Tutto quello che avremmo voluto sapere su Berlino prima di partire

Prima di partire per Berlino abbiamo vagliato molte guide e commenti per la città, ma nulla ci ha fornito delle informazioni pratiche e dettagliate come queste

  • di Fotocusci
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Innanzitutto vi diamo qualche consiglio per la valigia:

- scarpe più che comode (se possibile impermeabili), un adattatore per la presa elettrica tedesca, pocket-coffee.

Spostamenti

La prima grande conquista una volta a Berlino è capire la differenza tra la linea S e la U, sono entrambe metropolitane e ognuna di esse ha più linee e sono contrassegnate da un pittogramma ben evidente S (esse bianca su fondo verde) e U (u bianca su fondo blu). La parte difficile da afferrare subito è che hanno delle stazioni separate nonostante si intersechino nelle stesse fermate, per cui per esempio se prendete una delle metropolitane della linea S e dovete cambiare con una metro linea U una volta scesi nella stazione d'interesse seguite le frecce col pittogramma U che vi porteranno in un'altra stazione (di solito molto vicina) dove passeranno le linee U.

Per noi che abitiamo a Roma non è stato subito comprensibile perché cercavamo la metro U nella stazione delle S e viceversa.

Inoltre i tram sono contrassegnati dalla M e le fermate dei bus sono contrassegnate dalla lettera H. Una volta capito questi fondamenti sarete a cavallo!

I mezzi durante il week-end circolano 24h su 24h!

Fate la Welcome Berlin Card, costa sulle 18 euro per 48 ore e vi da la possibilità di salire e scendere da qualsiasi mezzo senza problemi e vi darà accesso a numerosi sconti sulle principali attrazioni (vi forniranno delle guide molto dettagliate e utili), da pensare che una singola corsa costa 2,80 € e di mezzi se ne prendono tanti anche perchè sono efficienti.

Cibo

A Berlino ci si aspetta di mangiare i famigerati wurstel, e invece no, per loro i wurstel sono le salsicce, molti ristoranti hanno il menu in italiano ma non troverete la parola wurstel, semplicemente salsiccia... Così come i krapfen non si chiamano così, ma plannkuchen. L'acqua costa più della birra, una bottiglietta da 500 ml costa dai 2 ai 3 euro in tutti bar, distributori o pub, potrete risparmiare giusto nei supermercati se avete la fortuna di trovarne uno. Per il resto a Berlino ci sono molte panetterie e bar dove si può mangiare ad ogni ora sia dolce che salato. Il cappuccino lo fanno davvero bene con molta schiuma.

Attrazioni

Ovviamente Berlino è una città piena di attrazioni, musei, piazze e palazzi fantastici, ma vogliamo darvi qualche suggerimento:

Il palazzo di Charlottemburg: se avete visitato la reggia di Caserta o il castello di Sissi fatene pure a meno, perché è stato totalmente ricostruito dopo i bombardamenti della seconda guerra mondiale e di originario ha ben poco.

Check point Charlie: si trova alla fermata della metro U kochstrabe, non vi aspettate (come noi) di vederci il muro perchè potrete ammirarne dei resti a Potsdamer Platz (quartiere all'avanguardia) vicino il museo di Dalì.

Fernsehturm (tedesco per "torre della televisione): è visibile da molti punti della città, vi consigliamo di salirci di giorno, ma di assicurarvi che non ci sia foschia, comunque la parte più bella è l'ascensore che fa 203 metri in un minuto. Non fate la fila per fare i biglietti alla biglietteria, fateli alla macchinetta automatica all'interno, vi sbrigherete prima.

Linea 100 e 200: sono due autobus panoramici che partono da Alexander Platz e arrivano fino allo Zoo tagliando la città con le sue principali attrazioni, passano spesso e si può scendere e salire quante volte si vuole con un singolo biglietto con la WelcomeCard, sono economici ma evitate le ore pomeridiane di punta perchè saranno affollatissimi Per il resto Berlino è tutta da scoprire, e vale la pena vedere tutto; noi per nostro interesse siamo andati a vedere il campo di concentramento di Sachsenhausen con una delle numerose offerte che leggerete sui depliant sparsi per la città, è dura dal punto di vista morale e fisico, ma scegliete la guida italiana perchè a noi è capitato un australiano che parlava inglese con accento incomprensibile.

Altro

Mi raccomando, a Berlino l'uso della toilette si paga dappertutto.

  • 14549 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social