Insalata di rinforzo di Natale

L'insalata di rinforzo una volta durava da Natale all'Epifania, era cioè sempre la stessa insalata arricchita ogni giorno di qualche ingrediente...

 

L'insalata di rinforzo una volta durava da Natale all'Epifania. Era cioè sempre la stessa insalata arricchita ogni giorno di qualche ingrediente. La parola "rinforzo" ha dunque un possibile doppio significato: da una parte suggerisce il rinforzo dell'insalata tramite l'aggiunta quotidiana di qualche ingrediente (olive, cavolfiore lesso, acciughe, capperi); dall'altra indicherebbe la funzione di rinforzo, cioè di contorno sostanzioso, del pasto. Non so quale sia il significato originario e unico di questo termine, ma di sicuro è simpatico e azzeccato, sia nell'uno che nell'altro senso, perciò ho smesso di lambiccarmi il cervello e lo considero un attributo double-face.

Ingredienti per 4 persone

1 cavolfiore di 800 g 4 acciughe dissalate e spezzettate Qualche acciuga sott'olio 1 etto di olive bianche in salamoia 1 etto di olive nere di Gaeta Un cucchiaio di capperi dissalati Olio Aceto sale pepe nero

Preparazione

Pulite i cavolfiori eliminando la parte più dura del torsolo, le foglie esterne e tenendo le foglioline chiare e tenere. Dopo il solito accurato lavaggio calate il cavolfiore in acqua bollente e salata col torsolo in giù, facendo in modo che sia coperto di acqua. Fatelo bollire per 25-30 minuti. Lasciatelelo raffreddare e aggiungete tutti gli altri ingredienti. Condite con olio, aceto, pepe e aggiustate di sale.

Parole chiave
, ,
  • 1173 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. carmens
    , 28/12/2010 12:35
    si dice che si chiami così anche perché a metà della cena della vigilia aiuta a smaltire il senso di pesantezza e dà il "rinforzo" per continuare con il resto delle pietanze!
  2. carmens
    , 28/12/2010 12:33
    si dice che si chiami così anche perché a metà della cena della vigilia aiuta a smaltire il senso di pesantezza e dà il "rinforzo" per continuare con il resto delle pietanze!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social