Tour Thailandia - Laos - Cambogia

Tour Thailandia - Laos - Cambogia fatto in 14 giorni prenotando solo il volo intercontinentale e la prima notte di albergo a Bangkok. L'itinerario cotruito durante la nostra permanenza ci ha portato a vedere la capitale Thailandese, il mercato di ...

Diario letto 21103 volte

  • di alby1981
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Giugno - Luglio 2011

Parte 1: Thailandia

Giorno 1, 17.6.2011

Il nostro viaggio inizia da Milano Malpensa con il decollo del volo della Qatar Airways schedulato alle 12.30, ma partito alle 14.30 a causa di uno strano errore nel conteggio dei passeggeri a bordo. Come conseguenza del ritardo, atterriamo a Doha,capitale del Qatar, alle 21 ora locale e ripartiamo verso Bangkok con il primo aereo disponibile alle 01.00.

Giorno 2, 18.6.2011

Finalmente alle 12 del giorno seguente (ora locale) arriviamo nella penisola del Siam e prendiamo prima il trenino che collega l'aeroporto alla rete metropolitana cittadina e poi il mitico skyline che ci porta nel quartiere di Sukumville, dove approdiamo nel nostro primo albergo, debitamente prenotato in precedenza dall'Italia. Doccia e breve relax prima di rimetterci in strada ed avere il primo contatto con la Megalopoli. Prima tappa e' la torre Bayoke II, dalla quale ammiriamo il meraviglioso panorama della città al crepuscolo. La zona è viva ed interessante, accanto al mercatino notturno,che si inerpica tra gli alti palazzi della capitale e la miriade di piccoli banchetti culinari che sfornano noodle soup e le più stravaganti prelibatezze della cucina tipica, ci addentriamo nell'imponente centro commerciale di Siam, dove degustiamo il nostro primo piatto di noodle e il primo fresh coconut della stagione.

Giorno 3, 19.6.2011

Prima di iniziare le classiche visite turistiche e culturali, lasciamo la Guesthouse di Sukumville e decidiamo di cercarne una nella zona di Kaosan Road, nella vera movida cittadina. Ma come nasce questa Mecca dei viaggiatori? Nel 1982, nel bicentenario della fondazione ufficiale di Bangkok, il governo Thai lanciò una serie di iniziative per festeggiare la ricorrenza, attirando nella capitale migliaia di turisti stranieri. Molti viaggiatori, che non potevano permettersi il lusso di una stanza d'albergo, convinsero gli abitanti di Khao San Road ad affittare le proprie stanze, tanto per avere un piccolo guadagno extra. Il business delle guesthouse generò in brevissimo tempo dei profitti impensabili fino a poco tempo prima. Nel giro di pochi anni fiorirono centinaia di Guesthouse, ristoranti e negozietti di souvenir. L'albergo ha prezzi modici, 700 bath a stanza, e' confortevole,pulito e silenzioso quanto basta per poter ricaricare le batterie dopo una lunga giornata di fatica. Prima meta è il molo 9 sulle rive del Chao Phraya. Il Menam Chao Phraya (o semplicemente Menam) (in thailandese แม่น้ำเจ้าพระยา, dove Menam, da แม่ (mèe)=madre e น้ำ (naam)=acqua, significa fiume, e Chao Phraya è un termine onorifico feudale thailandese traducibile con eccelso o anche Granduca) è uno dei due principali fiumi della Thailandia, e scorre nella pianura alluvionale formata da esso e dai suo affluenti. Il fiume si forma nel centro-nord del paese, alla confluenza dei Fiumi Ping, lungo 658 km, e Nan, lungo 740 km, a Nakhon Sawan e scorre per 372 km verso sud bagnando Bangkok prima di gettarsi nel Golfo di Thailandia. Il bacino idrografico formato dal Chao Phraya, dal Nan, dal Ping e dai loro affluenti costituisce la parte continentale occidentale del paese e ha una superficie di 157.924 km², circa il 35% del paese. Scattiamo le prime di 900 foto ai numerosi templi,buddha,maschere tipiche che ci cingono tutte intorno. In particolare il Wat Phra Kaew è Un complesso di edifici religiosi, ed è una delle quattro parti in cui si divide il comprensorio del Grande Palazzo Reale. All' interno del suo tempio principale (Phra Ubosot) è custodita la sacra statua del Buddha di Smeraldo che è considerata il palladio della monarchia thailandese. Dopo esserci rimessi le Scarpe per l'ennesima volta, come vuole la tradizione sacra, ci spostiamo al Wat Pho per contemplare il Famoso Buddha Sdraiato. Inoltre è rinomata per essere sede della prima scuola di Massaggio Thai. Torniamo in hotel spossati ma soddisfatti dal tour e per questo ci concediamo un foot massage rilassante tra le vie della Koasan Rd. Notturna

  • 21103 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social