Budapest, un weekend non basta

Piccoli suggerimenti operativi per visitare la capitale ungherese

Diario letto 11752 volte

  • di Dagh
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Ecco il resoconto del recente viaggio a Budapest, con alcuni consigli per i Tpc che hanno in programma di recarsi nella città ungherese.

Viaggiamo con Ryanair da Bergamo Orio al Serio e in poco più di un’ora atterriamo all’aeroporto di Ferihegy (noto come Ferenc Liszt) dove il minibus l’AirportShuttle (effettua un servizio quasi personalizzato) ci porta comodamente fino al nostro hotel.

L’AirportShuttle è prenotabile dall’Italia sul sito airportshuttle.hu, il costo è di circa € 10 a persona andata e ritorno.

Alloggiamo all’ Art'Otel Budapest (4 stelle, indirizzo: 1011 Budapest, Bem Rakpart 16-19) prenotato su Venere.com al prezzo di € 214/camera doppia per 3 notti.

Si tratta di un’ottima struttura, situata proprio sul lungo Danubio lato Buda, le camere sono spaziose con una magnifica veduta sul Palazzo del Parlamento. WiFi gratuito.

Sabato 4 maggio

Arrivati a metà pomeriggio, subito saliamo a piedi sulla collina di Buda dove si gode di una bella vista della città e dove troviamo il Castello di Buda (chiamato anche Palazzo Reale), la Fontana di Màtyas e la residenza del Presidente della Repubblica ungherese (Palazzo Sàndor).

Il complesso del Castello di Buda (Patrimonio dell’Umanità Unesco) è vastissimo, un susseguirsi di corti, palazzi e monumenti; al suo interno sono ospitati alcuni fra i principali musei cittadini, quali la Galleria Nazionale Ungherese e il Museo Storico di Budapest.

Ci spostiamo poi verso il Bastione dei Pescatori (con la famosa statua equestre di Santo Stefano) e l’attigua Chiesa di Màtyas : splendidi entrambi!

Grande perplessità ha invece destato in noi la moderna costruzione del lussuoso hotel Hilton, proprio a ridosso del Bastione e della Chiesa.

La nostra giornata si conclude con una passeggiata lungo la Uri Utca (Via dei Signori), che attraversa l’intera Città Vecchia ed è contornata da pregevoli palazzi, ma che di sera appare poco animata.

Domenica 5 maggio

E’ una splendida giornata di sole con temperatura quasi estiva!

In hotel il breakfast ha un costo che riteniamo eccessivo (€ 14 a persona) e così optiamo per una colazione nel piccolo ma accogliente bar Piaf, nella via parallela, dove apprezziamo un’ottima torta di mele fatta in casa.

Ci rechiamo a piedi (circa 20 minuti) – attraversando il famoso Ponte delle Catene e passando davanti al Palazzo Gresham - al Palazzo del Parlamento dove siamo prenotati per la visita guidata in lingua italiana. La visita dura circa 45 minuti: non si vedono moltissime sale rispetto alle oltre 600 del Palazzo, ma non delude assolutamente! Ammiriamo interni finemente decorati, la splendida Sala della Cupola con la corona e la Camera dei Deputati.

Anche questa visita è prenotabile sul sito jegymester.hu/parlament e costa Huf 1750 (circa € 6) a persona per i cittadini U.E.

Proprio nella zona del Parlamento, in riva al Danubio, vediamo turisti chinati a fotografare qualcosa. Scopriamo che si tratta del monumento chiamato Scarpe sul Danubio : raffigura 60 paia di scarponi in ferro battuto, in ricordo della morte degli ebrei che furono frettolosamente radunati, fucilati e gettati nel Danubio dai fascisti durante la seconda guerra mondiale.

Durante una sosta nella vicina Piazza della Libertà – dove si ergono gli imponenti edifici della Banca Nazionale Ungherese e della Televisione Ungherese (ex Borsa Valori), nonché la statua di Ronald Reagan – notiamo come molti turisti abbiano scelto il “segway” come mezzo di trasporto per la visita cittadina!

Decidiamo quindi di usufruire del Budapest Sightseeing (green line, info su: programcentrum.hu) che costa € 20 a persona per due giorni e comprende anche – oltre a numerosi voucher sconti – ben 2 crociere sul Danubio

  • 11752 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social