8 GIORNI A ISCHIA (+ Capri, Procida e terraferma)

1° giorno Baronissi (SA) Segnaliamo sia la località che il B&B; un “campo base” ubicato in posizione strategica per chi volesse visitare la “Divina costiera” amalfitana, gli scavi di Pompei, Ercolano e Paestum o la vicinissima Università di Salerno (2 ...

Diario letto 6891 volte

  • di Paolo64
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro

9° giorno Napoli – autostrada rientro Sbarcati a Napoli alle 8 di domenica mattina, grazie al traghetto delle 6,45 da Ischia. Levataccia ma ne è valsa la pena, la città semivuota, silenziosa, al risveglio, luce bellissima e irreale, parcheggio facile. Ci siam rivisti qualcosa persa il giorno prima, caffè e sfogliatella da Scaturchio a Spaccanapoli, poi via verso Mergellina, quindi su per via Petrarca, poi rientriamo da Posillipo verso la città e via in autostrada. L'uscita dal centro città verso le autostrade è davvero semplice per chi non la conosce.

DRITTE, RACCOMANDAZIONI, VARIE, ECC... Ovviamente sembra assurdo fare come abbiamo fatto noi: Ischia come punto di appoggio per visitare anche altro, ma se volete vedere le isole oltre che Napoli, comunque dei traghetti vi dovete servire e 6 gg. A Ischia son pure troppi, almeno un giorno a Capri e uno a Procida vanno fatti. Abbiamo letto che usare la macchina a Ischia sarebbe stato impossibile per via dello scarso parcheggio, delle strade strette dove passi o tu o il pullman... Allora, dipende: se non avete mai fatto in vita vostra strade di montagna, ebbene sì le strade vi sembreranno strette, altrimenti... Se poi venite da una città medio-grande il problema del parcheggio vi sembrerà ridicolo. Che sarà mai parcheggiare a 300 m. Di distanza? A Ischia intorno al centro è tutta zona blu: 1,50 € all'ora, ma spesso trovavamo parcheggio nelle aree gratuite, anche se appena defilate (per es. Via Cartaromana). Rispettate cartelli e divieti perché i vigili passano spesso. La ztl poi esiste ovunque in Italia. Parliamo di fine luglio, chissà, magari ad agosto sarà davvero impraticabile. Ma i viaggiatori senza mezzo e che si servivano dei bus erano abbastanza frustrati: aspettare il bus sotto il sole, difficoltà a uscire la sera specie se l'hotel è isolato, ecc ecc. In definitiva, la moto è il mezzo ideale! Poi c'è pure qualche vacanziero che si reclude in albergo e a cui non pesa il fatto di spostarsi con difficoltà! Il caffè è una squisitezza ovunque, impossibile prendere una ciofeca! Insieme al caffè viene servita sempre immancabilmente l'acqua. Un'usanza cortese che abbiamo molto apprezzato. A Ischia il caffè Calise, a Napoli lo storico Gambrinus. Ma anche il bar più anonimo lo fa squisito.

I prezzi non sempre sono indicati. L'opuscolo del comune di Napoli, ad es., parla di tratte di linee ecc. Ma non scrive quanto costa una corsa semplice, né costi e validità degli abbonamenti, né se esistono! Alla biglietteria del Maschio Angioino non c'è un cartello dove ci sia scritto il prezzo del biglietto d'ingresso, bisogna chiedere a voce!! Non tutti i ristoranti espongono i prezzi fuori. Alcuni però, come il ristorante La Bussola di Forìo, espongono la voce “servizio e coperto incluso”, pochi altri servizio e coperto tot. In quasi tutti gli altri posti lo scopri solo quando arriva il conto quanto costano coperto e servizio e spesso persino le bevande, i piatti del giorno, il caffè ecc. Poi non ci perdi mica, ma la franchezza non dispiacerebbe: è una garanzia per il cliente e una misura della professionalità. Buone vacanze! Paolo ed Eli

  • 6891 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social