Canada con pargolo

TORONTO-THOUSAND ISLANDS-OTTAWA-PARC MAURICIE-LAC SAN JEAN-CHICOUTIMI-TADOUSSAC-S.ANNE DU MONTS-GASPE'-PERCE'-POINTE A LA GARDE-QUEBEC CITY-MONTREAL CANADA CON PARGOLO DI ERICA, ANTONELLO E IL PICCOLO ROCCO Qualche anno avevamo tentato di fare un bel viaggetto in Canada Rocco, nostro figlio, aveva solo 2 anni, e ...

Diario letto 4658 volte

  • di erica.rocco
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6

TORONTO-THOUSAND ISLANDS-OTTAWA-PARC MAURICIE-LAC SAN JEAN-CHICOUTIMI-TADOUSSAC-S.ANNE DU MONTS-GASPE'-PERCE'-POINTE A LA GARDE-QUEBEC CITY-MONTREAL

CANADA CON PARGOLO DI ERICA, ANTONELLO E IL PICCOLO ROCCO Qualche anno avevamo tentato di fare un bel viaggetto in Canada Rocco, nostro figlio, aveva solo 2 anni, e poco dopo aver prenotato l’aereo è comparsa la SARS, ve la ricordate? Così abbiamo pensato bene di aspettare tempi migliori.

Sono ben 7 i cugini del mio calabro marito residenti a Toronto perciò a questa metropoli multiculturale abbiamo dedicato una settimana, alternando visite nei dintorni a divertenti party familiari. Poi soli soletti abbiamo trascorso le altre 2 settimane tra Ontario e Quebec, penisola della Gaspesie compresa.

Prima di partire vi consiglio di rileggere più volte questi indispensabili racconti di viaggio, nel mio dedicherò spazio ai lapidari voti di Rocco (quasi 9 anni) pertanto a chi vuole partire con pargolo/i al seguito fate attenzione!!! Siamo partiti da Verona con scalo a Monaco all’andata e Francoforte al ritorno, volo Lufthansa per 1800 €. Tutti i B&B prenotati da casa almeno 2 mesi prima (ore e ore di navigazione) dopo fitta consultazione di Lonely Planet, Key guide, Tripadvisor, bbcanada, brochure inviatemi dall’ente del turismo canadese, e spunti di una coppia di amici appena tornati dalla luna di miele.

PRIMA SETTIMANA- TORONTO E NIAGARA FALLS (DAL 26/06 AL 1/07) Di Toronto conserviamo un ottimo ricordo soprattutto per la calda ospitalità italiana di cugini, zii e nipotini con cui Rocco ha condiviso momenti indimenticabili. Toronto ci è apparsa ordinata e ricca di iniziative. Abbiamo pranzato sulla CN Tower dalla cui vetta girevole si coglie la distribuzione razionale del downtown (voto Rocco: 9,5). Dalle finestre del Rockcafè abbiamo assistito a qualche scampolo di partita di baseball del Rogers Centre. E poi in giro a piedi sino a Chinatown dove si trovavano negozi ricchissimi di frutta e verdura all’inverosimile (certi frutti di bosco...). In una giornata piovosa ci siamo dedicati alla visita del ROM (Royal Ontario Museum) che vanta una collezione di resti di dinosauri pazzesca. Rocco ha fotograto di tutto... Voto 10- . Da ricordare per le famiglie: tutti i musei sono ad hoc, ben organizzati e interattivi. Immancabile la gita alle cascate del Niagara a circa 180 km dalla città. Con il cuginetto Dominik siamo saliti sul Maid of the Mist, il battello che ti porta proprio sotto la cascata. Voto Rocco: 9,5. Ci sono tante altre attività per le famiglie come la torre con ascensore o la camminata sotto la cascata. Capatina anche al casinò.

Il Canada Day (1 luglio festività nazionale) lo abbiamo trascorso a casa di parenti tra grigliate e tuffi in piscina.

2 LUGLIO Partenza per Gananoque con la nostra Toyota Camrya (280 km). Sotto una pioggerellina insistente ci siamo fatti un’oretta di giro in battello nelle Thousands Islands (1000 isole), incantevole scenario tra Lago Ontario e l’imbocco del fiume San Lorenzo. Pernottato al B&B ISLANDVIEUW in Market Street 195, very nice e a pochi passi dall’imbarco. Consiglio Gananoque anziché Kingston come tappa notturna per la sua tranquillità. Per Rocco la crociera ha un misero 6 dovuto sicuramente alla pioggia e alla profonda tristezza per aver abbandonato i rumorosi cuginetti a Toronto.

3 LUGLIO Partenza per la capitale OTTAWA (160 km).

La pioggia ci accompagna. Troviamo subito il nostro HOTEL INDIGO, Metcalfe street, moderno e in pieno centro. Trascorriamo quasi 3 ore al Museo della Civilizzazione al di là del fiume che divide l’inglese Ottawa dalla francese Gatineau. Voto Rocco 9 + perché all’interno del museo c’è una sezione dedicata ai paesi di tutto il mondo con attività ricreative per i più piccini. Cena di pesce nel piccolo quartiere di Byward Market al ristorante “La Pointe”. Qui il mio calabro marito, conoscitore eccellente di pesce, si accorge a malincuore che i canadesi tendono a cucinare il pesce con un miscuglio di formaggio cremoso... La mattina dopo, prima di partire per il lontano Parc de la Mauricie, partecipiamo al cambio della guardia di fronte ai palazzi del parlamento. Niente di speciale forse per il freddo

  • 4658 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Dino 7
    , 17/7/2011 23:47
    Bellisso

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social