Budapest e il fascino dell'Est

Cinque giorni nella bellissima capitale ungherese

  • di EliS93
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Budapest mi ha fatto innamorare subito. Appena sono uscita dalla metro e ho visto i suoi decadenti ma eleganti palazzi, appena ho visto il Danubio e mi sono dovuta sedere su una panchina a contemplare il lungofiume tanto era bello. Chi la paragona a Parigi sbaglia perché Budapest con il suo fascino malinconico è unica. Posso dire con assoluta certezza che è stato amore a prima vista.

giovedì, 25 settembre 2014

E’ ancora buio quando mi sveglio per prendere un autobus direzione aeroporto insieme ad A., l’amica che mi accompagnerà in questo viaggio, l’emozione per questa nuova avventura è talmente grande che sentiamo a malapena la stanchezza.

Neanche due ore di volo e ci ritroviamo in Ungheria, bastano pochi minuti per capire che nonostante siano passati tanti anni questo paese è tutt’oggi in balia di due grandi influenze storiche e culturali: quella austriaca e quella sovietica. Budapest ci accoglie in tutta la sua magnificenza e ci lascia senza parole, ovunque ci giriamo c’è qualcosa di bello: un particolare, una strada, un suono, un profumo.

Con le valigie ancora in mano iniziamo a prendere confidenza con la città: percorriamo Vaci Utca, il cuore pulsante di Budapest, fino ad arrivare a Piazza Vorosmarty, splendida isola pedonale e ci imbattiamo nell'imponente Basilica di Santo Stefano. Ci spingiamo fino al Danubio dove abbiamo un primo assaggio del bellissimo skyline della città e del Ponte delle Catene, il primo ponte fisso che ha collegato le due città di Buda e Pest. Torniamo indietro per dirigerci al quartiere ebraico, dove si trova il nostro appartamento; questo quartiere, diventato un ghetto nel 1944, ospita ancora oggi una piccola comunità ebraica e la Grande Sinagoga, inoltre è diventato un punto di riferimento per la vita notturna della città grazie ai suoi famosi “ruin pub” – pub ricreati all’interno dei palazzi distrutti durante i bombardamenti della guerra.

Lasciate le valigie, iniziamo la vera e propria scoperta di Budapest: attraversiamo il Ponte delle Catene e a piedi saliamo sulla collina del Castello da cui si gode di una bellissima vista; dopo diverse scalinate arriviamo quindi nella città medievale di Buda, oggi patrimonio mondiale dell’Unesco. Ammiriamo da fuori il Palazzo Reale oggi sede di diversi musei, il Palazzo Sandor, residenza ufficiale del presidente ungherese e ci dirigiamo verso la Chiesa di Mattia che prende il nome dal re Mattia Corvino che l’ampliò nel XV secolo. Già da fuori questa chiesa è bellissima, con il suo splendido tetto a tegole policrome, ma l’interno è ancora più stupefacente e merita sicuramente una visita. Dopo aver visitato la Chiesa di Mattia saliamo sul Bastione dei Pescatori con le sue affascinanti torri in stile neoromanico e ci godiamo la vista sul Danubio.

Una volta riscese a valle la stanchezza inizia a farsi sentire e ci rendiamo conto che sono 12 ore che siamo sveglie e non ci siamo fermate un attimo. Budapest fa questo effetto! E’ arrivato il momento di una cena veloce e poi finiamo la giornata con un giretto tra le luci, i suoni e l’allegria del nostro quartiere..

Venerdì, 26 settembre 2014

Ci svegliamo con un cielo che promette pioggia ma non ci facciamo scoraggiare e dopo aver fatto colazione prendiamo il tram n°2 che costeggia il fiume e ci porta fino al Ponte Margherita. Questo ponte è la via d’accesso all’Isola Margherita, una tranquilla oasi verde in mezzo al Danubio adibita a parco pubblico nel 1869. Decidiamo di iniziare a esplorare quest’isoletta a piedi e ci addentriamo nel lussureggiante parco, ci imbattiamo nei ruderi trecenteschi di una chiesa francescana, nella Torre Idrica e infine nel bellissimo Giardino Giapponese tra laghetti e cascate. Nel frattempo è anche uscito il sole, quindi ne approfittiamo per scattare qualche foto e rilassarci un po’ dopo la lunga camminata. Per tornare indietro decidiamo di prendere l’autobus che percorre l’Isola da nord a sud

  • 7237 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social