Budapest, città romantica, organizzata, ospitale e maestosa

La capitale ungherese vince per efficienza nelle strutture e nei numerosi mezzi pubblici, per la qualità della vita, la sicurezza, la cura della città e perfino la bellezza e varietà dei locali

  • di Nicoletta ت Colomban
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

21.06.2014

Dopo un paio di anni che lo desideravamo, finalmente siamo su un volo per Budapest! I prezzi degli ultimi tempi, sempre sopra ai 100€, ci avevano fatto preferire altre destinazioni fino al momento in cui troviamo l’offerta perfetta: 62€ a testa con Ryanair, con partenza sabato e ritorno martedì. Non ci pensiamo due volte, e nel giro di poche ore abbiamo anche l’hotel, il bellissimo Mamaison Hotel Andrassy, che troviamo in offerta per 74€ a notte. Atterriamo verso le 16.30, e all’uscita del piccolo aeroporto troviamo, sulla destra, le Informazioni per i mezzi pubblici: qui facciamo l’abbonamento per 72 ore a circa 13€ a testa. Lo utilizziamo subito con il bus 200E, in partenza appena fuori dall’aeroporto, che porta alla fermata della Metro 3 Kőbánya-Kispest nel giro di mezzoretta. Da qui prendiamo la M1 fino a Bajza Utca, la fermata più vicina al nostro hotel; lasciamo i bagagli e ci cambiamo, ma ormai sono già le 18, così ci dirigiamo verso la vicinissima Piazza degli Eroi. La piazza è imponente e frequentatissima a quest’ora. Proseguiamo verso il verdissimo parco Városliget e al castello Vajdahunyad, che si specchia nel romantico lago artificiale: qui moltissime persone si rilassano sulle sponde, vanno in barca o in pedalò. Il castello purtroppo stasera ospita un evento quindi non possiamo entrare, così dopo aver assaggiato un gigantesco brezel venduto dagli ambulanti per 2€ (abbiamo fame!!) facciamo ancora due passi nel verde e ci rendiamo conto di essere già arrivati alle Terme Széchenyi, così facciamo dietrofront e ci incamminiamo per l’elegante viale Andrassy fino ad arrivare alla sua parte più vivace e poi, finalmente, al Danubio!

I colori del cielo sono stupendi, così possiamo ammirare il Ponte delle Catene (un indiscutibile simbolo della città, ma non così affascinante…) e il castello sull’altra sponda in tutta la loro bellezza. Attraversiamo il ponte, scattiamo foto su foto poi torniamo indietro, fino a vedere lo splendido e maestoso Parlamento. Ormai si sta facendo buio e noi siamo davvero affamati, quindi prendiamo la metro in direzione del ristorante scelto, il Menza in Liszt Ferenc ter. Qui ci accomodiamo all’aperto e divoriamo Goulash, spezzatino alla paprika e petto d’anatra ottimi. Dopo un buon caffè torniamo in hotel, è quasi mezzanotte e la stanchezza si fa sentire!

PENSIERO DEL GIORNO: L’ungherese è una lingua davvero impronunciabile. Non si capisce neanche una parola, per iscritto è illeggibile, contiene lettere assurde e memorizzarla è davvero un’impresa! Per fortuna a Budapest parlano tutti un ottimo inglese!

SPESE:

Parcheggio = 18€

Voli = 127€

Hotel = 74€

Abbonamenti mezzi = 26€

Snack = 4€

Cena = 27€

TOT = 276€

22.06.2014

Oggi partiamo dall’hotel verso le 9. E’ domenica e molte attività sono chiuse, la città è particolarmente tranquilla e noi cerchiamo un posticino dove fare colazione. Troviamo aperto un Costa Coffee, dove per circa 10€ prendiamo 2 cappuccini enormi, uno yogurt altrettanto grosso (che divideremo) e due croissant. A pancia piena andiamo alla vicina Basilica di S. Stefano, dove è in corso la funzione per il Corpus Domini, con tanto di maxi schermi e petali di rosa! La Basilica neorinascimentale è imponente ed interessante sia all'esterno che all'interno, ma non all'altezza delle cattedrali delle altre capitali europee... Dopo la celebrazione saliamo sulla cupola, con solo 1,5€ si può prendere l’ascensore e godere di una bella vista a 360° sulla città. Poi ci incamminiamo per la Zrínyi utca, dove troviamo locali curatissimi, ristorantini turistici e negozietti di souvenir. Dopo aver passeggiato un po’ prendiamo il bus 16 con cui arriviamo alla Cittadella, e iniziamo la visita della parte storica della città. La zona è semi pedonale quindi passeggiamo con calma nelle caratteristiche strade a ciottoli e i palazzi del ‘700. Vediamo la Chiesa di S

  • 12478 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Giovanna Picceri
    , 30/8/2014 08:59
    Sei riuscita a far foto poiche street photography e. Proibito?

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social