghi di divertimento come stadi di hokey e baseball, poi sfiniti e affamati ci rintaniamo in uno dei tanti Sport Bar che trasmetto partite sui loro innumerevoli schermi e ci gutiamo degli ottimi hamburger.

secondo GIORNO

Ci svegliamo con il sole e dopo la colazione siamo pronti per partire alla volta delle cascate del Niagara. Dopo circa un’ora di macchina arriviamo a destinazione, posteggiamo e iniziamo a camminare in direzione delle cascate e ci troviamo a percorrere una via piena di negozi e bar che sembrano i set dei film. Finalmente raggiungiamo River Rd e rimaniamo a bocca aperta davanti a quello spettacolo. Vista la poca folla decidiamo di imbarcarci subito sul Maind of the Mist, indossiamo il famoso impermeabile blu e partiamo per questa nostra avventura. Dapprima ti portano sotto le cascate della parte statunitense e successivamente sotto quelle canadesi e qui il rumore è impressionante e anche l’acqua, tanto che qui non siamo riusciti a fare neanche una foto decente perché sembravano tutte subacquee. Scesi dal traghetto ci incamminiamo verso le cascate per vederle dalla cima, l’acqua scorre accanto a noi e poi cade, le cascate sono ad un passo da noi e solo da qui ti accorgi veramente di quanta è la portata d’acqua. Decidiamo di fermarci in un locale vista cascate che offre un buffet a prezzo fisso, ci rifocilliamo e ci riposiamo e poi decidiamo di partire. Lasciamo le cascate alla volta della cittadina di Niagara on the lake, ma prima ci fermiano in una delle numerose cantine lungo la strada ad assaggiare il famoso ice wine, veramente buono, ma troppo costoso per pensare di portarne un po’ a casa. Niagara on the lake è una cittadina ottocentesca, con viali alberati parchi rigogliosi e case restaurate e lungo Queen street ci sono un’infinità di negozi vecchio stile. Dopo averla girata in lungo e in largo ritorniamo verso Toronto e questa sera, visto che il cielo è limpido decidiamo di salire in cima alla Cnn Tower. Grazie ad un rapidissimo ascensore che in circa un minuto ti fa percorrere i più di 300 metri di dislivello, ci troviamo sulla cima ad ammirare Toronto dall’alto proprio nel momento in cui il sole tramonta e si accendono le luci della città, sono milioni. E’ veramente uno spettacolo affascinante. La stanchezza inizia a farsi sentire e dopo aver cenato in un altro Sport Bar con costine ritorniamo in albergo

  • 42274 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. BIMA
    , 21/7/2013 01:44
    chi mi sa dire se per noleggiare un'auto in canada serve la patete internazionale o solo la traduzione della patente??
    grazie
    bianca

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social