3 settimane tra Cile del Nord e Bolivia

Viaggio di 3 settimane nel Cile del Nord e in Bolivia, partendo da Santiago del Cile.

Diario letto 1564 volte

  • di marti80
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Oltre 3000 euro

Viaggio di 3 settimane nel Cile del Nord e in Bolivia, partendo da Santiago del Cile. 10 giorni on the road con auto a noleggio sugli altipiani cileni fino a San Pedro de Atacama. Altri 10 giorni in Bolivia con i mezzi dagli altipiani fino a La Paz, passando per il Salar de Uyuni, il Lago Titicaca e la Carretera de la Muerte in bici.

TRASPORTI:

Voli internazionali prenotati online direttamente con Air Canada a inizio gennaio per agosto, 1.155€ a testa con 1 bagaglio a persona imbarcato. (andata: Milano - Monaco - Toronto - Santiago; ritorno: Santiago - Toronto - Milano). Come leggerete più avanti, non abbiamo avuto molta fortuna con questi voli: all’andata le valigie hanno perso la coincidenza e sono rimaste a Toronto, arrivando in Cile 24h dopo, al ritorno il volo di partenza Santiago - Toronto ha riportato 12h di ritardo, facendoci perdere la coincidenza con l’Italia e facendoci rimanere 36h a Toronto (in pratica siamo arrivato in Italia con 48h di ritardo).

Volo interno da Santiago del Cile ad Arica prenotato con SKY airlines direttamente sul sito della compagnia (€ 70 a persona compreso bagaglio da stiva).

Volo interno da La Paz a Santiago Del Cile prenotato tramite Gotogate con Lan Airlines (€ 178 a persona compreso bagaglio da stiva)

Prenotazione delle auto utilizzate in Cile effettuate dall’Italia:

  • tramite Europcar: spesi 875€ per una Ford Escape 4awd per 9 giorni a inizio viaggio (comprensiva di one way da Arica aeroporto a San Pedro de Atacama città)
  • tramite Autoeurope: spesi € 60 per una utilitaria per 2 giorni a fine viaggio ritirata e lasciata in aeroporto a Santiago del Cile

VISTI: nessun visto necessario per Cile e Bolivia. Per lo scalo in Canada, richiesto ETA Canada on line pochi giorni prima di partire. Per sicurezza abbiamo effettuato il vaccino per la febbre gialla, al fine di avere con noi il certificato di vaccinazione (avevamo letto che la Bolivia lo richiede all’ingresso).

PERNOTTI: prenotati dall’Italia su Booking per quasi tutto l’itinerario, ad accezione della parte degli altipiani in Bolivia, avendo l’obiettivo di individuare a San Pedro de Atacama una agenzia per fare il tour organizzato.

Diario di viaggio

Domenica 5 agosto 2018

Arriviamo a Santiago alle 6.30 di mattina dopo piano voli Milano-Monaco-Toronto. I nostri bagagli non sono arrivati e così perdiamo un paio d’ore per fare la denuncia in aeroporto. Prendiamo un bus per raggiungere il centro della città e poi raggiungiamo a piedi il B&B Abracadabra che ci ospiterà per la notte. Lasciato il bagaglio a mano partiamo a piedi per la visita della città che ci appare stranamente poco affollata. Andiamo al Mercato Central dove troviamo un po’ di gente e riusciamo a sederci per un ottimo pranzo a base di pesce impanato e fritto con purè di patate e ottima birra. Nel pomeriggio saliamo sulla collina dove c’è la grande statua della Vergine Maria. Da qui si gode di una splendida vista sulla città e sulle montagne circostanti. Mentre scendiamo si accende un bellissimo tramonto rosso. All'imbrunire passiamo nei pressi della casa di Pablo Neruda (La Chascona). Alle 20 rientriamo per andare a dormire, il fuso orario ci ha steso.

Lunedì 6 agosto 2018

Auto: Arica e dintorni (40 km)

Ci svegliamo molto presto per via del fuso orario e pazientiamo fino alle 7 per fare colazione. Alle 8 arriva il taxi che ci porta in aeroporto dove prenderemo un volo interno per Arica. Grazie alla nostra perseveranza e insistenza riusciamo a recuperare i bagagli nell’ufficio dedicato dove erano appena arrivati da Toronto (dove non erano stati imbarcati il giorno prima). Felici per aver recuperato il bagaglio dobbiamo ora correre per imbarcarci sul volo per Arica. Trafelati saliamo sull’aereo e alle 13.30 arriviamo a destinazione. Subito ritiriamo l’auto a noleggio (Ford Escape AWD non recentissima e tutta segnata) che ci accompagnerà per il viaggio in Cile. Andiamo subito all’hotel Apacheta, con le camere direttamente affacciate sull’oceano pacifico (in pratica dalla camera si è in spiaggia). Sbrigato il checkin, andiamo al porto per pranzare in un piccolo ristorantino. Alle 16 andiamo a piedi in centro città per visitare velocemente il centro e la chiesa progettata da Eiffel. Poi in auto ci spostiamo a sud della città per vedere le Cuevas de Anzota. Qui si passeggia tranquillamente sul sentiero a mezza costa che ci conduce fino alla Playa Corazones. Rientrando vediamo una colonia di leoni marini e numerosi pellicani. Tornati alla macchina con il buio incombente saliamo al Morro di Arica: una collina con un forte e una enorme baldiera cilena che ci regala la vista sulla sottostante città in versione notturna. Dopo aver fatto un po’ di spesa torniamo in hotel dove il rumore delle onde ci cullerà per tutta la notte

  • 1564 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social